La Super Causa del padre dei Super Eroi Marvel

spot_imgspot_img

Stan Lee fa causa ai suoi soci accusandoli di averlo imbrogliato…

 

Stan Lee, il novantacinquenne padre di Spiderman e dei più famosi eroi Marvel, intenta una causa contro la società di cui è stato co-fondatore nel 2001: la “Pow! Entertainment”.

Secondo l’accusa i suoi (ormai ex) soci, il Ceo Shane Duffy e il co-fondatore Gill Champion, approfittando delle cattive condizioni di salute di Lee, quasi cieco e molto provato dalla perdita della moglie, gli avrebbero fatto firmare un contratto secondo il quale l’autore “cede i diritti di utilizzo del suo nome e della sua immagine, anche sui social, in relazione a tutte le opere create per la società”.

Tutto questo ,sempre secondo l’accusa è stato fatto al fine di favorire  la vendita della “Pow! Entertainment” ai cinesi della “Camsing International Holding” i quali tramite un comunicato hanno definito assurdo che Stan Lee non fosse consapevole al momento della firma della cessione dei diritti, mettendo anche in dubbio che la causa sia stata intentata senza il consenso del fumettista americano.

La richiesta di risarcimento da parte della difesa è l’annullamento del contratto e un risarcimento danni pari ad un miliardo di dollari. Questa volta i Super Eroi dell’universo Marvel poco potranno fare per aiutare il loro creatore che dovrà solo fare affidamento ai suoi avvocati per vincere questa Super causa…

 

 

spot_imgspot_img

Di cosa si parla nell'articolo:

POTREBBERO INTERESSARTI:

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

spot_img

Correlati

Into the Spider-Verse: agli Oscar tagliato il grazie a Stan Lee

L'organizzazione fa interrompere il discorso di ringraziamento prima che...

Captain Marvel: ci saranno due scene post-credit!

Nella notte, i Marvel Studios hanno organizzato le prime, e come...

Captan Marvel avrà un tributo a Stan Lee

La prima proiezione della stampa per Captain Marvel è...
spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here