Horror Show: un tranquillo weekend di morte ed affini – Recensione

Due amici; un viaggio senza meta; l’ignoto. Questi sono gli ingredienti principali per un perfetto weekend d’avventura. 
Dave e Dude partono alla ricerca di un momento di tregua dai problemi che la vita dispensa fin troppo generosamente. Ma quella che doveva essere una tranquilla gita fuori porta, si trasforma in una scorrazzata terrificante, e allo stesso tempo esilarante, attraverso i luoghi comuni della narrativa dell’orrore. Questo è Horror Show di Roberto Megna e Carlo Cid Lauro edito da Poliniani Editore.

Horror Show

Di: Roberto Megna

Disegni e colori: Carlo Cid Lauro

Introduzione: Mario “Synergo” Palladino

Editing: FREKT

Pagine 150p. circa su carta 100% riciclata di alto profilo (Favini)

Formato 16x23cm, brossurato morbido

Questo volume è un omaggio a tutto ciò che è dolcemente spaventoso, ridicolmente violento e amorevolmente atroce. La storia entra subito nel vivo dell’horror con un velo di mistero che non si prende sul serio e che fa divertire il lettore con zombie e personaggi misteriosi disegnati in modo “caricaturiale”. Fin da subito i nostri 2 protagonisti fanno intendere che stanno facendo questo viaggio/avventura per distrarre Dave da una perdita. Per un guasto alla loro auto, Dave e Dude, si ritrovano in un hotel a dir poco spaventoso dove gli autori ci fanno credere determinate cose per poi cambiare tutto all’ultimo, e lo fanno in maniera ben congegnata che ti fa temere per l’incolumità di Dave e Dude non facendoti però mai smettere di sorridere e tenendo comunque l’attenzione rivolta sul motivo di questo viaggio ancora sconosciuto.

In quella che si potrebbe considerare la seconda parte del racconto, senza fare spoiler sul come sia cambiata cosi la situazione, i due si ritrovano a essere ospiti di un gruppo di ragazzi che hanno affittato uno chalet per il week end. Quindi ci troviamo cataputalti in una situazione alla Jumanji dove i ragazzi si ritrovano a fare un gioco da tavolo trovato in questa casa. Questo gioco trasporta i nostri protagonisti insieme ai loro nuovi amici in una situazione spaventosa. Situazione in cui si risvegliano fantasmi e subiscono ferite e trasformazioni spaventose ma sempre con un tocco di divertimento.

Una volta usciti anche da questa stramba situazione i due decidono di abbandonare il viaggio. Dude decide di aiutare Dave a risolvere in un altro modo il trauma causato dalla sua perdita, e qui arriva il finale più geniale che ci si possa aspettare. In un altro contesto o in un altro fumetto poteva essere scontato ma in questo volume è qualcosa che mai e poi mai mi sarei aspettato!

Un volume horror ma divertente, spaventoso ma con un pizzico di comicità con un finale che lascia a bocca aperta!

CORRELATI

Un volume horror ma divertente, spaventoso ma con un pizzico di comicità con un finale che lascia a bocca aperta!Horror Show: un tranquillo weekend di morte ed affini - Recensione