Potenziale uscita del film live-action Aladdin 2, cast e tutto quello che sappiamo

Mentre Aladdin del 2019 ha riscosso un enorme successo, è arrivato il momento di guardare all’uscita di un potenziale Aladdin 2 in live-action. Il regista Guy Ritchie ha realizzato un emozionante remake in live-action del film d’animazione del 1992, vincitore di un premio Oscar (con l’aiuto di un cast di prim’ordine), che ha sbancato il botteghino incassando oltre 1 miliardo di dollari per la Disney (secondo Box Office Mojo). Finora, la Disney ha dato il via libera a un secondo film per un solo remake in live-action (Mufasa: The Lion King del 2024), non lasciando alcuna garanzia che un film come Aladdin 2 diventi realtà.

Aladdin 2 è ancora in lavorazione?

Deadline ha riferito per la prima volta che Aladdin 2 era in fase di sviluppo nel 2020 dietro una sceneggiatura scritta da John Gatins e Andrea Berloff. Il film avrebbe dovuto riunire il cast principale del primo film, tra cui Mena Massoud (Aladdin), Naomi Scott (Jasmine) e Will Smith (Genio).

- PUBBLICITÀ -

Tuttavia, Massoud ha fornito un aggiornamento sul film in una chat con MovieWeb nel marzo 2023, indicando che era improbabile che Aladdin 2 venisse realizzato.

Massoud ha scatenato una polemica sui social media paragonando i risultati di Aladdin a quelli del film live-action La sirenetta del 2023. Secondo Massoud, la Sirenetta non avrebbe ottenuto lo stesso risultato al botteghino di Aladdin, ma si aspettava anche che il primo avrebbe avuto un sequel prima del suo film:

“Il nostro film è stato unico perché il pubblico è andato a vederlo più volte. È l’unico modo per raggiungere il miliardo di dollari con la nostra apertura. Credo che [‘La sirenetta’] non raggiungerà il miliardo, ma avrà senza dubbio un sequel”.

Il regista Guy Ritchie ha condiviso con Collider la speranza di continuare a girare un secondo film nel febbraio 2023. Ha dichiarato di aver apprezzato l’esperienza vissuta, definendola “molto divertente” e indicando le idee per il secondo film:

“Mi piacerebbe molto. Non so dirvi quanto mi sia piaciuta questa esperienza. È stata una grande esperienza. La Disney, come potete immaginare, è una struttura così professionale. Da questo punto di vista, è stato molto divertente. Mi piacerebbe molto, aspetteremo e vedremo. È da un po’ di tempo che stiamo discutendo di alcune idee, ma sarebbe bello farlo, sarebbe bello tornare lì”.

- PUBBLICITÀ -

Nel dicembre del 2023, Massoud ha commentato lo stato di Aladdin 2 con ScreenRant, spiegando come gli scioperi degli sceneggiatori e degli attori abbiano “messo tutto in stand-by”: “Non ho nessun aggiornamento.

“Non ho aggiornamenti. Penso che, come hai detto tu, lo sciopero abbia messo tutto in attesa. So che stavano cercando di farlo partire da tempo, ma non ho idea a che punto sia. Ascolta, abbiamo girato nel 2017. Sono passati sei anni da quando abbiamo girato e concluso il progetto. Per me, a un certo punto, la vita va avanti. Sono sicuro che hanno le loro ragioni. So che ci hanno provato per molto tempo, quindi non so quali fossero esattamente gli ostacoli. Ma forse ora, dopo la fine dello sciopero, continueranno a cercare di far decollare il progetto”.

Al momento in cui scriviamo, Aladdin 2 sembra essere stato messo da parte, ma non è stato reso pubblico nulla di ufficiale che lo confermi.

Quando potrebbe uscire Aladdin 2?

Se Aladdin 2 dovesse essere ancora in ballo, molto probabilmente la sua uscita non avverrà prima di qualche anno.

Le riprese del primo film sono iniziate il 6 settembre 2017 e il film è uscito nelle sale solo il 24 maggio 2019, quasi due anni dopo.

Se il sequel verrà ufficialmente autorizzato e inizierà le riprese entro il prossimo anno, probabilmente ci vorranno almeno due anni prima che debutti nelle sale, fissando una data di uscita non prima del 2026.

È importante notare che il regista Guy Ritchie ha attualmente diversi film in varie fasi di sviluppo. Il più immediato è In the Grey (con Jake Gyllenhaal e Henry Cavill), la cui uscita nelle sale è prevista per gennaio 2025.

Ha anche altri due film nelle prime fasi di sviluppo, intitolati Fountain of Youth e Wife and Dog, che in teoria dovrebbero essere tutti precedenti ad Aladdin 2.

Se dovesse dirigere Aladdin 2 dopo questi film, quasi certamente si aggiungerebbe un altro anno o due prima che sia disponibile a lavorarci.

Il potenziale cast di Aladdin 2

Se la Disney decidesse di dare il via libera ad Aladdin 2, la maggior parte del cast principale dovrebbe tornare per riprendere i propri ruoli.

In primo piano ci sarebbero l’Aladdin di Mena Massoud e la Jasmine di Naomi Scott, che finiscono per sposarsi dopo che Jasmine viene nominata sultana incinta. Dopo aver celebrato la loro unione, iniziano a governare insieme Agrabah.

Si prevede anche il ritorno del padre di Jasmine, il Sultano (interpretato da Naid Negahban), che probabilmente addestrerà ulteriormente Aladdin prima di assumere il ruolo di vero leader di Agrabah.

Per quanto riguarda i cattivi, sarebbe una sorpresa non vedere Marwan Kenzari tornare nella storia come Jafar. Attualmente è rinchiuso in una lampada dopo essere diventato un genio, il che lo rende un antagonista ancora più terrificante se dovesse uscire e portare nuovamente scompiglio.

L’elenco completo dei membri del cast che dovrebbero tornare è riportato di seguito:

  • Mena Massoud – Aladdin
  • Naomi Scott – Jasmine
  • Will Smith – Genio
  • Navid Negahban – Il Sultano
  • Marwan Kenzari – Jafar

La domanda più grande in termini di casting sarebbe il ritorno di Will Smith nel ruolo del Genio, che arriverebbe qualche anno dopo la controversia relativa al suo schiaffo a Chris Rock durante la cerimonia degli Academy Awards del 2022.

Parlando con The Hollywood Reporter, Guy Ritchie ha ricordato il periodo trascorso con Smith come “una delle esperienze più meravigliose e grandiose” della sua vita. Usando un linguaggio poco consono, ha persino definito Smith “il fottuto gentiluomo perfetto”, non mostrando alcuna remora a farlo tornare:

“Non ho mai incontrato un uomo più adorabile e lavorare con lui è stata una delle esperienze più meravigliose e grandiose che abbia mai avuto”, ha detto. “Non ho mai visto altro che un gentiluomo consumato e generoso. Non avrei alcun problema a scegliere Will Smith per qualsiasi ruolo, perché, come ho detto, era un gentiluomo fottutamente perfetto”.

Cosa potrebbe succedere in Aladdin 2?

Le scelte più semplici per la direzione della storia di Aladdin 2 potrebbero essere prese da uno dei sequel animati di Aladdin – Aladdin del 1994: Il ritorno di Jafar e Aladdin e il re dei ladri del 1996.

Il ritorno di Jafar vede Aladdin cercare di bilanciare la sua vita di topo di strada e di principe prima che il Sultano gli chieda di essere il suo visir reale in assenza di Jafar. Alla fine Jafar esce dalla lampada per vendicarsi di Aladdin, mentre Iago attraversa una crisi di coscienza e discute da che parte stare nella lotta.

Il Re dei Ladri riunisce Aladdin con il padre perduto da tempo, Cassim, che si rivela essere il capo dei 40 Ladri alla ricerca della Mano di Mida. Aladdin e Jasmine sperano anche di potersi finalmente sposare, ma i loro piani vengono rapidamente vanificati quando Aladdin scopre che suo padre è vivo grazie a un oracolo onnisciente.

Aladdin 2 ha l’opportunità di adottare una delle due storie, anche se molto probabilmente propenderebbe per Il ritorno di Jafar, per mantenere la storia cronologicamente in linea con quella degli anni ’90. Tuttavia, con solo qualche piccola modifica, uno o entrambi i film d’animazione potrebbero essere adattati per un sequel live-action.

Ci saranno altri spin-off di Aladdin in live action?

Nel 2015, The Hollywood Reporter ha diffuso la notizia dello sviluppo di uno spin-off del Genio in live-action, ben due anni prima che le riprese del film Aladdin in live-action iniziassero.

A causa della tempistica di quell’annuncio, le probabilità che la serie prenda vita sono scarse, soprattutto se si considera che da allora non ci sono state più notizie su quel progetto.

Inoltre, il principe Anders di Billy Magnussen nell’Aladdin del 2019 era destinato a un film spin-off (secondo The Hollywood Reporter) incentrato sul suo personaggio di supporto, potenziale pretendente della principessa Jasmine.

L’ultimo aggiornamento su quel progetto è arrivato nel 2022, quando Magnussen ha dichiarato a ScreenRant che il film era ancora in fase di lavorazione. Ha spiegato che era in fase di riscrittura e ha condiviso la sua eccitazione per “creare un mondo e una storia con lui dentro”.

“È in fase di sviluppo. In questo momento siamo in fase di riscrittura, e sta andando avanti. Sì, è davvero emozionante… Ho amato creare quel personaggio e avere l’opportunità di creare un mondo e una storia con lui è stato davvero un piacere. Lo adoro. Questo è ciò che amo davvero di questo settore: recitare in un modo simile… Essere il non Principe Azzurro, capite? Noi vediamo sempre il Principe Azzurro, quindi mi sono detto: “Facciamo un po’ di confusione””.

Aladdin del 2019 è ora in streaming su Disney+.

Cosa pensate? Fatecelo sapere nei commenti. E non dimenticate di iscrivervi al nostro gruppo Facebook dedicato alle serie tv e al cinema.

I più letti

Jujutsu Kaisen Stagione 3: uscita, novità e tutto quello che sappiamo

Dopo una stagione 2 ricca di azione, ecco cosa...

Demon Slayer Stagione 5: Quando usciranno altri episodi?

Con la quarta stagione di Demon Slayer in corso,...

Il film di “Harry Potter e la maledizione dell’erede” uscirà nel 2025?

Si dice che la Warner Bros. stia sviluppando un...

Chicago Fire stagione 13: ultime notizie!

L'universo di One Chicago continua a regnare sovrano, tanto...

Anteprima Panini 395 è online: ecco tutti i dettagli e il PDF!

Finalmente ci siamo! Anteprima 395 è online! Possiamo finalmente...
Correlati
spot_img