Inventing Anna: la recensione della nuova serie di Shondaland

Inventing Anna
8
spot_imgspot_img

Inventing Anna é la nuova miniserie di Netflix targata Shondaland e che sará disponibile sulla piattaforma da domani 11 Febbraio.

Abbiamo avuto il piacere di vedere in anteprima le prime sei puntate della miniserie e ne siamo rimasti totalmente affascinati.

Guarda qui il trailer di Inventing Anna

La sinossi di Inventing Anna

Inventing Anna è la storia di Vivian, una giornalista che indaga sul caso di Anna Delvey, leggendaria ereditiera tedesca di Instagram che, oltre a rubare i cuori dei protagonisti della scena sociale di New York, ruba anche i loro soldi. Anna è la più grande truffatrice di New York o è semplicemente il nuovo ritratto del sogno americano? In attesa del processo a suo carico, l’erede forma un oscuro e divertente legame di amore e odio con Vivian, che sfida il tempo per risolvere il più grande mistero che affligge New York: chi è davvero Anna Delvey? La serie si ispira all’articolo di Jessica Pressler, anche produttrice dello show, How Anna Delvey Tricked New York’s Party People, pubblicato sul New York Magazine.

Cast

Il cast principale è formato da Anna Chlumsky (Veep – Vicepresidente incompetente) nel ruolo della giornalista Vivian, Julia Garner (OzarkDirty John) in quello di Anna Delvey, che dà il nome alla serie, mentre Katie Lowes (Scandal) è Rachel, una follower di Anna disposta a tutto; Laverne Cox (Orange Is the New Black) interpreta Kacy Duke, manager di celebrities e life coach risucchiata dal vortice di Anna, e Alexis Floyd (The Bold Type) è Neff, un’aspirante regista. 

Inventing Anna Recensione

La nostra recensione di Inventing Anna

Come giá detto all’inizio di questo articolo, abbiamo potuto vedere i primi sei episodi di Inventing Anna in anteprima e ne siamo rimasti molto colpiti. La serie targata Shondaland prende spunto dalla vera storia di Anna Sorokin, una ragazza che dal 2013 al 2017 ha truffato il mondo dell’élite newyorkese fingendosi una ricca ereditiera europea.

La storia ci viene presentata nel suo intero, seguiamo la giornalista Vivian nella sua ricerca della veritá. Dalle sue visite alla protagonista in carcere alle sue visite a tutte le persone che Anna ha frequentato negli anni. Ci sono prevalentemente flashback che ci mostrano la vita di Anna durante gli anni in cui é riuscita a fingersi Anna Delvey, i suoi amici, il suo fidanzato, le persone ricche che é riuscita a truffare senza che si accorgessero di chi avevano davanti.

Inventing Anna Recensione

Ladra o ragazza prodigio?

Da un certo punto di vista, non si puó non restare affascinati da questa ragazzina classe ’91 che con un’intelligenza fuori dal comune é riuscita ad ottenere un prestito di 22 milioni di dollari per realizzare il suo sogno di un Club d’arte esclusivo.
L’interpretazione magistrale di Julia Garner poi riesce a non farci vedere la ragazza come una criminale. Ma, come viene detto da uno dei personaggi nella prima puntata, per le persone Anna é diventata un’eroina. Una moderna Robin Hood, solo che non ruba per dare ai poveri, ruba perché é innamorata dell’alta societá, lo fa solo e solamente per se stessa.

Inventing Anna Recensione

Una menzione d’onore va fatta anche ad Anna Chlumsky che come la Garner da un’ottima interpretazione di Vivian, la giornalista che, cercando di riscattarsi da una brutta storia del passato e che contrariamente a quanto le é stato detto, inizia comunque la sua indagine su Anna che all’epoca era appena stata imprigionata ed attendeva il processo. Ed é davvero bellissimo seguire insieme a lei e all’avvocato di Anna l’indagine che porterá finalmente a scoprire la veritá.

Ed é questo che viene fuori dalle prime sei puntate. Anna Sorokin/Delvey é una ragazzina egoista e viziata. A lei non importa di fare del male a qualcuno, pensa solo ai suoi interessi e fará di tutto per raggiungere il suo scopo. Tutto questo lo fará godendosi una vita agiata, a spese di altri.

Inventing Anna tiene incollati allo schermo dall’inizio alla fine, e quando ho finito la sesta puntata ho avuto il solo desiderio di vedere la fine il prima possibile. Come tutte le produzioni Shondaland non sbaglia nulla. La storia viene spiegata nel dettaglio, sviluppandosi tra presente e passato e finalmente, domani, potremo scoprire il destino della protagonista.

Curiositá

Vivian é un nome fittizio per Jessica Pressler, che pubblicó l’articolo su Anna Sorokin nel 2018. Ma, non é stato il primo articolo della Pressler ad essere adattato. Nel 2015 pubblicó, infatti un articolo intitolato “The Hustlers at Scores” adattato poi nel film “Hustlers”. Il film del 2016 con protagoniste Constance Wu, Jennifer Lopez, Julia Stiles, Keke Palmer, Lili Reinhart, Lizzo e CArdi B. Il ruolo della giornalista fu affidato a Julia Stiles.

Curiosi di scoprire di più? Inventing Anna é disponibile da domani su Netflix.

Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate!

COMMENTA LA NOTIZIA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

POTREBBERO INTERESSARTI:

Luther: The Fallen Sun ottiene una valutazione sorprendente

Il prossimo film di Netflix Luther: The Fallen Sun...

Netflix: tutti i film e le serie in arrivo a febbraio 2023 in Italia!

Il colosso dello streaming ha annunciato le novità in...

The Seven Deadly Sins potrebbe trasferirsi in un nuovo studio

The Seven Deadly Sins può aver concluso la sua...

Record of Ragnarok II: rilasciato un nuovo trailer

Il nuovo anno è arrivato, e questo significa che...

Power Rangers: ‘nessun filler’ in Cosmic Fury

Power Rangers sta attualmente lavorando ad un grande ritorno...

Glass Onion diventa il terzo film in anteprima più visto su tutte le piattaforme

Netflix ha distribuito l'attesissimo sequel di Knives Out (2019)...
spot_imgspot_img
Inventing Anna tiene incollati allo schermo dall'inizio alla fine, e quando ho finito la sesta puntata ho avuto il solo desiderio di vedere la fine il prima possibile. Come tutte le produzioni Shondaland non sbaglia nulla. La storia viene spiegata nel dettaglio, sviluppandosi tra presente e passato cosi da non lasciare mai un momento vuoto o noioso. Insomma, una serie perfetta per il Binge Watching!
Inventing Anna
8
spot_img

Correlati

spot_img
Inventing Anna tiene incollati allo schermo dall'inizio alla fine, e quando ho finito la sesta puntata ho avuto il solo desiderio di vedere la fine il prima possibile. Come tutte le produzioni Shondaland non sbaglia nulla. La storia viene spiegata nel dettaglio, sviluppandosi tra presente e passato cosi da non lasciare mai un momento vuoto o noioso. Insomma, una serie perfetta per il Binge Watching! Inventing Anna: la recensione della nuova serie di Shondaland