spot_imgspot_img

Bao Publishing presenta Le ragazze del Pillar 2

PUBBLICITÀspot_imgspot_img

COMUNICATO STAMPA

Teresa Radice e Stefano Turconi tornano alle atmosfere del romanzo grafico che li ha resi famosi nel mondo, Il porto proibito, con il secondo volume di una serie di storie dedicate alle ragazze del Pillar to Post e ai marinai che approdano al porto, storie d’amore, d’avventura e di navigazione a bordo dell’indimenticabile “Last Chance”. 

“Amante mia, dove te ne vai? “

BAO Publishing è lieta di annunciare l’uscita in libreria di Le ragazze del Pillar 2 di Teresa Radice e Stefano Turconi.

Radice e Turconi tornano alle atmosfere del romanzo grafico che li ha resi famosi nel mondo, Il porto proibito, con il secondo volume di una serie di storie dedicate alle prostitute del Pillar to Post, il bordello di Plymouth al centro della storia del Porto. Ogni storia si concentrerà su una delle ragazze e sarà autoconclusiva, ma ciascun episodio contribuirà a costruire il mosaico narrativo più ampio di una storia lunga, destinata a dipanarsi negli anni, armonicamente, e che BAO Publishing pubblicherà a due capitoli alla volta, all’incirca ad anni alterni.

Le due storie di questo volume sono incentrate su Tess, la misteriosa ultima arrivata al Pillar, e Cinnamon, il cui passato tornerà a perseguitarla. Le due trame individuali si compiono nel volume, ma l’intreccio delle vicende diventa sempre più articolato e ricco. Quello delle ragazze del Pillar è un piccolo universo che Teresa Radice è determinata a raccontare nel dettaglio, facendovi innamorare di ogni suo personaggio.

Le ragazze del Pillar 2 è disponibile il libreria dal 21 ottobre 2021

Incontri con gli autori: 

Salone del libro di Torino 
sabato 16 ottobre ore 12-14 e 16-18
domenica 17 ottobre ore 11-13 e 15-17
lunedì 18 ottobre ore 10-11
Firmacopie allo stand BAO Publishing, Padiglione 3, N80

Milano 
venerdì 22 ottobre ore 18:30
presentazione e firmacopie
La Feltrinelli, Piazza Piemonte 2

Teresa Radice e Stefano Turconi nascono entrambi nella Grande Pianura, a metà degli anni ’70… ma s’incontrano solo nel 2004, grazie a un topo dalle orecchie a padella e a una pistola spara-ventose. Lei, per vivere, scrive storie; lui le disegna. Si piacciono subito, si sposano l’anno seguente. Scoprendosi a vicenda viaggiatori curiosi, lettori onnivori e sognatori indomabili, partono alla scoperta di un bel po’ di mondo, zaino e scarponi. Dal camminare insieme al raccontare insieme il passo è breve. Le prime avventure a quattro mani sono per le pagine del settimanale Disney “Topolino”: arrivano decine di storie, tra le quali la serie anni ’30 in 15 episodi Pippo Reporter (2009-2015), Topolino e il grande mare di sabbia (2011), Zio Paperone e l’isola senza prezzo (2012), Topinadh Tandoori e la rosa del Rajasthan (2014) e gli adattamenti de L’Isola del Tesoro (2015) e Orgoglio e Pregiudizio (2019). Nel 2011 si stabiliscono nella Casa Senza Nord – a 10 minuti di bici dalle Fattorie, a 20 minuti a piedi dal Bosco, a mezz’ora di treno dal Lago – e piantano i loro primi alberi. Nel loro Covo Creativo, i cassetti senza fondo straripano di progetti: cose da fare, posti da vedere, facce da incontrare. Il Porto Proibito, pubblicato nel 2015 per BAO Publishing e ristampato nel 2016 in una Artist Edition di pregio, ha vinto il Gran Guinigi come “Miglior graphic novel” a Lucca Comics 2015 e il Premio Micheluzzi come “Miglior fumetto” a Napoli Comicon 2016. Sempre per i tipi di BAO, pubblicano Non stancarti di andare nel 2017 (graphic novel che riscuote in brevissimo tempo un grande successo di pubblico e critica, inclusi il Premio Miglior Libro di Scuola Italiana a Romics 2018 e il Premio della Giuria Popolare “Segafredo Zanetti – città di Asolo”), due volumi della serie per i più piccoli Orlando Curioso (Orlando Curioso e il segreto di Monte Sbuffone e Orlando Curioso e il mistero dei calzini spaiati) tra il 2017 e il 2018, Tosca dei Boschi (inizialmente edito da Dargaud in Francia e poi portato in Italia) nel 2018. Nel 2019 ripropongono le atmosfere de Il Porto Proibito con il primo volume de Le ragazze del Pillar, che nel 2020 si aggiudica il premio “Fumetto nella Gerla” al festival Nuvole a Montereggio e vale a Teresa Radice il Premio Gran Guinigi come “Miglior sceneggiatrice”. Sempre nel 2020, BAO Publishing ripropone uno dei loro lavori più amati, Viola Giramondo, che già nel 2014 si era aggiudicato il Premio Boscarato come “Miglior fumetto per bambini/ragazzi” e che in Francia, dopo la pubblicazione per Dargaud, aveva vinto il Prix Jeunesse a Bédécine Illzach ed era stato inserito nella Sélection Jeunesse al Festival di Angoulême. Sempre nello stesso anno, esce il loro nuovo graphic novel per BAO Publishing, La Terra, il cielo, i corvi. Nel 2021, arriva invece il secondo volume della serie Le ragazze del Pillar. I frutti più originali della loro collaborazione hanno gli occhi grandi e la testa già piena di storie. I loro nomi sono Viola e Michele.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo del Fumetto.

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

ARGOMENTI CORRELATI

LASCIA IL TUO COMMENTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img

CORRELATI

spot_img
Simone Giorgi
Sono Simone, 27 anni, e al momento mi divido tra Milano e Macerata. Laureato in Lingue e Letterature Straniere, ho frequentato il Master in Editoria della Fondazione Mondadori e lavoro come Junior Publisher per Pearson Italia. Ho sempre avuto una grande passione per la lettura, in particolar modo per i fumetti. Da Topolino ai manga, passando per i comics americani, il fumetto italiano e quello franco-belga, non rinuncio a esplorare ogni sottogenere di questo mondo così vasto e spesso troppo sottovalutato. Tuttavia, mi piace definirmi come un nerd a 360°, essendo appassionato anche di cinema e serie tv.

POTREBBERO INTERESSARTI: