Star Wars L’alta Repubblica – L’Equilibrio della forza

spot_imgspot_img

Approda in fumetteria e su panini.it la serie a fumetti della Fase II dell’Alta Repubblica, che si apre con un primo buon volume (di due).

Scott ci porta su Jedha, la Luna del Pellegrino, già vista in Rogue One e nei fumetti della serie Star Wars, ambientando le vicende 150 anni prima della Fase I: siamo infatti nel 382 BBY.  Questa prima metà di serie va letta, come peraltro rappresentato in un’utile mappa ad inizio albo, dopo i primi tre romanzi della Fase II (Il sentiero dell’ingannoConvergenzaMissione nella città perduta).

SINOSSI

Jedha. La Luna del pellegrino. Il Cuore di Kyber. Le tensioni nella città sacra per la Forza stanno aumentando e all’orizzonte si vedono arrivare giorni bui. Il Jedi Vildar Mac arriva su Jedha proprio mentre la fragile pace inizia a sgretolarsi, nel Consesso che riunisce tutti i culti della Forza. Basterà l’aiuto della Padawan Matthea Cathley a scoprire chi sia l’autore di tutti i furti di reliquie che si stanno moltiplicando nella città sacra? E perché tutte le strade portano al Tempio dei Whill? 

PARERI, PRO E CONTRO

Questo primo volume (di due), ha sicuramente tra i propri punti di forza dei personaggi ben delineati e strutturati. Tutto di loro è ben delineato, ed è un piacere vederli interagire con l’universo narrativo costruito intorno a loro.

Anche i disegni, di Ario Anindito e Andrea Broccardo svolgono egregiamente il loro lavoro in funzione della storia: molto dinamici, non troppo carichi (per rappresentando benissimo un universo variopinto come quello di Star Wars) con un character design davvero interessante e ben riuscito.

La storia, nonostante intrattenga egregiamente il lettore, fa fatica a decollare. In attesa della seconda parte sembra che qualcosa non fili proprio per il verso giusto, pur rimanendo comunque una lettura interessante, come già detto, per i disegni e i personaggi principali.

LEGGI ANCHE:
Correlati