PUBBLICITÀspot_imgspot_img

Omar Sy su Lupin, Hollywood, la fama e la lotta al razzismo

PUBBLICITÀspot_imgspot_img

Dopo un decennio a Hollywood, l’attore francese Omar Sy è tornato a casa per recitare nell’amatissimo successo di Netflix, Lupin

L’attore, intervistato dal Guradian, ha parlato della campagna marketing che ha avuto luogo poco prima che la prima parte della serie Lupin debuttasse all’inizio di quest’anno. Spiega il pensiero dietro questa insolita trovata.

Omar Sy

Ricordiamo che per pubblicizzare la serie, Omar Sy ha preso un secchio e una spazzola per passare una giornata a incollare i propri cartelloni pubblicitari sulla metropolitana di Parigi.

Molte persone mi conoscono a Parigi. Poiché le persone in Francia mi osservano da anni, sono abituato a incontrare sconosciuti che mi riconoscono e che hanno già il sorriso sulle labbra. Lo spettacolo è intrattenimento e vogliamo divertirci. Ma, allo stesso tempo, stiamo parlando di qualcosa di molto serio: che alcune persone in Francia semplicemente non si vedono

In Lupin, rivisitazione dai classici libri di Maurice Leblanc, Sy interpreta un franco-senegalese di nome Assane Diop, un anonimo parigino abituato a essere ignorato e trascurato nella sua città natale, ma è disposto a usarlo per i suoi vantaggi.

Omar Sy è Lupin

Sy sottolinea che la campagna è stata pensata solo per essere giocosa e che parte della sua efficacia è stata probabilmente diminuita dal fatto che ha dovuto indossare una maschera Covid.  

I sorrisi sono scomparsi. Le persone erano un po’…maleducate? E mi ha dimostrato qualcosa che stavamo dicendo nello show. Che a volte, nella nostra società, puoi essere invisibile a causa di ciò che fai. Mi ha riportato a qualcosa che sperimentavo da bambino, quando ero a Parigi, quando ho sperimentato un certo tipo di sguardo da parte delle persone

Che tipo di sguardo?

Conosci l’espressione ‘rompere il ghiaccio’? È ghiaccio. Quando vieni da dove vengo io, in periferia, quando hai la mia altezza, la mia pelle, quel ghiaccio – non si rompe facilmente. In realtà, penso che mi abbia avviato sulla strada per quello che sto facendo oggi. Ricordo che da adolescente volevo vedere i sorrisi sui volti delle persone, non lo sguardo sospettoso. Un modo per farlo era l’umorismo

Già a 14 anni, Omar Sy ha imparato la complicata lezione che nel bene e nel male avrebbe potuto mettere a proprio agio gli estranei facendo battute.

Inoltre, è stato molto efficace sulle ragazze. Così ho cercato di diventare un esperto

Uscire dai sobborghi e farcela in una professione competitiva non è mai sembrato completamente impossibile a Sy, perché aveva visto un caro amico farlo. Nicolas Anelka era il miglior calciatore della scuola di Sy. Faceva parte della sua compagnia e “andava sempre a letto presto, prima dell’allenamento, mentre eravamo fuori a far festa”. All’età di 17 anni, Anelka lasciò Parigi per Londra per giocare nell’Arsenal, dove divenne una stella. Omar Sy seguiva il suo amico, “orgoglioso ma non sorpreso” di questo esempio di successo. Nel frattempo, Sy ha costruito la sua carriera sullo schermo, ottenendo le parti che poteva.

Ha recitato in una sitcom televisiva, ha doppiato un cartone animato chiamato Fish & Chips, ed è apparso in alcuni film, inclusi quelli realizzati dai registi-collaboratori emergenti, Olivier Nakache ed Éric ToledanoNakache e Toledano hanno dovuto incoraggiarlo sui loro set. Sono diventati buoni amici nel corso degli anni e “Ogni volta che facevano un film”, ricorda Sy, “mi mettevano dentro. I ruoli sono diventati sempre più grandi. Un giorno mi hanno detto: ‘Adesso sei un attore, Omar, non solo un comico. Scriveremo un film per te per farti capire questo”.

Quasi Amici (2011)

Così hanno lavorato al film Quasi Amici. Sfacciatamente sentimentale, leggermente politico, con una sequenza di danza centrale che Sy ha coreografato lui stesso. È stato un successo in Francia e all’estero. Il film in lingua francese con il maggior incasso mai realizzato. “La mia vita, tutto quello che sto vivendo, in modo professionale, è venuto da quel film”, dice Omar Sy.

Sy si è trasferito con la sua famiglia a Los Angeles nel 2012, assumendo ruoli in grosse produzioni Hollywoodiane. Inferno  con Tom Hanks, Jurassic World, X-Men: Giorni di un Futuro Passato.

I miei genitori non avevano idea di cosa stessi facendo. I numeri [del botteghino], tutto questo…Era troppo lontano da loro. È stata una benedizione per me. Sono riuscito a rimanere lo stesso ragazzo che ero, con i piedi per terra. I miei genitori non hanno ancora idea di cosa sto facendo. Per loro, tutto ciò che conta è: puoi vivere di questo? Non c’è altro. Puoi guadagnarti da vivere con esso? Così è successo

Lupin, uno degli spettacoli Netflix più visti del 2021, ha segnato una sorta di ritorno a casa. Girato in gran parte a Parigi e nel nord-ovest della Francia, Lupin affronta abilmente le dinamiche razziali in gioco nella capitale francese, proprio come fece una volta Quasi Amici.

Lupin

Il personaggio di Sy, Diop, un affascinante ladro, sembra magistralmente sicuro di sé. Ma apprendiamo attraverso i flashback che la sua vita è definita dalle sue esperienze cresciute come immigrato, incoraggiato a tenere la testa bassa di fronte ai bianchi parigini. Per quanto riguarda il rapporto di Diop con la polizia francese…beh, almeno una volta, può fare affidamento sulla loro incapacità di distinguere tra uomini di colore per sfuggire alla cattura.

Quando Sy era un adolescente in periferia, aveva lui stesso un rapporto complesso con la polizia francese.

Ricordo di aver affrontato questo problema da giovane. E 20 anni dopo? È lo stesso [per gli altri giovani]. Non è cambiato niente

Nel 2016, in circostanze orribilmente simili a quelle di George Floyd nel 2020, un uomo franco-senegalese di nome Adama Traoré è morto sotto la custodia della polizia. La sua famiglia credeva che la morte fosse stata causata da asfissia. Da allora Sy è stato coinvolto nella campagna per ottenere risposte e responsabilità. L’anno scorso, quando l’omicidio di Floyd ha suscitato ondate di protesta in tutto il mondo, Sy ha scritto una bruciante lettera aperta sulla stampa francese.

Erano entrambi neri, alti, le loro vite si sono trasformate in orrore in poche ore, per niente. Sono alto. Sono nero. Assomiglio a loro. Può succedere a me la stessa cosa che a loro domani? È probabile che succeda ai miei figli?

Ci sono persone che hanno detto che non guarderanno più i miei film in Francia. Sapevo quando ho scritto la lettera che avrebbe influenzato il mio lavoro. Ma dovevo farlo. Dovevo farlo. Nella mia posizione in Francia ho dovuto dire qualcosa ai giovani che mi somigliano

Prima che diventasse un successo mondiale, Quasi Amici era molto discusso in Francia e la popolarità di Omar Sy aumentò da un giorno all’altro. Improvvisamente, la vita che Sy e sua moglie si erano costruiti è cambiata. L’ha notato nel cortile della scuola, mentre prendeva suo figlio, Tidiane.

Prima, ero sempre considerato il padre di Tidiane. E un giorno sono andato a prenderlo e ho capito: “Oh, ora Tidiane è considerato il figlio di Omar Sy. Mi sono spaventato per questo. Ho detto a mia moglie: ‘Non so come crescere un bambino in questo modo, con la fama di qualcun altro che incombe sulla loro testa’

Omar Sy parla ancora dei suoi genitori. Il padre operaio e la Mamma donna delle pulizie. Non dimentica da dove è venuto e che cosa ha passato nel corso della sua vita.

Ricordo di aver dovuto spiegare cosa faceva mia madre quando avevo l’età di Tidiane. Quando ho detto alla gente che faceva le pulizie… Beh, ho attraversato diverse fasi con quello. Per molto tempo mi sono vergognato. Poi, crescendo, spiegandolo più e più volte, qualcosa è cambiato. Parlare di mia madre e della sua vita mi ha fatto sentire più legato a lei. Esprimere cose mi ha aiutato a realizzare le cose. Ed ero così orgoglioso di lei

Lupin Parte 2 sarà su Netflix dall’11 giugno.

Continuate a seguirci su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo del cinema e della Tv.

TI POTREBBERO INTERESSARE

LEGGI ANCHE

Squid Game: ecco la guida per sopravvivere ai giochi!

Agli amministratori e content creator del canale Cinema Summary deve essere piaciuta davvero tantissimo...

The Guilty: la recensione no spoiler del film Netflix

Da oggi, 1 ottobre 2021, è disponibile il film originale Netflix The Guilty. Vi...

Luna Park: recensione in anteprima della nuova serie italiana di Netflix

Luna Park, la nuova serie italiana, sarà disponibile dal 30 settembre 2021 solo su...

ARGOMENTI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img

CORRELATI

Helena Bonham Carter tornerà in Enola Holmes 2

Helena Bonham Carter si unirà a Millie Bobby Brown e Henry Cavill nel sequel del popolare film Netflix, Enola Holmes. Bonham Carter riprenderà il ruolo di Eudoria Holmes, la madre di...

Luna Park: tutto sulla nuova serie italiana in arrivo su Netflix il 30 settembre

Mistero e intrecci famigliari. Questi sono i temi protagonisti di Luna Park, la serie italiana prodotta da Fandango che sarà disponibile dal 30 settembre...

La Casa di Carta 5: Teaser “Finchè la morte non ci separi”

Sabato sera Netflix ha lanciato il suo evento globale TUDUM, in cui è stata mostrata una prima clip de La Casa di Carta parte...

Bridgerton 2: le prime immagini della seconda stagione, su Netflix nel 2022

Oggi Netflix rilascia le prime immagini dell'attesissima seconda stagione di Bridgerton, che sarà disponibile nel 2022 in tutti i Paesi in cui il servizio...
spot_img