Star Wars: Young Jedi Adventures – Recensione

Un buon modo di appassionarsi alla saga della galassia lontana lontana per i più piccoli!

spot_imgspot_img

Prodotta dalla LucasFilm Animation, Star Wars: Young Jedi Adventures è la prima serie animata del franchise dedicata a un pubblico molto giovane. Composta da 19 episodi, ha come showrunner Michael Olson e nel ruolo di supervisore dell’animazione Elliot Bour.

Trama

Ambientata durante l’era dell’Alta Repubblica, secoli prima della saga sugli Skywalker, seguiremo dei giovani Padawan durante il loro addestramento per le vie della Forza. Per diventare Cavaliere Jedi, dovranno imparare i valori dell’autodisciplina, della compassione, del gioco di squadra e della pazienza.

Una buona introduzione alla Forza per i più piccoli

Star Wars: Young Jedi Adventures è uno show pensato per i più piccoli, ma strapperà un sorriso anche ai fan di vecchia data. Si tratta di una serie piena di avventura, di insegnamenti importanti come il rispetto verso la giustizia, delle altre culture e con grandi lezioni di vita. Inoltre, un motivo importante per cui guardare la serie, che farà appassionare anche i più grandi a mettersi davanti allo schermo, è la presenza del Gran Maestro Jedi Yoda, tanti addestramenti Jedi e molte citazioni e riferimenti alla grande saga. Il trio di Jedi che accompagneremo negli episodi è composto da Kai, Lis e Nubs, con la presenza di un personaggio regolare come Nash, che ricorda il caro Han Solo…

Pregi e difetti

Inoltre, i caratteri dei giovani personaggi sono ben realizzati ed esposti nella serie, utilizzando anche i loro difetti come parte delle lezioni di vita che alla fine di ogni episodio troviamo; come l’impulsività e a volte una leggera superbia di Kai, riflettendo però una buona audacia; la superficialità e la poca concentrazione in certe situazioni di Lis, la quale è al tempo stesso molto saggia (e agile) in altre circostanze; oppure il pensare fin troppo poco per Nubs, che compensa con la simpatia e ricorda a suo modo Chewbecca. Mentre Nash, è la spericolata e coraggiosa pilota che fa salire a bordo i giovani Jedi per le loro avventure.

Sembra che tutto il team di Star Wars si sia impegnato per creare la prima serie animata dedicata (soprattutto) ai nuovi e giovanissimi fan della saga della Galassia Lontana Lontana, con personaggi, valori e insegnamenti di cui ogni episodio è stracolmo. Così facendo, non solo hanno creato un bel prodotto per la prossima generazione, ma hanno onorato anche i fan più affezionati che saranno orgogliosi di vedere i nuovissimi fan emozionarsi davanti a spade laser, navicelle e avventure spaziali legate alla Forza, esattamente come loro all’epoca. Magari guardandolo in loro compagnia!

E voi cosa ne pensate di Star Wars: Young Jedi Adventures? Lo avete già visto? Fateci sapere tutto nei commenti e continuate a seguirci!

Sembra che tutto il team di Star Wars si sia impegnato per creare la prima serie animata dedicata (soprattutto) ai nuovi e giovanissimi fan della saga della Galassia Lontana Lontana, con personaggi, valori e insegnamenti di cui ogni episodio è stracolmo. Così facendo, non solo hanno creato un bel prodotto per la prossima generazione, ma hanno onorato anche i fan più affezionati che saranno orgogliosi di vedere i nuovissimi fan emozionarsi davanti a spade laser, navicelle e avventure spaziali legate alla Forza, esattamente come loro all'epoca. Magari guardandolo in loro compagnia!
LEGGI ANCHE:
Correlati
Sembra che tutto il team di Star Wars si sia impegnato per creare la prima serie animata dedicata (soprattutto) ai nuovi e giovanissimi fan della saga della Galassia Lontana Lontana, con personaggi, valori e insegnamenti di cui ogni episodio è stracolmo. Così facendo, non solo hanno creato un bel prodotto per la prossima generazione, ma hanno onorato anche i fan più affezionati che saranno orgogliosi di vedere i nuovissimi fan emozionarsi davanti a spade laser, navicelle e avventure spaziali legate alla Forza, esattamente come loro all'epoca. Magari guardandolo in loro compagnia!Star Wars: Young Jedi Adventures - Recensione