spot_imgspot_img

Sergio Bonelli Editore: Le medaglie degli eroi Bonelli

PUBBLICITÀspot_imgspot_img

COMUNICATO STAMPA

LOGO BONELLI ORIZZONTALE copia

presenta

LE MEDAGLIE DEGLI EROI BONELLI

Parte la grande iniziativa celebrativa per gli ottant’anni della Casa editrice.

Un’esclusiva raccolta di ventitré medaglie dedicata agli Eroi Bonelli di ieri e di oggi, in omaggio con gli albi a fumetti

Il 18 gennaio 1941, le edicole italiane espongono il numero 331 di Audace. È il primo pubblicato dal solo Gianluigi Bonelli, dopo la separazione dall’amico e socio Dante Daini, facendone l’epicentro di una piccola impresa editoriale che sua moglie Tea e poi, dal 1957, il figlio Sergio hanno gestito, fatto crescere e portato al successo, oltre le soglie del terzo millennio. Nonostante la serie abbia proseguito la numerazione, le differenze con la gestione precedente sono tante e vistose: in particolare la prima pagina del giornale diventa una vera e propria copertina e nei redazionali si comincia a instaurare un rapporto diretto con i lettori, che prosegue ancora oggi, ottant’anni dopo.

Per festeggiare questa importante ricorrenza è stato scelto il mese di aprile, perché è ad aprile del 1941 che arriva in edicola il primo albo a fumetti pubblicato da Bonelli, “Il Cavaliere dell’Aria”. È dunque attraverso gli albi che vengono ripercorse le vicende della Casa editrice, allegando a tutte le uscite inedite di aprile e maggio una medaglia celebrativa dei personaggi che hanno fatto la storia di Sergio Bonelli Editore.

A partire dal numero 271 di Julia, in uscita il primo aprile, fino al numero 417 di Dylan Dog, che arriva invece in edicola il 29 maggio, i lettori troveranno in regalo nei principali albi del mese una medaglia metallica che riproduce il primo piano di uno degli eroi Bonelli. Ventidue medaglie dedicate non solo ai titolari delle serie attualmente in pubblicazione, ma anche alle loro storiche “spalle”. Non potevano poi mancare tre dei personaggi più importanti dell’Avventura a fumetti che per ottant’anni è stata raccontata dalla nostra Casa editrice: Ken Parker, il Comandante Mark e il Piccolo Ranger.

Oltre alle medaglie, sarà disponibile anche un elegante cofanetto per raccoglierle e conservarle tutte, oltre che per completare la collezione con il ventitreesimo soggetto, disponibile esclusivamente con il raccoglitore stesso: Furio, il personaggio che Gianluigi Bonelli scelse come protagonista delle copertine del suo primo Audace, ottant’anni fa. Il raccoglitore sarà in vendita al prezzo di 9,90 euro, in abbinamento a ogni albo Bonelli.

Inoltre, ad aprile alcuni albi Bonelli saranno ancora più “collezionabili” del solito, presentando una copertina con una particolare grafica coordinata. Julia, Zagor, Dampyr, Tex, Dragonero, Martin Mystère, Nathan Never e Dylan Dog si presenteranno al centro dell’immagine, tutti nella stessa posa. Alle spalle, uno sfondo grafico dedicato alle ambientazioni che caratterizzano le loro avventure. Sarà inoltre possibile trovare l’elenco completo degli arretrati tramite un QR Code da scansionare con lo smartphone.

Un modo per continuare a festeggiare gli ottant’anni di Sergio Bonelli Editore, nell’anno in cui cadono anche il sessantennale di Zagor e il trentennale di Nathan Never, tra pochi mesi.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo del Fumetto.

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

ARGOMENTI CORRELATI

LASCIA IL TUO COMMENTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img

CORRELATI

spot_img
Simone Giorgi
Sono Simone, 27 anni, e al momento mi divido tra Milano e Macerata. Laureato in Lingue e Letterature Straniere, ho frequentato il Master in Editoria della Fondazione Mondadori e lavoro come Junior Publisher per Pearson Italia. Ho sempre avuto una grande passione per la lettura, in particolar modo per i fumetti. Da Topolino ai manga, passando per i comics americani, il fumetto italiano e quello franco-belga, non rinuncio a esplorare ogni sottogenere di questo mondo così vasto e spesso troppo sottovalutato. Tuttavia, mi piace definirmi come un nerd a 360°, essendo appassionato anche di cinema e serie tv.

POTREBBERO INTERESSARTI: