Harry Potter: La storia degli Horcrux e di come sono stati distrutti (nei libri)

Il franchise di Harry Potter ha finalmente rivelato nel Principe Mezzosangue che Voldemort era in grado di tornare grazie ai suoi sette Horcrux, ma Harry e molti altri sono riusciti a distruggerli tutti. Uno dei misteri più grandi di Harry Potter nei film e nei libri era come Voldemort sembrasse rimanere, in un certo senso, vivo dopo che la maledizione dell’uccisione era fallita su Harry, portando infine alla piena rinascita di Voldemort nel Calice di Fuoco. Gli Horcrux, ovvero gli oggetti magici oscuri in cui un mago può nascondere un pezzo della propria anima, sono stati introdotti nel sesto capitolo, mandando Harry in missione per trovarli e distruggerli tutti.

Il film del Principe Mezzosangue ha tagliato diversi ricordi cruciali dai libri che avrebbero dato al pubblico una maggiore comprensione del motivo per cui Voldemort desiderava questi oggetti molto specifici, a chi erano stati sottratti e come erano stati realizzati. Gli Horcrux sono noti nel Mondo Magico per essere oggetti estremamente malvagi, tanto che persino la maggior parte dei libri sulle Arti Oscure non rivela come crearli. Nei libri è descritto in dettaglio che gli Horcrux possono essere distrutti solo con pochissimi, ma potenti, mezzi e che per crearne uno un mago deve prima commettere un omicidio per dividere la propria anima. Tutti e sette gli Horcrux di Voldemort sono stati distrutti da Harry Potter e dai suoi alleati.

- PUBBLICITÀ -

Il Diario di Tom Riddle

Il primo dei 7 Horcrux di Voldemort è stato introdotto in Harry Potter e la Camera dei Segreti prima che il pubblico sapesse cosa fosse veramente. L’oggetto era il diario di gioventù di Voldemort/Tom Riddle e il primo Horcrux che egli creò. In una storia di Lucius Malfoy tagliata dai film, è stato rivelato che Voldemort diede a Malfoy l’Horcrux durante la Prima Guerra magica con l’intento di riaprire la Camera dei Segreti in un altro momento. Tuttavia, Malfoy credeva che Voldemort fosse veramente morto e decise di liberarsi dell’oggetto incriminato e di coinvolgere i Weasley facendolo scivolare nel calderone di Ginny.

Harry distrusse l’Horcrux del diario di Tom Riddle nella Camera dei Segreti con una zanna di basilisco che gli era stata conficcata nel braccio. All’epoca Harry non sapeva cosa stesse facendo, solo che il Riddle intrappolato in quel diario stava diventando sempre più potente e pensò che l’unico modo per fermarlo sarebbe stato distruggere il diario. Il veleno di Basilisco è uno dei pochi modi per distruggere un Horcrux, poiché l’unico antidoto del veleno sono le lacrime di Fenice. Silente intuì che Voldemort stava utilizzando gli Horcrux quando Harry gli riportò il diario per la prima volta, ma non glielo fece capire fino al Principe Mezzosangue.

L’Anello di Marvolo Gaunt

Il secondo Horcrux creato da Voldemort e poi distrutto da Silente fu l’anello di Marvolo Gaunt. Marvolo Gaunt era il nonno materno di Voldemort, uno degli ultimi discendenti diretti di Salazar Serpeverde con violente inclinazioni anti-mago, la cui mente era stata influenzata da generazioni di consanguineità in nome della purezza del sangue. Voldemort scoprì la sua discendenza mentre frequentava Hogwarts e fece visita alla baracca dei Gaunt quando aveva 16 anni, ma trovò suo zio Morfin al posto di Marvolo, che indossava l’anello. Quando Morfin gli parlò del padre babbano, Riddle stordì Morfin, modificò la sua memoria, rubò l’anello e poi procedette a massacrare il padre e i nonni babbani.

- PUBBLICITÀ -

Riddle usò l’omicidio del padre per creare l’anello Horcrux, ma solo dopo aver chiesto a Lumacorno come creare un Horcrux. Nascose l’anello Horcrux nel relitto della baracca dei Gaunt, che fu poi rintracciato da Silente. Tecnicamente sia Dono della Morte che Horcrux, poiché conteneva la Pietra della Resurrezione, Silente fu fortemente tentato dall’anello e cedette alla sua maledizione, ma riuscì a usare la Spada di Grifondoro per distruggerlo. La Spada era stata impregnata di veleno di basilisco dopo che Harry l’aveva usata per uccidere il basilisco nella Camera dei Segreti, poiché il normale metallo dei folletti non sarebbe stato in grado di distruggere l’Horcrux da solo.


Il medaglione di Salazar Serpeverde

Il medaglione di Salazar Serpeverde è stato il prossimo Horcrux creato da Voldemort in Harry Potter prima di essere distrutto da Ron Weasley con la Spada di Grifondoro. La storia del medaglione è molto più complicata e non viene rivelata nel film Il Principe Mezzosangue. Unico Horcrux a non essere stato distrutto all’interno del territorio di Hogwarts, il cimelio della famiglia Gaunt fu inizialmente passato alla madre di Voldemort, Merope Gaunt, che lo vendette a Borgin e Burkes a Knockturn Alley per una miseria quando era sull’orlo del travaglio e Tom Riddle Senior l’aveva abbandonata. Alla fine il medaglione fu acquistato da Hepzibah Smith, che possedeva anche la coppa di Tassorosso.

Hepzibah mostrò a Riddle il medaglione e la coppa mentre lavorava da Borgin e Burkes e lui li rubò entrambi, usando l’omicidio di un vagabondo babbano per creare il medaglione Horcrux. Ha poi nascosto l’Horcrux, con l’aiuto dell’elfo Kreacher, nella grotta dove da ragazzo aveva terrorizzato due bambini orfani. È così che Regulus scoprì l’Horcrux di Voldemort (grazie a Kreacher) che Harry vide per la prima volta nell’Ordine della Fenice mentre ripuliva Grimmauld Place. Il trio lo rintraccia e Ron usa la Spada di Grifondoro per trafiggerlo.

La Coppa di Tassorosso

Uno degli Horcrux più difficili da ottenere era la coppa di Tassorosso, distrutta con le zanne di basilisco da Hermione Granger durante i Doni della Morte. La coppa fu tramandata attraverso la stirpe dei Tassorosso prima di finire nelle mani di Hepzibah Smith, una cliente di Borgin e Burkes che Voldemort visitava regolarmente. Quando lei gliela mostrò (insieme al medaglione), Voldemort elaborò rapidamente il piano per assassinare Hepzibah e incastrare il suo elfo domestico Hokey, rubando al contempo la coppa e il medaglione. Usò l’omicidio di Hepzibah per creare l’Horcrux della coppa, ma non si sa in quale momento la lasciò alle cure di Bellatrix Lestrange.

Bellatrix non sapeva che la coppa fosse un Horcrux, come Lucius Malfoy, ma trattò l’oggetto con la massima cura, riponendolo nel suo caveau alla Gringotts. Harry ipotizzò che un Horcrux fosse nascosto nel suo caveau solo in base alla sua reazione alla convinzione che il trio si fosse introdotto mentre li interrogava a Malfoy Manor. Poiché il trio aveva perso la Spada di Grifondoro a causa di Griphook in quel momento nei Doni della Morte, dovettero aspettare a distruggere la coppa fino a quando Ron ed Hermione non riuscirono a scendere nella Camera dei Segreti durante la Battaglia di Hogwarts per usare le zanne dello scheletro del basilisco.

Il diadema perduto di Corvonero

Il diadema di Corvonero fu l’ultimo Horcrux creato intenzionalmente da Voldemort e fu distrutto accidentalmente con il fiendfyre prodotto da Vincent Crabbe, uno degli amici di Draco Malfoy a Hogwarts. Il diadema era stato rubato da Helena, la figlia dei Corvonero, che fu rintracciata in Albania dal Barone Sanguinario. Helena nascose il diadema in un albero cavo prima di essere uccisa dal Barone e Tom Riddle riuscì a incantarla mentre frequentava Hogwarts. Dopo essersi procurato il medaglione e la coppa, partì per l’Albania e riuscì a trovarlo nella foresta, sfruttando l’omicidio di un contadino albanese senza nome per trasformare il diadema in uno dei 7 Horcrux.

Voldemort nascose l’Horcrux del diadema nella Stanza delle Necessità durante un colloquio di lavoro per il posto di Difesa contro le Arti Oscure. Harry vide per la prima volta il diadema nel Principe Mezzosangue mentre vi nascondeva il suo libro di pozioni, anche se all’epoca non sapeva cosa fosse. Se ne ricorda nei Doni della Morte e inizia a cercare nella Stanza delle Necessità prima di essere affrontato da Draco Malfoy, Vincent Crabbe e Gregory Goyle (anche se i personaggi saranno diversi nel film). Crabbe cercò di usare il fiendfyre contro di loro, un incantesimo che Hermione sapeva avrebbe distrutto un Horcrux ma che era troppo difficile da controllare, e dimostrando la sua tesi, incendiò la stanza, distruggendo l’Horcrux nel processo.

Il serpente di Voldemort, Nagini

Voldemort trasformò il serpente Nagini in un Horcrux mentre era solo un corpicino scheletrico durante il Calice di Fuoco, e Neville Paciock distrusse l’Horcrux decapitandolo con la Spada di Grifondoro. Il fatto che Nagini fosse una donna con una maledizione del sangue che la trasformava permanentemente in un serpente non è stato rivelato nella serie di Harry Potter. Piuttosto, è stato scoperto nel corso di Fantastic Beasts: I crimini di Grindelwald. In Harry Potter non viene mai spiegato come Voldemort e Nagini si siano incontrati, ma è probabile che sia stato in Albania e che lei lo abbia aiutato a rimettersi in salute con una pozione a base del suo veleno. Voldemort la trasformò in un Horcrux usando la morte di Bertha Jorkins.

Un cambiamento tra libro e film che non sarebbe mai dovuto accadere è stata l’omissione completa della storia di Bertha. Bertha Jorkins era un’impiegata del Ministero della Magia che era stata rapita da Peter Minus e aveva fornito a Voldemort informazioni cruciali sul Torneo Tremaghi e sull’ubicazione del suo servitore Barty Crouch Jr. Nagini è uno dei pochi Horcrux di cui Harry è a conoscenza nei film dei Doni della Morte e, a causa della sua vicinanza a Voldemort, quest’ultimo non è in grado di ucciderla prima di sacrificarsi e affida quindi la missione a Neville. Neville riesce a estrarre la Spada di Grifondoro dal Cappello Parlante al momento giusto durante la Battaglia di Hogwarts, tagliandole la testa.

Harry Potter

Harry Potter stesso è stato l’ultimo dei 7 Horcrux di Voldemort ed è stato distrutto dalla sua stessa mano. La rivelazione bomba che Harry è stato accidentalmente trasformato in un Horcrux la notte in cui la maledizione non ha funzionato è stata mostrata attraverso i ricordi di Piton e ha messo in moto la parte finale della profezia: “Nessuno dei due può vivere mentre l’altro sopravvive”. La notte in cui Voldemort tentò per la prima volta di uccidere Harry, la sua anima era in uno stato profondamente instabile, avendo già creato cinque Horcrux. Per questo motivo, quando lancia la maledizione ma gli si ritorce contro, una parte di anima si è separata e si è attaccata all’unico essere vivente nelle vicinanze, cioè Harry. L’essere un Horcrux era il motivo per cui Harry poteva parlare il serpentese e vedere i pensieri di Voldemort.

“Nessuno dei due può vivere se l’altro sopravvive”.

Harry entrò volontariamente nella Foresta Proibita durante i Doni della Morte, pronto a sacrificarsi, e non alzò la bacchetta quando Voldemort gli lanciò un’altra maledizione mortale. Fu questa decisione che permise di distruggere l’Horcrux in Harry, mentre Harry poteva ancora vivere. Sebbene Nagini fosse tecnicamente l’ultimo Horcrux a essere distrutto, Harry era probabilmente il più importante e quello che Voldemort non sapeva di aver creato. Di conseguenza, proprio come Harry aveva un po’ di Voldemort in sé, anche Voldemort aveva un po’ di Harry in sé da quando usò il sangue di Harry per la sua rinascita, assicurando inavvertitamente che la protezione di Lily Potter fosse ferrea.

I più letti

Diablo III – Annunciato il bundle per la versione Nintendo Switch

Oggi Nintendo ha annunciato che produrrà un bundle di...

Chi è Xelia Mendes-Jones? 5 cose da sapere sull’attrice di Fallout

Tutti gli otto episodi della nuova serie basata sull'omonimo...

Lucifer: dove vedere le prime tre stagioni, in attesa della quarta su Netflix l’8 maggio [AGGIORNATO]

Come sappiamo, dopo l’incredibile rinuncia da parte della Fox...

Fear The Walking Dead 5: il punto sulla programmazione italiana, nuovo rinvio!

Negli USA, la quinta stagione di Fear The Walking...

Cosplay: TOP 10 negozi online dove acquistare!

Trovare il giusto negozio online dove acquistare i nostri...
spot_img
Correlati
spot_img