PERCHE’ NON STO ASPETTANDO DEADPOOL 2

IMPRESSIONI GENERALI E ASPETTATIVE DEL SECONDO CAPITOLO CON PROTAGONISTA DEADPOOL

Perché mai un amante del personaggio, della storia, delle graphic novel e del videogame riguardanti Deadpool dovrebbe mai dire ciò?

Io lettori miei, sono stato scottato, bruciato, ustionato più del prigioniero della stanza numero cinque del penitenziario di Larkhill.

Lo ammetto, il primo Deadpool non mi è piaciuto.

Troppe licenze cinematografiche mi hanno costretto a passare diversi mesi nel tunnel della depressione da “adattamento cinematografico”.

Attenzione, attenzione, ammetto che la visione dei trailers mi ha solleticato il subscroto e non poco, rendendomi più disponibile al confronto con Ryan e i suoi.

Partendo tra tutti dal primo teaser uscito lo scorso anno in cui vedevamo il nostro “anti-eroe” preferito beffeggiarsi del classico Superman di Christopher Reeve anni ‘70 che, nel tempo che ci mette Speedy Gonzales a rubarti il formaggio, si cambia in una cabina telefonica 50x50cm uscendone col dress code perfetto per vincere un contest al Comic-Con.

In questo primo assaggio vediamo il vecchio Red che passando per la strada assiste a una rapina ai danni di un anziano restio a lasciarsi derubare da un delinquente armato.

L’intera scena che ritrae Wade nell’atto di trasmutare le sue vesti da informatico della All Safe, con tanto di Hoodie nera, a Deadpool, con tanto di scimitarre incrociate sulla schiena, non approfitta di nessun taglio di montaggio impiegandoci così in più tempo di una Panda Fire a raggiungere i 100Km/h. Questo allungamento comico della scena, con tanto di chiappa spalmata sul vetro, fa pagare l’anziano osservatore di cantieri con la vita.

La scena si chiude splendidamente con il “Merc with a mouth” che mangia un gelato, raccattato dal sacchetto della spesa del vecchio, sdraiato sulla pancia zampillante di questo. Da notare il solito Stan Lee che ormai alla soglia dei duecento anni ancora ha voglia di fare i cameo nei film della Marvel.

Il trailer ufficiale uscito poi a inizio 2018 immerge lo spettatore nella storia che andrà a vedere al cinema.

In breve, il super villain affronterà mille peripezie affrontato e accompagnato da nuovi e ormai noti mutanti: Colosso, Cable e Testata Mutante Negasonica tra tutti.

Un trailer rilasciato in realtà prima dell’ufficiale porta a compimento il mio processo di indecisione sul boicottaggio della visione del film. Esso mi porta a diventare come una Beliber che sbava su una penna usata da Justin per pulirsi il naso.

La Marvel srotola il glande sulla scrivania citando (e non poco) la saga d’animazione che ha cambiato per sempre il cinema moderno: Toy Story.

Mostrando Wade nei panni di Andy che gioca alla lotta con le action figure di se stesso (con tanto di nome scritto sotto il piede) e di Cable.

Quindi ricapitolando la Marvel negli ultimi tre anni in me ha suscitato con questa saga di film tutta la tabella dei colori delle emozioni:

  • Eccitazione: il mondo ha aperto gli occhi, non sono l’unico quindi ad amarlo, non è frutto della mia immaginazione, i dottori avevano torto… IO NON SONO PAZZOOOO.. Deadpool esiste e PIACEEE…;
  • Trepidazione: quando esce sto film porco Zurg non ce la faccio più a farmi auto fellatio sul videogame, l’ho finito otto volte ormai;
  • Delusione: citando il primo che passa “e se l’attesa fosse essa stessa il piacere?”;
  • Accettazione: la morte fa parte della vita così come non c’è due senza quattro o così come chi trova un amico trova un tesoro;
  • Rimozione: non guarderò mai più un film della Marvel, addio spensierata gioventù, da domani solo Ėjzenštejn e Orson Welles;

E infine…..

  • Ri-eccitazione: Oddio maaa, maaa, ma quello è Wade Wilson che urla: “Maniiii in altooooooo” *.*

Spro che il punto sette, sette come il numero fortunato di Ryan Reynolds quando era al Coolidge College, di questa lista non chiuda un infinito loop verso la depressione. Aspetto insieme a voi tutti il 15 Maggio per andare a gioire piangere e  ridere in compagnia dell’unico Canadese al  mondo che abbia mai detto parolacce più cattive di acciderbolina.

Scrivi qui il tuo commento...