Star Wars: Ahsoka, la spiegazione della conclusione: Baylan Skoll e gli Dei di Mortis

La conclusione di Ahsoka è legata a uno dei pezzi più "divisivi" del canone di Star Wars.

ATTENZIONE! QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER! PROSEGUITE NELLA LETTURA A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO!

spot_imgspot_img

Star Wars: Ahsoka si è conclusa da poche ore con l’ottavo episodio intitolato “Il Jedi, la Strega e il Signore della Guerra”. L’episodio non ha portato molta risoluzione alle trame della serie. Sì, Ezra Bridger è riuscito a tornare a casa, ma la minaccia di Thrawn ora incombe mentre Ahsoka Tano e Sabine Wren sono bloccati nella nuova galassia su Peridea. Ancora meno chiara è la figura di Baylan Skoll e il suo ruolo nella vicenda. A metà della serie, Baylan ha abbandonato la sua apprendista, Shin Hati, per intraprendere una missione inspiegabile, apparentemente seguendo “una sorta di chiamata”. Chiunque sperasse che la conclusione di Ahsoka avrebbe spiegato le motivazioni di Baylan sarà probabilmente rimasto deluso.

Tuttavia, ci sono alcuni indizi, e fanno riferimento a uno degli archi narrativi più divisivi del canone di Star Wars e ai suoi personaggi. Sembra che Baylan Skoll stia seguendo le orme degli Dei di Mortis.

Cos’è Mortis?

Gli Dei di Mortis sono stati introdotti nella terza stagione di Star Wars: The Clone Wars in una serie di episodi intitolati “I guardiani della Forza/Overlords”, “Luce Spezzata/Altar of Mortis” e “Lo specchio del futuro/Ghosts of Mortis”. Nel corso di questo arco narrativo, Anakin Skywalker, Obi-Wan Kenobi e Ahsoka Tano vengono attratti nello Spazio Selvaggio da una chiamata di soccorso Jedi e finiscono sul misterioso pianeta di Mortis.

Ma Mortis è più di un pianeta. È un regno spirituale che esiste al di fuori dello spazio fisico. Il mondo non poteva essere trovato volontariamente né tracciato. Il suo paesaggio cambia regolarmente, plasmandosi in base all’ora del giorno. Mortis esisteva principalmente nella mitologia, nella leggenda e nelle antiche storie, ma alcuni credono che sia il luogo da cui la Forza ha origine e un condotto per il suo potere in tutta la galassia.

Chi sono gli Dei di Mortis?

Foto: Lucasfilm

Una volta arrivati a Mortis, Anakin, Obi-Wan e Ahsoka incontrano un trio di utilizzatori della Forza estremamente potenti chiamati gli Dei di Mortis. Questi si presentano come una famiglia, con il padre chiamato il Padre e i suoi due figli chiamati il Figlio e la Figlia. Questi esseri sembrano essere gli avatar della Forza. Il Figlio rappresenta il lato oscuro, la Figlia il lato chiaro e il Padre cerca di mantenere l’equilibrio tra di loro.

Il Padre aveva attirato i Jedi a Mortis perché stava morendo e aveva bisogno di trovare un sostituto per mantenere l’equilibrio tra i suoi figli dopo la sua morte. La Figlia è leale e desiderosa di seguire i desideri del Padre, ma il Figlio cerca di usurpare il Padre e fuggire da Mortis per seminare il caos nella galassia.

Il Padre ha scelto Anakin Skywalker come suo sostituto

Consapevole della profezia dell’eletto, il Padre cercò Anakin Skywalker per prendere il suo posto a Mortis. Il Padre testò le abilità di Anakin, determinando che era l’Eletto destinato a portare equilibrio alla Forza. Nella visione del Padre, ciò significava rimanere a Mortis per mantenere il Figlio e la Figlia sotto controllo.

Anakin rifiutò di rimanere a Mortis. Il Figlio cercò di corrompere Anakin e di usarlo per fuggire, arrivando persino a mostrare ad Anakin una visione dei suoi futuri atti come Darth Vader. Ma Anakin rimase saldo. Il Figlio poi intaccò la mente di Ahsoka Tano e la fece attaccare Anakin. Gli eventi successivi portarono alla morte del Padre, del Figlio e di Ahsoka. Anakin riportò in vita Ahsoka canalizzando la forza vitale della Figlia nella sua allieva. I tre Jedi lasciarono quindi Mortis alle loro spalle.

In che modo Mortis è collegato alla conclusione di Star Wars: Ahsoka?

La conclusione di Ahsoka fa riferimento a Mortis diverse volte. Innanzitutto, c’è l’apparizione di Morai, il convor (un uccello simile a un gufo) con piumaggio bianco che aveva una connessione con la Figlia. Dato che Anakin ha usato la vita della Figlia per resuscitare Ahsoka, sembra che Morai abbia seguito Ahsoka, apparendo in momenti cruciali nella vita della Jedi. In precedenza, l’avevamo visto svolazzare in aria nella conclusione di Star Wars: The Clone Wars, in seguito alla caduta di Darth Vader e all’esecuzione dell’Ordine 66, mentre Ahsoka fuggiva in clandestinità. Qui, appare nel cielo mentre Ahsoka accetta che, rimanendo indietro in questa strana nuova galassia, è dove deve essere.

Poi c’è Baylan Skoll. L’ultima volta che vediamo Baylan, guarda in lontananza. Sta in piedi sul braccio di una statua scolpita a immagine del Padre, la scultura indica la strada avanti a lui. Dietro al Padre c’è una statua del Figlio e un’altra della Figlia, anche se la testa della Figlia manca. Qualunque cosa Baylan stia cercando, sembra essere legata a Mortis e ai suoi Dei.

Cosa significa tutto questo per il futuro di Star Wars?

Star Wars non ha mai affrontato l’arco narrativo di Mortis di The Clone Wars o definito concretamente il suo posto, o quello degli Dei di Mortis, nella mitologia della Forza, causando confusione sulla natura della Forza. Si è sempre distinto dal resto di Star Wars: The Clone Wars per la sua natura spirituale e filosofica, rispetto alla parte della serie che si occupava molto di più della guerra e delle avventure serializzate.

Tuttavia, Dave Filoni non ha mai dimenticato veramente Mortis, anche se è stato solo sottilmente citato. Le statue che Baylan trova non sono le prime rappresentazioni degli Dei che appaiono in uno degli show di Star Wars di Filoni. Un murale del Padre, del Figlio e della Figlia era stato creato per nascondere l’entrata al Mondo Tra i Mondi che Ezra Bridger aveva scoperto nel Tempio Jedi su Lothal, suggerendo una qualche connessione tra il Mondo Tra i Mondi e Mortis che non è ancora stata esplorata.

Potrebbe essere che Baylan stia cercando un accesso al Mondo Tra i Mondi o a Mortis? Per qualcuno interessato a rompere il ciclo del lato chiaro che combatte il lato oscuro, trovare la presunta fonte della Forza sarebbe un obiettivo logico. Potremmo vedere la creazione di una nuova versione della famiglia degli Dei, sia in senso letterale che simbolico, con Baylan che spera di prendere il ruolo del Padre mentre Shin Hati e Ahsoka diventano rispettivamente il Figlio e la Figlia? Non sappiamo ancora molto dei piani di Filoni per il suo film di Star Wars.

Senza notizie certe su una possibile seconda stagione di Ahsoka, i fan dovranno sicuramente aspettare con impazienza per scoprire di più.

Star Wars: Ahsoka è ora in streaming su Disney+.

LEGGI ANCHE:

Cosa pensate? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguirci per non perdervi tutti gli approfondimenti legati a Star Wars! E non dimenticate di iscrivervi al nostro gruppo Facebook dedicato alle serie tv e al cinema e alla galassia lontana lontana di Star Wars.

spot_imgspot_img

POTREBBERO INTERESSARTI:

Disney+ annuncia il prossimo spettacolo di Star Wars dopo Ahsoka

Il 2024 è un anno enorme per Star Wars...

Star Wars: La Teoria della Trinità

Nel corso della saga creata da George Lucas, Dave...

Star Wars: di cosa parlerà la seconda stagione di Ahsoka?

Martedì la galassia di Star Wars ha ricevuto un...

Star Wars: Natalie Portman smentisce le voci sul rumor di Padme

Natalie Portman è un'attrice premio Oscar nota per una...

CORRELATI

Star Wars: Taika Waititi paragona il suo film alla trilogia originale

Taika Waititi sembra aver chiuso con il Marvel Cinematic...

Star Wars: Young Jedi Adventures – Recensione

Prodotta dalla LucasFilm Animation, Star Wars: Young Jedi Adventures...

Star Wars: Hayden Christensen interviene su uno dei più grandi dibattiti di Ahsoka

Star Wars: Ahsoka, la star Hayden Christensen ha risposto...