Lunga e travagliata, come forse mai prima nella saga, è stata la produzione del nuovo film su James Bond.

A un anno dalla sua uscita nei cinema l’ancora orfano di titolo Bond 25 è stato rimandato ad aprile 2020, con un rilancio di due mesi nel futuro.

Bond 25

La scelta presa dai produttori del nuovo capitolo di James Bond può essere dettata da molti ritardi dovuti agli incidenti sul percorso di produzione del film.

Su tutte la prima grande nebula di orrore è dovuta alla rinuncia del già esperto direttore Danny Boyle. Dato per scontato come regista del film alla vigilia.
A seguito del rifiuto di Boyle, è stato ingaggiato Cary Fukunaga per la regia del film.

James Bond stesso è risultato un grattacapo per i produttori di Bond 25.
Questo dal momento che il protagonista in carica Daniel Craig non era sicuro di continuare nella sua interpretazione della super spia a servizio di Sua Maestà.

Con l’acquisizione della distribuzione da parte di Universal e con la definizione del cast tecnico e non, la produzione si è attestata.

La decisione quindi di distribuire il film poco prima del weekend di Pasqua ha permesso al film di essere l’unica grande uscita già annunciata per quel periodo del 2020. Cominciando così la sua promulgazione senza diretti concorrenti al fianco.

James Bond

La trama del nuovo film su James Bond non è ancora cosa pubblica. Non resta che rimanere sintonizzati sulle pagine di NerdPool per aggiornamenti.

Attendete anche voi con trepidazione il nuovo capitolo della saga? Fatecelo sapere nei commenti.

Scrivi qui il tuo commento...