IN EVIDENZA

Kids with Guns: Coda – La recensione

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,463FansMi piace
1,560FollowerSegui
192FollowerSegui

L'ultimo e attesissimo capitolo della saga creata da Capitan Artiglio!

L’ultimo capitolo di Kids with Guns è sicuramente il più lineare e il più ricco d’azione della trilogia. Tutti i vari protagonisti, i fratelli Doolin divisi, il Mucchio selvaggio comandato ora da Duke Doolin, il cacciatore di taglie “Orecchio assoluto” con sua figlia e la “bambina senza nome”, convergono alla città di Xandra. Città che è governata ora da Dan Doolin e compagna. Giunge così il momento della resa dei conti finale, con qualcuno chiamato a compiere delle scelte disperate. La rappresentazione della battaglia fra Duke Doolin e il suo gruppo contro tutti gli altri è veramente impressionante, parliamo di qualcosa che occupa quasi cento pagine del libro.

Non si era mai visto una sequenza action così imponente in un fumetto. Uno scontro fra cowboy con “superpoteri”, alieni, dinosauri, enormi creature d’ossa e chi più ne ha più ne metta. E Capitan Artiglio ha sicuramente una grande qualità: tutto quello che succede si comprende benissimo. E’ tipico che nelle scene d’azione si perda un po’ di comprensione a scapito del dettaglio nel disegno, ma Capitan è stato veramente bravo a tenere alta la qualità dei disegni che resta veramente impressionante, e contemporaneamente mantenere la leggibilità di tutte le sequenze “cinetiche”. L’autore ha saputo costruire un universo narrativo così originale e interessante che sarebbe un vero peccato che ora finisse tutto qui.

Kids with Guns 3: Coda – Capitan Artiglio
pagine 180 – euro 20
Bao Publishing

Advertising
Advertising

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,463FansMi piace
1,560FollowerSegui
192FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...