Come saprete, ieri sera abbiamo seguito per voi la diretta dell’Opening Night Live alla Gamescom 2019. Lo show, diretto da Geoff Keighley (The Game Awards) ha coinvolto più di una quindicina tra publisher e sviluppatori. Ebbene, le novità annunciate sono state tantissime, alcune più o meno inaspettate, altre semplicemente sorprendenti. E a dir poco sorprendente è stato proprio l’intervento del fondatore delle Kojima Productions, il maestro Hideo Kojima e la sua presentazione di Death Stranding. Infatti, in poco meno di mezz’ora Kojima è riuscito a catturare l’attenzione del pubblico parlando del gioco e soprattutto delle novità al riguardo. Ma quali sono state esattamente queste novità? Le esamineremo tutte, una per una nei paragrafi successivi. In breve, possiamo dire che ci sono stati presentati altri 2 personaggi del gioco (dopo Heartman): Mama e Deadman. Inoltre, Kojima ha mostrato un nuovissimo video gameplay di Death Stranding.

Mama e sua figlia

Nella prima cutscene di Death Stranding mostrata fa la sua prima comparsa il personaggio di Mama (Margaret Qualley). La sua presentazione a questa Gamescom 2019 probabilmente non è casuale. Infatti, questo personaggio (assieme a Deadman) contribuisce a fare luce su un altro aspetto del tema della connessione che ormai sappiamo essere centrale in Death Stranding. Nello specifico, la possibilità di connettersi con “l’aldilà” senza alcun dispositivo particolare (come vedremo essere i BB, o Bridge Babies). La storia di Mama è piuttosto tragica: la ragazza ha una figlia, rimasta purtroppo intrappolata “dall’altro lato” (questo il termine usato da Kojima), con la quale possiede ancora un legame, come se il cordone ombelicale non si fosse mai spezzato. Per questo motivo Mama non può spostarsi dal luogo in cui si trova. Dal trailer del gioco si evince chiaramente quanto il rapporto tra madre e figlia “dall’altra parte” sia forte e importante.

Deadman e i BB (Bridge Babies)

Nella seconda cutscene del gioco, il personaggio di Deadman (Guillermo del Toro) spiega cosa sia il bambino che Sam porta con sè e quale sia la sua “funzione”. In Death Stranding il BB è uno strumento importante per collegarsi con “l’altro lato” ma allo stesso tempo necessita di una cura particolare. Anche Sam come Mama deve mantenere saldo il suo rapporto con il Bridge Baby come fosse suo figlio: deve evitare stress e aggiornare la sua capsula tramite specifici macchinari. Gli aggiornamenti adattano la capsula al feto, come il grembo di una madre. I BB sono feti separati alla nascita dalla loro madre, utilizzati come equipaggiamento dalla BRIDGES. Nonostante l’utilizzatore debba mantenere uno stretto rapporto con essi, Deadman però chiarisce come non si debbano creare legami tra BB e utilizzatore. Spesso infatti un BB non dura più di un anno prima di dover essere sostituito. Un aspetto piuttosto inquietante.

Nuovi elementi di gameplay

I 6 minuti di gameplay mostrati confermano la componente survival/simulativa: in Death Stranding bisognerà occuparsi del BB (cullandolo e coccolandolo) e dei bisogni di Sam. Viene mostrato Sam intento a concludere una consegna, che porterà all’aggiunta di un luogo alla rete di collegamenti (“Chiral Network“). Potremo avvalerci di diversi strumenti: scanner per esaminare la zona, scale per raggiungere punti elevati. In alcune sezioni del menù si possono notare le statistiche (vita, stamina e felicità di Sam e del BB), e la condizione dell’equipaggiamento. In altre troviamo mappa di gioco e numero di collegamenti effettuati. Inoltre, sono stati mostrati alcuni servizi offerti nei punti di collegamento: la possibilità di richiedere ordini/spedizioni, riciclare materiale e fabbricare/modificare l’equipaggiamento. Kojima ha confermato anche la presenza di cameo di celebrità e suoi conoscenti nel gioco: il personaggio presente nel punto di collegamento è infatti un ologramma di Geoff Keighley.

Death Stranding esce dunque da questa Gamescom 2019 a testa alta e con la completa attenzione del pubblico. Kojima ha annunciato altre novità in arrivo al Tokyo Game Show 2019 di settembre, e a questo punto tutti quanti non vediamo l’ora di vederle..!

Siete rimasti soddisfatti dalle novità su Death Stranding per questa Gamescom 2019? Fatecelo sapere nei commenti! Continuate a seguirci su Nerdpool per non perdervi le migliori notizie!

Scrivi qui il tuo commento...