IN EVIDENZA

Apple svela nuove tecnologie per sviluppatori per una nuova generazione di app

COMUNICATO STAMPA

Oggi Apple ha annunciato una gamma di nuove tecnologie che consentiranno ai 23 milioni di sviluppatori della sua comunità di creare le app di domani. Questi nuovi strumenti permetteranno agli sviluppatori di portare app ancora più potenti sulle piattaforme Apple, e li aiuteranno anche a gestire e far crescere il loro business. Oltre al sondaggio condotto annualmente da Apple fra gli sviluppatori, la WWDC20 presenterà un laboratorio App Store ampliato per dare modo a developer di tutto il mondo di condividere il loro feedback e contribuire ai futuri miglioramenti dell’App Store. Apple sta inoltre aprendo nuovi forum per raccogliere i suggerimenti nell’arco dell’anno.

“La comunità di sviluppatori Apple ci ispira ogni giorno con app capaci di rispondere alle esigenze di oltre un miliardo di utenti, di trasformare interi settori e di cambiare il mondo. In occasione di questa WWDC abbiamo presentato una nuova gamma di API, framework e strumenti che aiuteranno gli sviluppatori a creare app ancora più innovative e a raggiungere un numero ancora maggiore di utenti” ha dichiarato Phil Schiller, Senior Vice President of Worldwide Marketing di Apple. “Oggi l’ecosistema dell’App Store è più diversificato, dinamico e apprezzato che mai, ma perché diventi ancora migliore per tutti dobbiamo lavorare insieme. Per la WWDC di quest’anno abbiamo aggiunto degli App Store Lab online, esteso il sondaggio annuale per gli sviluppatori App Store e introdotto altre novità, perché vogliamo che siano proprio le centinaia di migliaia di developer della nostra comunità a dirci come migliorare l’App Store, per loro e per gli utenti.”

Nuovi modi per raggiungere gli utenti con App Clips e widget

Con le App Clips, gli utenti possono scoprire nuove app in modo semplice e veloce grazie a nuovi indicatori visivi chiamati codici App Clip, oltre che tramite la tecnologia NFC, link condivisi e altro. Le App Clips si avviano in pochi secondi, immergendo l’utente in un frammento dell’esperienza in-app e offrendo agli sviluppatori un modo nuovo e divertente per raggiungere i clienti proprio quando hanno bisogno della loro app. Una volta entrati nell’App Clip, gli utenti possono installare la versione completa dell’app con un semplice tocco.Ci sono novità anche per i widget, ridisegnati per essere più utili e fornire informazioni tempestive a colpo d’occhio: disposti sulle pagine della schermata Home, i widget si attivano ogni volta che l’utente guarda il suo dispositivo. E grazie alla nuova API SwiftUI, gli sviluppatori possono cerare widget per iOS, iPadOS e macOS utilizzando lo stesso codice.

Un’App Clip su iPhone 11 Pro.
Widget sulla nuova schermata Home mostrati su iPhone 11 Pro.

Accesso più completo alle piattaforme Apple

Quest’anno, Apple ha deciso di offrire agli sviluppatori ancora più modi per integrare le loro app nelle funzioni chiave delle piattaforme, perché possano fornire esperienze ancora più ricche e nel contempo proteggere la privacy e la sicurezza dell’utente. Il nuovo programma per accessori basato sulla rete Find My permette ai produttori di terze parti di sfruttare un network con centinaia di milioni di dispositivi, pur continuando a offrire una crittografia end-to-end in modo che solo l’utente possa vedere la posizione del proprio prodotto. Un nuovo programma per HomePod consente di integrare servizi musicali di terzi. Gli sviluppatori di client email e browser possono proporre le loro app come opzioni predefinite, selezionabili dagli utenti. E Safari per Mac si arricchisce del supporto per la popolare API WebExtensions usata da Chrome, Firefox e Edge, così gli sviluppatori potranno facilmente creare estensioni per Safari e distribuirle sul Mac App Store.

L’app Dov’è su MacBook Pro, iPad Pro e iPhone 11 Pro.

Gestire e far crescere il business degli sviluppatori

Un nuovo strumento StoreKit in Xcode permette agli sviluppatori di simulare il processo di abbonamento, gli acquisti in-app e perfino i rimborsi, il tutto localmente sul proprio Mac. C’è anche un nuovo framework StoreKit che consente di automatizzare facilmente i test dei flussi di acquisto. Le nuove notifiche server dell’App Store per i rinnovi degli abbonamenti e le richieste di rimborso aiutano a gestire meglio l’esperienza del cliente nelle app. E oltre che per le app acquistate, ora l’App Store supporta anche la condivisione tramite la funzione “In famiglia” per acquisti in-app e abbonamenti: un’ottima notizia per gli sviluppatori che offrono contenuti per tutte le età.Per gli sviluppatori, oggi è ancora più facile far brillare i propri giochi sulle piattaforme Apple sfruttando gli ultimi aggiornamenti di Game Center, che ha una nuova, splendida interfaccia. Le novità includono tabelloni punteggi ricorrenti, una nuova dashboard in-game e suggerimenti migliorati tramite Friends Playing, dove gli utenti possono scoprire i giochi preferiti dai loro amici in Game Center.

Xcode ridisegnato

Xcode è al centro di tutti i processi di sviluppo per le piattaforme Apple, e Xcode 12 ha un nuovo look che riprende quello di macOS Big Sur. I nuovi pannelli per documenti permettono di aprire velocemente più file per lavorare all’interfaccia, mentre log e file di progetto si aprono in pannelli distinti. Le dimensioni dei font nel navigatore ora corrispondono a quelle usate dal sistema, oppure è possibile impostarle su piccole, medie o grandi. E Xcode 12 crea app macOS Universal per impostazione predefinita, garantendo la compatibilità con i nuovi Mac con processore Apple.

L’ambiente di sviluppo Xcode su un MacBook Pro.

Nuove funzionalità SwiftUI

SwiftUI ha introdotto un moderno framework UI che ha permesso agli sviluppatori di creare interfacce sofisticate in modo più intuitivo che mai. Quest’anno, grazie a nuove API per il ciclo di vita, potranno scrivere un’intera app in SwiftUI e usare quel codice per tutte le piattaforme Apple. Gli sviluppatori che usano già SwiftUI avranno la possibilità di aggiungere nuove funzioni al codice esistente. In più, grazie a una nuova API Lazy, anche i data set più enormi offriranno prestazioni eccellenti.

App più personalizzabili con Mac Catalyst

Introdotto insieme a macOS Catalina alla WWDC 2019, Mac Catalyst ha permesso agli sviluppatori di portare facilmente sul Mac le loro app per iPad. In macOS Big Sur, le app create con Mac Catalyst ereditano automaticamente il nuovo look del sistema operativo, offrendo nel contempo agli sviluppatori nuove, potenti API e un maggiore controllo sul comportamento delle loro app. Inoltre, gli sviluppatori possono scegliere se ridimensionare l’app su Mac a una risoluzione corrispondente alla versione per iPad, o se assumere il pieno controllo dell’interfaccia su Mac per creare un’esperienza ad hoc. Gli sviluppatori possono distribuire le app create con Mac Catalyst agli utenti del Mac App Store in 175 Paesi, e permettere ai clienti di godersi app e acquisti in-app su Mac, iPhone e iPad grazie a un unico acquisto universale.

Le nuove API in Mac Catalyst permettono agli sviluppatori di portare le loro app per iPad sul Mac con un livello di controllo mai visto.

App Store Lab ampliato e nuovi processi di verifica per l’App Store

Durante la WWDC20, Apple lancia anche una versione ampliata dell’App Store Lab per offrire maggiore supporto alla comunità di sviluppatori su tutte le piattaforme Apple. In passato, il laboratorio ha permesso di raccogliere spunti per le nuove funzioni dell’App Store, per definirne la priorità e anche per aggiornare le policy. Quest’anno gli sviluppatori sono incoraggiati a condividere il proprio feedback durante la sessione virtuale o attraverso un canale di sondaggio aggiuntivo che raccoglierà i contributi fino al 26 giugno. Il sondaggio, al suo quarto anno, coinvolge mezzo milione di sviluppatori ed è fondamentale per raccogliere idee come quelle che hanno portato alla creazione di servizi quali i link pubblici TestFlight e la possibilità di rispondere alle recensioni dei clienti.Gli sviluppatori avranno anche l’opportunità di condividere feedback attraverso nuovi forum che verranno attivati nel corso dell’anno: serviranno a raccogliere piccole e grandi idee per consentire a Apple di continuare a migliorare l’esperienza dell’App Store per l’intera comunità di sviluppo.A questo si aggiungono due modifiche del processo di verifica delle app, che entreranno in vigore questa estate. Prima di tutto, gli sviluppatori potranno non solo presentare appello contro i giudizi di violazione delle linee guida dell’App Store, ma potranno perfino mettere in discussione le stesse linee guida. In secondo luogo, per le app già pubblicate sull’App Store, la correzione di bug non verrà più ritardata sulla base di violazioni delle linee guida, ad eccezione di quelle legate a questioni legali. Gli sviluppatori potranno invece risolvere il problema al successivo invio dell’app.

Più trasparenza per la privacy

Per guadagnare la fiducia dei potenziali utenti è fondamentale fornire una panoramica trasparente delle pratiche sulla privacy di un’app. Ora gli sviluppatori possono pubblicare tutti i dettagli direttamente sull’App Store includendo informazioni come, per esempio, i tipi di dati che l’app potrebbe raccogliere e se verranno condivisi con terzi, e dando all’utente l’opzione di negare il consenso.

Le nuove informazioni sulla privacy nell’App Store su iPhone 11 Pro.

Altre funzioni per gli sviluppatori 

  • ARKit 4 introduce nuovi modi di acquisire informazioni sul mondo reale usando una nuova API Depth: progettata per funzionare con il sensore LiDAR di iPad Pro, rende possibili esperienze del tutto innovative, per esempio app di architettura, design, progettazione paesaggistica e produzione on-site.
  • L’apprendimento automatico è più semplice e più completo grazie agli strumenti aggiuntivi in Core ML per crittografia e distribuzione di modelli, a nuovi template e capacità di apprendimento in Create ML, e a più API per la visione e il linguaggio naturale.
  • PencilKit ora include la funzione Scrivi a mano, che permette di creare facilmente app con campi per l’inserimento di testo in cui è possibile scrivere con Apple Pencil. Con PencilKit gli sviluppatori avranno anche accesso ai dati sul tratto, e potranno gestire senza problemi sia l’input via Apple Pencil sia i gesti touch.
  • Swift Package Manager si arricchisce del supporto di risorse per condividere facilmente bundle e localizzazioni Asset Catalog. E grazie a nuovi pacchetti open source per Numerics, ArgumentParser e System, Swift diventa il linguaggio ideale per ancora più casi d’uso.
  • TestFlight ora supporta fino a 100 membri del team per una veloce distribuzione delle build.
  • Con l’API AirPods Motion, gli sviluppatori possono accedere ai dati sul movimento in tempo reale.
  • Ora gli sviluppatori possono consentire agli utenti di trasformare gli account delle app esistenti in account Accedi con Apple.

Scrivi qui il tuo commento...