Family Switch: la recensione della nuova commedia natalizia di Netflix

spot_imgspot_img

Il 30 novembre esce su Netflix una nuova commedia adatta ad un pubblico di famiglie e non solo, diretta da McG. Family Switch approda sulla piattaforma streaming proprio in tempo per una maratona natalizia. Il film, infatti, è proprio ambientato nel periodo natalizio e affronta temi, come l’amore e l’amicizia, immancabili in questo filone narrativo. Al centro della storia troviamo una classica famigliola americana, con Jennifer Garner nel ruolo della madre, Ed Helms nel ruolo del padre, Emma Myers e Brady Noon nel ruolo dei due figli adolescenti. Ecco la sinossi e il trailer del film:

Una famiglia precipita nel caos pochi giorni prima di Natale, quando un raro evento cosmico fa sì che i genitori si scambino i corpi con i figli adolescenti.

Di seguito, potete leggere la nostra recensione senza spoiler di Family Switch.

Generazioni a confronto

Il film si incentra sulle complesse dinamiche, che spesso si nascondono dietro la facciata di una famiglia perfetta. Gli Walker si presentano come la classica famigliola americana, con una graziosa villetta, un cagnolino, un bebè e due liceali. Con l’arrivo delle feste, però, oltre tensioni tra genitori e figli vengono a galla. Wyatt (Brady Noon) è un ragazzo nerd molto intelligente, che ambisce ad entrare in una prestigiosa università. Il suo fare timido e impacciato sembra proprio incompatibile con la personalità estroversa del padre (Ed helms), che alle superiori era un musicista popolare. Allo stesso tempo, CC (Emma Myers) investe tutto nella sua passione per il calcio, giocando nella squadra femminile del liceo, mentre non capisce proprio il carattere razionale della madre (Jennifer Garner), oltre alla sua decisione di chiudersi in un ufficio.

Poi, l’espediente sovrannaturale presente nel film dà loro la possibilità di confrontarsi. Mettendosi letteralmente gli uni dei panni degli altri, lentamente iniziano a capire i loro diversi punti di vista, ma anche i loro diversi punti di forza. Al di là delle mille difficoltà e dei siparietti comici, le due diverse generazioni riescono a conoscersi oltre ai reciproci stereotipi. La famiglia è certamente un tema imprescindibile nei film di Natale: Family Switch aderisce perfettamente a questo filone, descrivendo un quadretto leggero e speranzoso, forse senza grande originalità.

Leggerezza a Natale

Senza grandi pretese, il film regala una serata di intrattenimento e di risate. La sua durata di poco più di un’ora e mezza è molto congeniale a una narrazione ricca, anche se non troppo complessa e articolata. Oltre a varie scene comiche, la brillante recitazione dei quattro attori protagonisti conferisce al film un’ironia leggera e pulita. Inoltre, non può mancare una piacevole atmosfera natalizia che, certamente, caratterizza l’intero lungometraggio. Con una regia chiara ed essenziale, McG ci porta nel clima caloroso della villetta degli Walker a pochi giorni da Natale, anche se i personaggi sono tutt’altro che rilassati e in vena di festeggiamenti. Un’ulteriore elemento di comicità imperdibile è dato dallo scambio di corpi tra il figlio più piccolo, un bambino di pochi anni, e il cagnolino: i genitori e i due adolescenti non sono gli unici ad essere colpiti dall’evento cosmico!

I sogni di Family Switch

Non importa quanto possa risultare prevedibile, il film si immerge in un’atmosfera ottimistica e si conclude con u’immancabile happy ending. Fin dal principio della storia, il pubblico può immaginare la sua evoluzione, ma rimane a guardare perché coinvolto dalla leggerezza e dalla sua positività. In un certo senso, persino il susseguirsi di cliché risulta quasi rassicurante. Family Switch è un film di sogni che si realizzano, proprio con la loro coronazione il giorno di Natale. In primis, ci sono le ambizioni di Wyatt e CC, il primo determinato a diventare un grande scienziato, ma incapace di dichiararsi alla ragazza che gli piace, la seconda desiderosa di farsi notare dai selezionatori per passare i successivi anni a giocare a calcio ad alti livelli.

Ma non sono solo i ragazzi a sognare, anche i signori Walker hanno tanti rimpianti e desideri. Tornare, in qualche modo, giovani offrirà loro l’occasione di dare voce a questi sogni. Indubbiamente, nel film ricorrono diversi luoghi comuni, dal nerd imbranato alla mamma iper indaffarata. Tuttavia, questi modelli molto classici permettono di empatizzare velocemente con lo spirito del film, anche grazie all’effetto di déja-vu.

Family Switch è disponibile su Netflix dal 30 novembre.

Che cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti e non dimenticate di iscrivervi alla nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati su Film e Serie TV.

Family Switch racconta una storia ricca di speranza e di ironia, in perfetto spirito natalizio. Non mancano i confronti tra generazioni e le complesse dinamiche familiari, rappresentati con una recitazione brillante e leggera. Il film di certo non si contraddistingue per l'originalità, anzi si appoggia proprio ad alcuni cliché, ma regala una visione spensierata in cui si empatizza volentieri con una classica famigliola americana. Assolutamente consigliato per le vostre maratone di Natale!
LEGGI ANCHE:
Correlati
Family Switch racconta una storia ricca di speranza e di ironia, in perfetto spirito natalizio. Non mancano i confronti tra generazioni e le complesse dinamiche familiari, rappresentati con una recitazione brillante e leggera. Il film di certo non si contraddistingue per l'originalità, anzi si appoggia proprio ad alcuni cliché, ma regala una visione spensierata in cui si empatizza volentieri con una classica famigliola americana. Assolutamente consigliato per le vostre maratone di Natale!Family Switch: la recensione della nuova commedia natalizia di Netflix