IN EVIDENZA

Super Mario Bros 35: la nostra recensione!

Riprendendo lo stesso concept di Tetris 99 Nintendo riesce a far entrare Super Mario Bros 35 nel mondo dei battle royale portando una prospettiva innovativa. Non cambia niente ma cambia tutto in questo titolo competitivo che mette alla prova anche i grandi veterani di Super Mario, così come presenta un titolo retro al pubblico più giovane.

Siamo nel settembre del 1987 quando in Europa esce Super Mario Bros per Nintendo Entertainment System. Noi europei scopriamo Mario, l’idraulico italiano che deve salvare la principessa dal castello superando orde di funghi e tartarughe. Oggi, nel 2020, arriva sulle nostre Switch Super Mario Bros 35.

35 anni?

Sono passati ben 35 anni dalla prima apparizione di Mario in Giappone (da noi infatti arrivò due anni dopo), quindi ecco una serie di eventi e remaster esclusivamente per questo evento.

Tra questi annoveriamo anche Super Mario Bros 35, il “battle royale” dedicato all’italiano videoludico più famoso al mondo.

super mario bros 35

Single player?

La prima domanda che viene in mente pensando a questo titolo è: ma Super Mario è un gioco in singolo, no?

Corretto, ma Nintendo, sfruttando un colpo di testa molto interessante, ha ripreso l’idea di Tetris 99 e l’ha adattata a questo nuovo gioco.

Il gameplay

35 giocatori si scontrano affrontando i classici livelli di Super Mario Bros con un timer che aumenta in base a quanti nemici vengono sconfitti.

Ovviamente il gioco in sé è nulla più e nulla meno il classico del 1987, però l’elemento battle royale è fortemente presente. Infatti, ogni volta che un nemico verrà sconfitto, non solo guadagneremo secondi preziosissimi per continuare la nostra partita, ma potremo far apparire nemici aggiuntivi negli schermi dei nostri avversari.

Inoltre stendere i nemici in combo consente di accumulare più tempo, quindi i giocatori più abili saranno premiati doppiamente, perché faranno apparire più nemici e più velocemente agli avversari.

Alla fine, il vincitore sarà l’ultimo Mario ancora rimasto in partita.

super mario bros 35

E le monete?

Per i giocatori più veterani sicuramente non sarà sfuggita l’idea di dover collezionare le monete durante le partite.

Infatti è molto utile raccogliere il maggior numero possibile di monete per poter comprare, durante la partita o anche prima che una partita inizi, dei potenziamenti per il nostro idraulico.

Parliamo del fungo, il fiore per sparare palle infuocate ed addirittura la stella dell’invincibilità!

Pensieri finali

Riprendendo lo stesso concept di Tetris 99 Nintendo riesce a far entrare Super Mario Bros 35 nel mondo dei battle royale portando una prospettiva innovativa. Non cambia niente ma cambia tutto in questo titolo competitivo che mette alla prova anche i grandi veterani di Super Mario, così come presenta un titolo retro al pubblico più giovane.

Per altre info e recensioni seguiteci su Nerdpool.it! E se volete passare una serata in nostra compagnia, seguiteci sul nostro canale Twitch!

Riprendendo lo stesso concept di Tetris 99 Nintendo riesce a far entrare Super Mario Bros 35 nel mondo dei battle royale portando una prospettiva innovativa. Non cambia niente ma cambia tutto in questo titolo competitivo che mette alla prova anche i grandi veterani di Super Mario, così come presenta un titolo retro al pubblico più giovane.
Grafica
8
Longevità
9
Sonoro
8
Gameplay
9

Scrivi qui il tuo commento...