spot_imgspot_img

The Fabulous Killjoys: come il fumetto porta avanti la mitologia dei My Chemical Romance

PUBBLICITÀspot_imgspot_img

I Killjoys sono pronti a tornare in una nuova miniserie di sei numeri. Dark Horse pubblicherà The True Lives of the Fabulous Killjoys: National Anthem #1 di Gerard Way, Shaun Smith, Leonardo Romero e Jordan Bellaire. Ieri è uscito il primo numero, dunque è il momento di ripassare la storia di questo gruppo di ragazzi.

Protagonisti del concept album Danger Days: The True Lives of the Fabulous Killjoys dei My Chemical Romance, la storia racconta di un gruppo di ragazzi ribelli, i Killjoys, che combattono contro il potere tirannico delle malvagie Better Living Industries in una California post-apocalittica del 2019. Nella prima traccia dell’album (Look Alive, Sunshine) viene presentato il Dr. Death Defying, DJ radiofonico che aiuta i Killjoys attraverso le sue trasmissioni e una sorta di narratore per tutti quelli che possono ascoltarlo.

Ogni membro della band interpreta un personaggio della gang nei due video musicali: Party Poison, Jet Star, Fun Ghoul e Kobra Kid. Inoltre, nel gruppo c’è anche Cherri Cola e una bambina che ha perso la madre durante le Analog Wars (Guerre Analogiche). Nel video di “Na Na Na”, i Killjoys stanno girando in macchina quando la più piccola del gruppo, The Girl, viene rapita dallo sterminatore della Better Living, Korse. Il video seguente per “Sing” racconta l’ultimo assalto dei Killjoys contro Korse e i suoi scagnozzi, i Draculoids e gli Scarecrows nel quartier generale della Better Living Industries a Battery City. Pur restando uccisi nello scontro, i Killjoys riescono a salvare The Girl, che riesce a fuggire con Dr. D e Cherri Cola.

La storia prosegue alcuni anni dopo nella miniserie The True Lives of the Fabulous Killjoys di Gerard Way, Shaun Smith e Becky Cloonan, pubblicata nel 2013. Dopo la battaglia, le Better Living Industries hanno preso il controllo di Battery City, sottomettendo tutti i cittadini della città. La Better Living, abbreviata come BL/ind., fa credere agli abitanti che tutto è perfetto ma iniziano a nascere delle crepe nella struttura.

In questo mondo post-apocalittico così grigio, una delle poche forme di colore rimaste si ritrova in due droidi: Rosso e Blu. Rosso è considerata ormai un droide obsoleto, ma Blu è disposto a qualunque cosa per salvarla, così i due fuggono insieme dalla città. Korse una volta era il miglior killer della BL/ind., ma è stato punito dai suoi capi e teme di aver perso le sue abilità omicide, forse per amore. Il suo cambiamento è completo quando decide di lasciare andare Blu dopo averlo beccato a rubare.

The Girl è ora una ragazza che vaga per il deserto con un gatto nero come unico compagno. Ci sono poi altre gang che venerano i Killjoys come santi e attraversano il paesaggio desolato ascoltando il Dr. D su grandi stereo. The Girl incontra proprio uno di questi gruppi, capitanato da Val Velocity che si tinge i capelli dello stesso rosso di Party Poison. Insieme, decidono di andare a Battery City per far crollare il governo della malvagia azienda grazie a una bomba segreta. Alla fine il nemico sembra sconfitto e i cattivi sono in fuga; finalmente i cittadini sono liberi dal mondo in bianco e nero creato dalla dittatura della BL/ind.

È una storia di ribelli e di eroi, di crescita e di quello che le persone possono fare per cambiare il sistema. La nuova serie (il primo numero è uscito ieri in America) sarà una bella aggiunta a questo mondo. Da leggere rigorosamente con la giusta colonna sonora!

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

Viacbr

ARGOMENTI CORRELATI

LASCIA IL TUO COMMENTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img

CORRELATI

spot_img
Simone Giorgi
Sono Simone, 27 anni, e al momento mi divido tra Milano e Macerata. Laureato in Lingue e Letterature Straniere, ho frequentato il Master in Editoria della Fondazione Mondadori e lavoro come Junior Publisher per Pearson Italia. Ho sempre avuto una grande passione per la lettura, in particolar modo per i fumetti. Da Topolino ai manga, passando per i comics americani, il fumetto italiano e quello franco-belga, non rinuncio a esplorare ogni sottogenere di questo mondo così vasto e spesso troppo sottovalutato. Tuttavia, mi piace definirmi come un nerd a 360°, essendo appassionato anche di cinema e serie tv.

POTREBBERO INTERESSARTI: