Microsoft: l’acquisizione di Activision Blizzard è stata approvata

spot_imgspot_img

L‘FTC degli Stati Uniti non ha trovato un’argomentazione sufficientemente forte per bloccare la proposta di acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft per un valore di 69 miliardi di dollari.

L’Autorità per la concorrenza e i mercati (CMA) del Regno Unito è dunque uno degli ultimi ostacoli principali che l’operazione deve superare ma, ultimamente, tutte le parti coinvolte hanno compiuto un passo significativo verso la risoluzione.

La CMA e Microsoft hanno avviato trattative per una ristrutturazione dell’accordo di luglio.

In seguito all’ultima proposta di Microsoft, l’ente regolatore ha rivelato in un comunicato di aver “concluso in via provvisoria” che le misure correttive proposte da Microsoft risolvono molti dei problemi che l’ente regolatore aveva rilevato nella sua forma originale.

Proposta vincente

In particolare, la CMA afferma che la decisione di Microsoft di vendere i diritti di streaming cloud per i contenuti di Activision Blizzard a Ubisoft è stata un fattore decisivo.

La vendita dei diritti di streaming cloud di Activision a Ubisoft impedirà che questi contenuti – tra i quali giochi come Call of Duty, Overwatch e World of Warcraft – finiscano sotto il controllo di Microsoft in relazione al cloud gaming”, afferma la CMA.

“La CMA ha rilevato come Microsoft detenga già una posizione di vantaggio nei servizi di cloud gaming e potrebbe utilizzare il suo controllo sui contenuti di Activision per stroncare la concorrenza e rafforzare la sua posizione.

Il nuovo accordo prevede che Activision trasferisca i diritti sullo streaming cloud dei giochi ad un operatore indipendente, Ubisoft, e mantenere così viva la concorrenza del mercato del cloud gaming per i prossimi anni“.

La CMA afferma di nutrire ancora “preoccupazioni sul fatto che alcune disposizioni nella vendita dei diritti di streaming cloud da Activision a Ubisoft possano essere aggirate, interrotte o non applicate”.

Microsoft, in una risposta, ha fornito ulteriori soluzioni “per garantire che i termini della vendita dei diritti di Activision a Ubisoft siano controllati dalla CMA“.

Il finale non è scritto

L’autorità di regolamentazione ha aperto una consultazione su queste soluzioni che durerà fino al 6 ottobre.

La scadenza per l’approvazione finale della proposta di acquisizione è il 18 ottobre.

In una dichiarazione su Twitter, il presidente di Microsoft Brad Smith ha affermato che l’azienda è “rincuorata“, visti gli sviluppi positivi del processo di revisione della CMA.

“Abbiamo presentato soluzioni che riteniamo rispondere pienamente alle restanti preoccupazioni della CMA relative al cloud game streaming e continueremo a lavorare per ottenere l’approvazione prima della scadenza del 18 ottobre”, ha scritto Smith.

E voi cosa ne pensate di questa mossa di Microsoft? Fatecelo sapere come sempre nei commenti e continuate a seguirci su Nerdpool.it!

LEGGI ANCHE:
Correlati