Wish: la produttrice Jennifer Lee parla degli Easter Egg Disney

spot_imgspot_img

Wish è l’ultimo film dei Walt Disney Animation Studios, uscito in occasione del 100° anniversario della società. Sebbene il film abbia ottenuto reazioni contrastanti, con un punteggio del 50% da parte della critica e dell’82% da parte del pubblico su Rotten Tomatoes, c’è molto da apprezzare per i fan più accaniti della Disney. In effetti, Wish contiene molti riferimenti agli ultimi 100 anni della casa di produzione. Ci sono molti easter egg in tutto il film, oltre a un tributo a tutti i film d’animazione Disney precedenti durante i titoli di coda. ComicBook.com ha recentemente avuto la possibilità di parlare con Jennifer Lee, Chief Creative Officer della società e co-sceneggiatrice di Wish. Durante la chiacchierata, l’è stato chiesto se ci sono mai stati dibattiti su quali personaggi classici Disney sarebbero stati rappresentati in Wish.

No. È interessante notare che all’inizio si trattava solo della storia così com’è, le favole originali, rimanendo fedeli a quelle. C’erano cose che cominciavano ad arrivare organicamente e che ti facevano pensare: ‘Wow, è come se facesse parte di questa eredità e non lo sapesse’. Anche durante tutto il percorso, come avete visto, proprio alla fine con Asha, l’ascesa è stata: “Oh mio Dio, lei è un’aiutante. Qual è l’aiutante definitivo?” Erano solo cose che continuavano a prestarsi in modo importante, voglio dire, in un modo che era più evocativo per l’insieme.

Questa è stata la risposta della scrittrice e produttrice. Ha poi continuato:

E poi, una volta che ci siamo avvicinati alla storia e che le persone stavano disegnando il film e si stavano dedicando all’animazione, ci siamo detti: ‘Divertiamoci’. Voglio dire, si tratta di questo, davvero, e non prendiamoci troppo sul serio. Se è troppo distraente nel momento sbagliato, non lo faremo. Ma vedrete che nei momenti più sciocchi ci spingiamo più in là, perché stiamo solo avendo il permesso di rilassarci. Nei momenti più intensi, invece, manteniamo una maggiore fedeltà a questi momenti e ogni cenno in questo senso è qualcosa di più organico.

Perché Once Upon a Studio non è prima di Wish?

Il mese scorso, i Walt Disney Animation Studios hanno celebrato il loro 100° anniversario pubblicando un nuovo cortometraggio animato in onore di questo traguardo. La ABC ha trasmesso Once Upon a Studio, che presentava 543 personaggi provenienti da oltre 85 lungometraggi e cortometraggi Disney. Ora il corto è disponibile in streaming su Disney+. A Jennifer Lee è stato chiesto, inoltre, perché Once Upon a Studio non è stato abbinato a Wish.

Beh, credo che si sia parlato di accoppiarli, ma credo che ciò che era più importante per molti di noi era che Once Upon a Studio fosse dato al mondo il giorno dell’anniversario come ringraziamento. Un ringraziamento a tutti gli artisti, un ringraziamento a tutti i fan, un ringraziamento a chiunque abbia accolto la Disney nella propria vita e questo cinque settimane prima dell’uscita del film.

Ha spiegato Lee.

In realtà, la sensazione è che non vogliamo trattenerlo e non vogliamo che la gente debba pagare il biglietto per vederlo, se è davvero così. E poi ci sono alcune parti del mondo in cui andrà in prima fila, ma solo in base al fatto che non hanno Disney+ o che non era così facilmente disponibile. Perché vogliamo assicurarci che tutti possano vederlo. Ma credo che sia proprio questo il motivo per cui ci siamo detti: “Non aspettate”.

Andrete a vedere Wish al cinema? Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 22 novembre 2023, mentre in quelle italiane uscirà 21 dicembre.

LEGGI ANCHE:
Correlati