Mea Culpa – Ci sono scene post-credits?

Il tentativo di Tyler Perry di riportare a galla il genere, modernizzandolo.

Per tutti gli amanti del genere thriller, il 23 Febbraio sarà disponibile in streaming su Netflix Mea Culpa, un interessante esperimento che vi intrigherà lasciandovi tempo e spazio per molte riflessioni riguardo il futuro del thriller, e in particolar modo, il legal thriller. In questa nostra nuova recensione, analizzeremo la pellicola e ciò che tenta di resuscitare dai lontani anni ’80 e ’90, in chiave moderna. Vi parliamo di Mea Culpa in questa nostra nuova recensione, che abbiamo avuto modo di vedere in anteprima grazie a Netflix.

Ci sono Scene Post-Credits?

Mea Culpa parte con un ritmo e con un obiettivo preciso: Mea Harper è un avvocato difensore che deve e vuole difendere Zyair Malloy, pur andando contro la sua famiglia, mettendo a repentaglio la sua vita lavorativa e famigliare. Ma, la nostra percezione riguardo la trama della pellicola cambia continuamente, perciò, quando arriviamo al colpo di scena degli ultimi minuti del film, è naturale chiedersi se ci saranno almeno delle scene post credits; ma, purtroppo la risposta è no, non ci sono. Infatti, Mea Culpa è un thriller diverso dagli altri come ve ne abbiamo già parlato nella nostra recensione in cui analizziamo Mea Culpa, il quale sembra essere un nuovo e interessante modo di fare thriller.

CORRELATI