PlayStation: il capo di Xbox commenta la partenza di Jim Ryan

Phil Spencer, capo di Xbox, elogia il "leader agguerrito" di PlayStation.

spot_imgspot_img

Oggi Jim Ryan ha annunciato di lasciare la direzione di PlayStation, con una mossa che ha sorpreso molti nell’industria dei videogiochi e che abbiamo riportato qui dove spiega le sue motivazioni.
Ryan rimarrà CEO di Sony Interactive Entertainment fino a marzo 2024, dopodiché Hiroki Totoki assumerà la carica di CEO ad interim l’1 aprile.
La partenza di Ryan arriva dopo più di 30 anni di collaborazione con l’azienda. Dopo l’annuncio da parte di Ryan, il capo di Xbox Phil Spencer ha espresso parole di elogio per la gestione di Ryan di PlayStation, augurandogli buona fortuna per le sue imprese future.

Jim Ryan è stato un grande collaboratore del nostro settore e un leader agguerrito con PlayStation. Gli auguro il meglio per il suo futuro“, ha scritto Spencer su Twitter. “Grazie per tutto quello che hai fatto per la comunità negli ultimi 30 anni, Jim”.

Tensioni per Activision

Sebbene le parole per Ryan mostrino il rispetto tra i due dirigenti, il rapporto tra Ryan e Spencer è stato pubblicamente conflittuale negli ultimi anni.
La rivalità tra PlayStation e Xbox dura da due decenni, ma si è fatta molto più accesa in seguito alla proposta di acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft.
Ryan ha denunciato pubblicamente l’offerta iniziale di Microsoft di mantenere Call of Duty su PlayStation per soli tre anni e ha riferito di aver incontrato le autorità di regolamentazione per esprimere le sue preoccupazioni sull’accordo; contestualmente Ryan affermava che privatamente l’accordo non avrebbe portato Call of Duty a diventare un’esclusiva Xbox.

Con l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft quasi completata, le tensioni tra PlayStation e Xbox sembrano essersi un po’ raffreddate.
PlayStation ha inevitabilmente firmato un contratto con Xbox che garantisce che Call of Duty rimarrà sulla piattaforma di Sony per almeno un decennio, un deciso miglioramento rispetto all’accordo iniziale; le azioni di Ryan potrebbero dunque essere andate a vantaggio degli utenti PlayStation.
Questa mossa potrebbe essere il motivo per il quale Spencer lo ha definito un “leader agguerrito” ed è possibile che le tensioni passate siano state superate (almeno da parte di Spencer). È altresì possibile che Spencer sappia che Ryan si sia comportato così agendo nell’interesse di Sony.
Comunque sia, è impossibile negare il contributo di Ryan a PlayStation e all’industria dei videogiochi nel suo complesso.

Il futuro di PlayStation

Probabilmente Spencer non sarà l’unico a proferire parole di stima in vista della partenza di Ryan, e potremmo assistere alla pubblicazione di molti comunicati nei mesi che precedono i suoi ultimi giorni in PlayStation.
Sarà ora molto interessante vedere quale impatto avrà il ritiro di Ryan sulla strategia di PlayStation e in quale direzione si muoverà il marchio ma è probabile che sia Totoki che il successore che sarà designato per sostituire Ryan continueranno a seguire una direzione che ha decisamente funzionato per PlayStation.

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere come sempre nei commenti e continuate a seguirci su Nerdpool.it!

LEGGI ANCHE:
Correlati