Il Gladiatore 2 riprenderà le riprese per la prossima settimana

Il film era in produzione prima che lo sciopero ne interrompesse la produzione.

spot_imgspot_img

Fresco dell’uscita nelle sale di Napoleone, il regista Ridley Scott tornerà alla produzione del suo sequel pianificato de Il Gladiatore la prossima settimana. Barry Keoghan reciterà nel sequel al fianco di Paul Mescal, meglio conosciuto per il suo ruolo in Normal People, che era stato scelto per dirigere il sequel a febbraio, con Scott pronto a tornare alla regia da una sceneggiatura di David Scarpa. Sono passati circa cinque anni da quando hanno iniziato a circolare notizie serie su un seguito del Gladiatore di Ridley Scott, con la sceneggiatura terminata la primavera scorsa. Variety riferisce che il film, la cui uscita è prevista per il 22 novembre 2024, riprenderà la produzione a Malta tra meno di una settimana.

La produzione del film è iniziata all’inizio di quest’anno, ma si è interrotta quando WGA e SAG-AFTRA hanno scioperato. Prima che la produzione venisse interrotta, sono emerse delle foto dal set che raffiguravano un gigantesco e pratico Colosseo che apparirà sullo schermo invece di utilizzare uno sfondo CGI per l’ambientazione.

“Prima di tutto, adoro fare film d’epoca. Adoro la ricerca. Adoro creare una sorta di odori dell’epoca”, ha detto Scott nel 2021. “Penso che quello che abbiamo fatto con il primo Gladiatore… non mi piace essere critico nei confronti di altre cose accadute prima, ma onestamente non ero un grande fan dei film epici romani di Hollywood. Sembravano artificiali e quindi, quando mi è stato chiesto di prendere in considerazione una sceneggiatura, la sceneggiatura non era molto buona.

Ma la persona che me lo ha dato, voglio farti vedere una cosa, e ha preso un’illustrazione, è vero, si intitola Per quelli che stanno per morire di Gérome. La tiene in mano. È una foto di questo grande quadro della Colosseo, e nell’angolo c’è questo ragazzo, che sta per forchettare il tonno a questo povero bastardo. Ha questa cosa nel collo e sta cercando il permesso di uccidere. Ho pensato: “Maledizione, non è mai stato fatto correttamente prima”. Mai.’ Ho detto: “Lo farò”. Ha detto che lo farai? Ho detto di sì. Volevi leggere la sceneggiatura? Ho detto di no, e siamo andati a terra correndo attorno al tavolo e sviluppando il nuovo materiale. “

Koeghan interpreterà l’Imperatore Geta, che era il nome di un vero imperatore romano, ma come il primo film, il sequel non è basato su una storia vera. Russell Crowe, protagonista dell’originale, non tornerà, poiché il suo personaggio è morto alla fine del film. Mescal interpreterà Lucius, il figlio di Lucilla (Connie Nielsen). Ora che è un uomo adulto, Lucius è cresciuto con l’ammirazione per Maximus (il personaggio di Crowe), che ha salvato lui e sua madre. Massimo non tornerà per il film, dal momento che è morto alla fine del Gladiatore, ma non prima di aver ucciso Commodo (Joaquin Phoenix), figlio del leader romano Marco Aurelio e principale antagonista del primo film.

Scott produrrà il film, insieme al presidente della Scott Free Michael Pruss, e a Doug Wick e Lucy Fisher della Red Wagon Entertainment. Tornano dal film originale anche Janty Yates (costumista) e Arthur Max (scenografo).

LEGGI ANCHE:
Correlati