PUBBLICITÀspot_imgspot_img

Chi conosci davvero – Recensione

Chi conosci davvero è un luogo di incontro tra musica e fumetto grazie ai testi dei Perturbazione e ai disegni di Davide Aurilia. Una storia profonda sull'amicizia, i sogni infranti e su quelle questioni irrisolte che, se non affrontate, possono far crollare per sempre i rapporti tra le persone.

Chi conosci davvero è un luogo di incontro tra musica e fumetto grazie ai testi dei Perturbazione e ai disegni di Davide Aurilia. Una storia profonda di amicizia, sogni infranti e questioni irrisolte che potete trovare in tutte le fumetterie e librerie d’Italia grazie a Bao Publishing.

GLI AUTORI

I Perturbazione sono un gruppo pop-rock tra i primi esponenti dell’indie italiano. Hanno all’attivo una decina di album, tra i quali spicca sicuramente In Circolo (2002), considerato da molti critici come uno dei dischi italiani più belli di sempre. Nel corso della carriera si sono dedicati a progetti a cavallo tra musica, teatro e letteratura, ma Chi conosci davvero è il loro primo fumetto.

Davide Aurilia è un disegnatore ormai affermato che si è fatto le ossa come illustratore di libri per ragazzi. Nel 2017 ha pubblicato il suo primo graphic novel, Gli Anni che Restano, proprio per Bao Publishing su testi di Brian Freschi. Oggi lavora per IF Edizioni e insegna presso la Scuola del Fumetto di Milano.

LA STORIA

Chi conosci davvero è una storia a cavallo tra passato e presente. Il protagonista Luca vive a Londra, dove lavora come cameriere e conduce una vita piuttosto monotona. Un giorno riceve una chiamata ed è costretto a tornare nel suo paese natale. Questa è anche l’occasione per incontrare dopo tanto tempo gli amici e le amiche che frequentava anni prima. Nel passato, Luca è il cantante e frontman di una band ma i rapporti tra i membri del gruppo non sembrano essere dei migliori. Inizialmente, non capiamo bene quale possa essere il motivo ma è evidente come il ragazzo abbia deciso a un certo punto di andarsene di casa, lasciando diverse questioni in sospeso.

Alcuni amici gli sono rimasti legati, ma altri sembrano avere il dente avvelenato verso di lui e non sopportano questo suo improvviso ritorno, come se non fosse mai successo nulla. Più Luca è costretto a rimanere a casa, più gli scheletri nell’armadio iniziano a emergere e ci rendiamo bene conto di tutta la situazione. Il titolo della storia acquista sempre più valore e significato man mano che si prosegue nella lettura e ci si rende conto di come i personaggi non si conoscano davvero! O piuttosto pensino di conoscersi ma hanno spesso un’idea sbagliata dell’altro dettata da ricordi passati che non fanno vedere come una persona possa invece essere cambiata con il tempo.

Questo “non conoscersi davvero” è qualcosa di universale, che trascende le pagine del fumetto, ma è indice di una situazione in cui potrebbe essersi trovato ognuno di noi almeno una volta nella vita. Ad esempio, può capitare che si stia per tanto tempo lontani da casa e quando si torna ci si trovi di fronte agli amici di una vita che sembrano rimasti bloccati nello stesso paese, con la stessa casa e lo stesso lavoro. In realtà, il più delle volte questo non è indice di una loro mancanza di coraggio o volontà di non cambiare, ma piuttosto frutto di una scelta ponderata e uno stile di vita che li rende felici. Per Luca questo ritorno alle origini sarà soprattutto un modo per crescere e per affrontare, e risolvere finalmente, i suoi demoni interiori.

CONCLUSIONE

Una storia profonda sul valore dell’amicizia e sull’importanza di aprirsi agli altri e di non fermarsi alle apparenze. Luca ci fa capire che la soluzione migliore per risolvere i problemi non è fuggire o nascondere le proprie debolezze, ma confidarsi con le persone a cui teniamo per risolverli insieme. Sembra esserci una bella sinergia tra i testi dei Perturbazione e i disegni di Davide Aurilia. La musica ha un ruolo importante nel racconto ed è presente in modo più o meno evidente in tutta la storia. Anche le tavole più “riflessive” e senza dialoghi sembrano quasi non esserlo davvero. Se amate questo genere di storie vi consiglio di non perdere Chi Conosci Davvero, il primo (ma chissà forse non l’unico) fumetto dei Perturbazione!

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo del Fumetto.

IL NOSTRO VOTO

Chi conosci davvero è un luogo di incontro tra musica e fumetto grazie ai testi dei Perturbazione e ai disegni di Davide Aurilia. Una storia profonda sull'amicizia, i sogni infranti e su quelle questioni irrisolte che, se non affrontate, possono far crollare per sempre i rapporti tra le persone.
Voto
7

ARGOMENTI CORRELATI

LEGGI ANCHE

Jupiter’s Legacy stagione 1 – Recensione

Chi non conosce Mark Millar? Nato come autore di fumetti, con il tempo si...

Dien Bien Phu Volume 1 – Recensione

Raccontare la terribile guerra del Vietnam con uno stile davvero particolare... Questo è Dien...

I Mondi Possibili di Jonathan Hickman – Recensione

Negli ultimi anni Jonathan Hickman è diventato lo sceneggiatore più importante di casa Marvel...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

4,861FansLike
1,560FollowersFollow
220FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

CORRELATI

Jupiter’s Legacy stagione 1 – Recensione

Chi non conosce Mark Millar? Nato come autore di fumetti, con il tempo si è fatto strada anche nel mondo del cinema e delle...

Dien Bien Phu Volume 1 – Recensione

Raccontare la terribile guerra del Vietnam con uno stile davvero particolare... Questo è Dien Bien Phu, il manga di Daisuke Nishijima che attraverso lo...

I Mondi Possibili di Jonathan Hickman – Recensione

Negli ultimi anni Jonathan Hickman è diventato lo sceneggiatore più importante di casa Marvel e (forse) di tutto il panorama fumettistico americano. Nel 2019,...

Beast Complex – Recensione

Paru Itagaki è una giovane mangaka che negli ultimi anni sta riscuotendo un successo clamoroso grazie alla sua serie Beastars, da poco conclusasi in...
spot_img
PUBBLICITÀspot_imgspot_img

I PIÙ VISTI DI OGGI