IN EVIDENZA

L’anatomia di un Avenger: 5 particolarità del corpo di IRON MAN che forse non conoscete

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
185FollowerSegui

Quasi tutti gli Avengers sono diventati gli Eroi più Potenti della Terra grazie a fantastici poteri, ma per Tony Stark la conoscenza tecnologica ha sempre avuto un ruolo determinante. Nei panni di Iron Man, si è imposto come uno dei più grandi supereroi, e, al tempo stesso, uno degli uomini più intelligenti del pianeta. In realtà, molti non sanno che Tony non è del tutto umano e che ci sono alcune particolarità del suo corpo che vanno prese in considerazione.

Ecco cinque elementi che caratterizzano la struttura anatomica di Iron Man:

IL CUORE

C’è un momento che ha cambiato per sempre la vita di Iron Man. Nel corso degli anni, i dettagli sono cambiati, si è parlato della Guerra in Vietnam, nel Golfo, in Afghanistan, ma la sua origine è rimasta la stessa. Un incidente quasi fatale che ha danneggiato il suo cuore. Un frammento di una bomba è finito nel petto di Tony, che si è visto costretto a inventare un elettromagnete per sopravvivere.

Questo evento lo ha portato a diventare Iron Man e all’inizio della sua carriera era obbligato a indossare una placca di metallo sul petto per paura che il frammento potesse fermare il suo cuore per sempre. Nel MCU il frammento è stato rimosso, ma nei fumetti ci è voluto un vero trapianto di cuore per risolvere il problema. Ora il cuore è più forte che mai, ma l’evento ha portato alcuni cambiamenti permanenti nel personaggio.

I NANITI

C’è così tanta tecnologia con cui Tony può ricoprire il suo corpo. E’ solo questione di tempo prima che inizi a entrare dentro il suo corpo per potenziarsi. L’armatura di Iron Man è diventata sempre più potente nel corso degli anni, ma uno dei difetti maggiori delle prime versioni era quanto Tony fosse vulnerabile fuori da essa, ma le cose sono iniziate a cambiare con la versione Extremis.

Con la versione Extremis, Tony ha all’interno del corpo delle particelle che gli permettono di formare una sotto armatura che lo ricopre interamente. Inoltre, può richiamare a sé l’armatura esterna, in modi sempre migliori e veloci. Quando crea il design Bleeding Edge, scopre di riuscire a raccogliere l’intera armatura nel suo flusso sanguigno. Questa versione è una delle più potenti e permette a Tony di avere la sua arma più potente sempre a portata di mano.

IL TESSUTO

In una delle reinvenzioni più radicali del personaggio, nell’Universo Ultimate, Tony Stark ha i suoi poteri sin dalla nascita. Sua madre lavora su una biotecnologia che può incrementare in modo radicale la crescita delle cellule nel cervello di un organismo. Purtroppo, uno dei soggetti per i test la infetta e nello stesso momento scopre di essere incinta di Tony. Nasce quindi un embrione potenziato e molto particolare.

Questa versione di Tony è un super genio sin da bambino, ma c’è anche un lato negativo. Visto che il suo corpo è composto interamente di tessuti neuronali, il ragazzo è ipersensibile al dolore, e per questo necessita di un’armatura per proteggersi o si rifugia nell’alcool. Anche il suo fattore rigenerante è strano, e gli permette di rigenerare interi arti. Con il tempo poi alcuni autori cambieranno questa versione della storia, rendendola una storia di “storia nella storia”, destinata alla TV come trasposizione della vita dell’Ultimate Iron Man.

IL TUMORE

In realtà, il “vero” Ultimate Tony Stark soffre di un tumore al cervello che corrisponde al problema al cuore che Tony ha nell’universo narrativo tradizionale. Questa diagnosi di un cancro terminale porta l’eroe a rivedere il suo stile di vita. Decide di diventare Iron Man per proteggere il mondo, ma la storia si fa un po’ più strana.

Il suo tumore in realtà è molto particolare. Col passare degli anni, Tony diventa “amico” del tumore e iniziarlo a chiamarlo Anthony, considerandolo come un costrutto mentale che lo aiuta a sopportare il suo dolore. In seguito, il tumore riesce persino a hackerare le reti dei computer. Quando il Creatore apre il cranio di Tony, si scopre che il tumore è in realtà la Gemma della Mente, che gli ha permesso così di diventare un genio e un eroe.

L’ADDESTRAMENTO

Per quante storie bizzarre possa aver vissuto, bisogna sempre tornare alle basi. Tony Stark è un uomo normale in un’armatura di ferro e, per quanto possa potenziarsi con mezzi diversi, deve sempre considerare la sua natura umana.

Per questo Tony si è sempre sottoposto a lunghi allenamenti fisici per potenziare il suo corpo come gli altri Avengers. Ha anche svolto parte dell’addestramento direttamente con Capitan America, perciò anche senza armatura, non gli manca l’abilità in uno scontro corpo a corpo.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo Marvel Comics.

Vi ricordiamo che grazie a NerdPool potrete creare la vostra casella di fumetti presso L’idea che ti manca, non lasciatevi sfuggire questa occasione.

Via:cbr

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
185FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...