Ogni giorno abbiamo maggiori dettagli sulla trama generale del nuovo capitolo del franchise, Man in Black: International

Sappiamo già Men in Black: International cerca di espandere la missione originale dell’agenzia oltre gli Stati Uniti, come infatti suggerisce il titolo, quello che non sapevamo era che il film in uscita cambierà anche la storia dell’organizzazione, rendendola molto più antica di quanto suggerito dai film precedenti.

Lo scenografo Charles Wood ha rivelato che il nuovo film mostrerà l’agenzia a partire da circa un secolo fa, con sedi nelle principali città di tutto il mondo.

Men in Black International

“Il look originale di Men in Black era una specie di set negli anni ’60”, ha spiegato Wood in un’intervista con Entertainment Weekly. “In realtà lo riportiamo indietro nel tempo e diciamo che International esiste in molte città in tutto il mondo e che forse aveva anche iniziato un secolo fa.”

Nel 2002, Men in Black II, con Will Smith e Tommy Lee Jones, presentava un mockumentary volutamente economico ospitato da Peter Graves, che interpretava se stesso.

Il documentario mostrava le origini dell’agenzia, quando il governo americano aveva avuto il first contact con gli extraterrestri nel 1961. Con questa nuova origine, invece, l’agenzia non sarà solo multinazionale, ma sarà più vecchia di decenni rispetto a quella originariamente rappresentata.

Man in Black: International

Diretto da F. Gary Gray, Men in Black International è interpretato da Chris Hemsworth, Tessa Thompson, Rebecca Ferguson, Kumail Nanjiani, Rafe Spall, Laurent e Larry Bourgeois, Emma Thompson e Liam Neeson. Il film uscirà il 14 giugno.

Leggi anche: