Naruto x Boruto Ultimate Ninja Storm Connections, la recensione

spot_imgspot_img

In questi giorni abbiamo avuto modo di giocare a Naruto x Boruto Ultimate Ninja Storm Connections. Il nuovo gioco di CyberConnect2 ci ha mostrato i suoi pregi e i suoi tanti difetti, dettati più che altro dalla mancanza d’innovazione più che da un demerito di capacità del team di sviluppo. Per sciorinare ognuno di essi, abbiamo scritto questa recensione per voi così che possiate avere un’opinione in merito. Buona lettura!

Gli eventi degli Uzumaki

CyberConnect 2 ha costruito all’interno del gioco due modalità storia ben distinte che vanno a costruire l’esperienza della modalità storia. Nella prima, il giocatore ha la possibilità di ripercorrere per l’ennesima volta tutti gli eventi principali dell’anime di Naruto. Attraverso flashback, immagini statiche e filmati (che si alternano alle fasi giocate), gli sviluppatori non riescono però a centrare appieno l’obiettivo. Per qualche motivo, molti dei combattimenti più importanti vengono saltati e riassunti, relegati alle modalità di narrazione elencate poco sopra. Potremo quindi rivivere solo combattimenti selezionati per un totale di 43 scontri e tanti, tanti intermezzi che a volte vanno a interrompere per fin troppi minuti l’esperienza di gameplay.

La seconda modalità di gioco vede invece Boruto catapultato in una serie di eventi che s’innescano dopo che il ragazzo interagisce con un sistema di realtà virtuale. Ci fermiamo qui, così da non rovinare quel briciolo di novità che il gioco porta con sé. Ci premiamo a dirvi però che nemmeno questa modalità brilla nella scrittura e trascina il giocatore per mano senza troppe pretese.

Infatti, la problematica principale della storia è la scrittura stessa degli eventi. Specialmente nella seconda modalità, inedita per gli appassionati della serie, si avverte la mancanza di originalità per un racconto che non è mai approdato sulle sponde delle opere scritte da Kishimoto-San. Per non parlare della durata, che vede questa storia inedita di Boruto sciorinarsi per un totale di 7/8 ore.

Cosa aspettarsi dai combattimenti

Il gameplay di Naruto x Boruto: Ultimate Ninja Storm Connections è solido e divertente, ma non apporta grandi novità rispetto ai precedenti capitoli della serie. Il sistema di combattimento è semplice da imparare ma difficile da padroneggiare, e le battaglie sono spesso caotiche e frenetiche. Infatti, dai capitoli precedenti rimangono le concatenazioni di combo, le tecniche dei ninja proprie di ogni personaggio e le elusioni all’ultimo secondo degli attacchi avversari. Le mosse finali sono dettate ancora una volta dalla barra del chakra, che si ricarica lentamente da sola o più velocemente con la pressione di un singolo tasto, con lo svantaggio però di rimanere scoperti agli attacchi nemici.

Il gioco mette molto in evidenza la possibilità di switchare tra altri due personaggi giocabili. Le combinazioni sono molte e danno la possibilità di sbloccare tecniche segrete di gruppo che, con il consumo della barra di chakra, danno il via a lunghe combo incredibili e combinate tra tutti e tre i characters.

I giocatori possono scegliere tra un roster di oltre 100 personaggi giocabili, ognuno con le proprie abilità e tecniche uniche. Proprio come nei capitoli precedenti, i personaggi possono utilizzare una varietà di mosse e abilità per sconfiggere i loro avversari, tra cui attacchi corpo a corpo, tecniche elementali e tecniche di trasformazione.

combattimenti NSC

Passiamo ora all’intelligenza artificiale. Infatti, cimentarsi nella modalità storia comporta il fatto di doversi confrontare con avversari guidati dall’AI. In molte, moltissime (davvero tante!) occasioni ci siamo ritrovati in situazioni in cui le mosse dei nemici non avevano alcun senso, o persino doverli inseguire per dare il via a una mini sezione di confronto prima di vederli scappare per l’ennesima volta. Dare le spalle, non reagire ad alcuni dei nostri attacchi (specialmente quelli da lontano o con gli shuriken) sono solo alcuni dei momenti in cui una deficienza tale ha interrotto l’immersione nell’esperienza offerta dagli sviluppatori.

Le tecniche del villaggio di CyberConnect2

Il comparto tecnico di Naruto x Boruto: Ultimate Ninja Storm Connections è di alto livello. I personaggi e gli ambienti sono realizzati con un dettaglio impressionante e le animazioni sono fluide e realistiche, rendendole il punto forte del prodotto di CyberConnect2. Il gioco supporta anche il 4K e il ray tracing, che migliorano ulteriormente l’aspetto visivo. Abbiamo effettuato la nostra prova su un PC da gaming (usando un controller Xbox) e il framerate non ha mai traballato un secondo, così da farci gustare appieno i combattimenti.

Diciamo che, comunque, anche in questo caso gli sviluppatori non si sono spinti troppo oltre per offrirci qualcosa di nuovo. Assets e animazioni sono ripresi appieno anch’essi dai giochi precedenti, ma è comprensibile come la formula del cell shading ibrido sia stata reiterata poiché vincente. L’ottimizzazione è molto buona, insieme a tutto il resto, ma a tre anni dalla nuova generazione ci saremmo aspettati qualcosa in più anche su questo fronte.

Scontro tra Ninjas

D’altro canto, il comparto multiplayer di Naruto x Boruto Ultimate Ninja Storm Connections offre un’esperienza di gioco più divertente e coinvolgente, ma presenta vantaggi e svantaggi da tenere a mente. Tra gli aspetti positivi possiamo riconoscere che il gioco offre diverse modalità multigiocatore che si adattano alle preferenze. Puoi sfidare altri giocatori in battaglie casuali o classificate, giocare in co-op all’interno della modalità storia o partecipare a tornei online. Nelle partite che abbiamo avviato, abbiamo trovato che il sistema di matchmaking facesse un buon lavoro nel mettere i giocatori di pari livello l’uno contro l’altro.

Purtroppo, per quanto riguarda i lati negativi, permangono ovviamente gli stessi descritti sopra dato che il sistema di combattimento è lo stesso della storia principale. Inoltre, alcuni personaggi potrebbero risultare più forti di altri nel contesto competitivo del multiplayer, creando un leggero squilibrio nelle battaglie online.

multiplayer

In conclusione, Naruto x Boruto Ultimate Ninja Storm Connections non è in grado (e probabilmente non vuole nemmeno) di portare innovazioni. Il gioco di CyberConnect 2 ci riporta a una o due generazioni fa sia con la storia – escludendo la breve parentesi di Boruto – sia per i combattimenti senza apportare alcuna modifica. L’opera è quindi rivolta ai fan della serie, mentre per chi cerca innovazione consigliamo di attendere la prossima iterazione tie-in, che sarà sicuramente next-gen in tutto e per tutto.

Grazie per la vostra attenzione! Speriamo che questa analisi completa di Naruto x Boruto Ultimate Ninja Storm Connections vi abbia soddisfatto. Vi ricordiamo di scrivere i vostri pareri nei commenti! Per ulteriori aggiornamenti su questo e su molti altri argomenti nerd, invece, vi rimandiamo al nostro sito Nerdpool.it!

NarutoxBoruto Ultimate Ninja Storm Connections è un gioco che rimane in continuità con quello che ci è stato mostrato in passato. Lato tecnico il gioco ha poche smagliature, sebbene il gameplay rimane ancorato a - letteralmente - due generazioni fa e l'impegno profuso nella modalità storia è quello che è. In soldoni, è un gioco consigliato ai fan della serie ma non a chi cerca un sistema di combattimento innovativo.
LEGGI ANCHE:
Correlati
NarutoxBoruto Ultimate Ninja Storm Connections è un gioco che rimane in continuità con quello che ci è stato mostrato in passato. Lato tecnico il gioco ha poche smagliature, sebbene il gameplay rimane ancorato a - letteralmente - due generazioni fa e l'impegno profuso nella modalità storia è quello che è. In soldoni, è un gioco consigliato ai fan della serie ma non a chi cerca un sistema di combattimento innovativo.Naruto x Boruto Ultimate Ninja Storm Connections, la recensione