Bakuman! 1 – La scommessa di un sogno

Due ragazzini delle medie inseguono un grande sogno: diventare mangaka, ma per raggiungerlo sarà come "giocare d'azzardo".

Nulla è più ambizioso di un obiettivo quasi utopico da raggiungere, come quello di Mashiro e Takagi, due ragazzini delle medie che sognano di diventare dei mangaka di successo, coronando le loro aspirazioni nate in così poco tempo, spontaneamente, senza lasciarsi abbattere dalle preoccupazioni di un futuro incerto per coloro che desiderano diventare mangaka. Chi conosce il duo composto da Tsugumu Ohba e Takeshi Obata, Bakuman, pubblicato in Italia da Planet Manga, rappresenta sicuramente un ottimo modo per conoscerli ulteriormente tramite una storia dai toni più leggeri ma pur sempre appassionanti, rispetto alle opere più conosciute di questa rinomata coppia di autori come Death Note e Platinum End.

La copertina di Bakuman! 1 – Tsugumi Ohba e Takeshi Obata; Panini Planet Manga.

Giocatore d’azzardo

Mashiro inizialmente è scettico riguardo l’inseguire il proprio sogno più intimo e al tempo stesso folle, che ha abbandonato completamente quando suo zio, mangaka anche lui, morì lasciando un grande vuoto nella vita del ragazzino, che perse ogni interesse per intraprendere seriamente la carriera di mangaka a prescindere dai rischi che potrebbero insorgere. Ma, come se il suo destino fosse inciso dentro di lui, attraverso “il sangue”, o volendo, il dna dello zio come ripeterà spesso Takagi stuzzicando il suo collega, Mashiro ricomincia a guardare in maniera più seria e decisa al suo desiderio grazie alla proposta del suo futuro collega riguardo la loro collaborazione per creare manga insieme.

I due sognatori cominciano così a lavorare in modo estenuante insieme, andando contro le proprie preoccupazioni e quelle dei loro familiari preoccupati per il loro futuro, dato che, il mestiere del mangaka è sempre incerto, riflettendo esattamente il funzionamento del “gioco d’azzardo” secondo le parole dello zio di Mashiro. Ogni sogno comporta dei rischi, lo sapeva suo zio Taro Kawaguchi e lo sa anche Mashiro, ma quest’ultimo ha fortunatamente (perché ci vuole anche fortuna secondo le regole di Taro), più possibilità dato che possiede già uno studio, e persone care che bene o male cercano di credere in lui, ma soprattutto l’amore. Perché Mashiro decide di mettere tutto se stesso nel suo progetto insieme a Takagi soltanto quando si dichiara alla ragazza per cui ha una cotta: Miho Azuki.

Mashiro e Takagi mentre discutono riguardo la loro collaborazione. – Bakuman! 1 – Ohba e Obata; Panini Planet Manga.

L’amore per i manga e non solo

Mashiro è totalmente cotto per Miho, la quale tuttavia chiede a Mashiro di raggiungere i propri sogni insieme prima di avanzare ulteriormente nella loro possibile relazione amorosa, la quale rispecchia sotto ogni punto di vista quella che ebbero Taro e la madre di Azuki; una relazione estremamente pura e innocente che si fa quasi fatica a definirla tale. Tuttavia, Takagi resta colpito dall’amore che i due sembrano provare sinceramente l’uno per l’altra, e, per questo decide di continuare ancora di più a lavorare al loro manga, occupandosi del ruolo di sceneggiatore lasciando a Mashiro la responsabilità di curare i disegni.

Il duo funziona molto bene, sembrano quasi pronti ad avere successo, e il loro desiderio di raggiungere i propri obiettivi lo percepiamo pagina dopo pagina; tuttavia, anche se Bakuman! offre delle riflessioni interessanti e mostra quanto due ragazzini possano essere determinati a rincorrere il proprio sogno, per un lettore che non sa quasi niente del mondo dei manga, la lettura potrebbe risultare parecchio pesante dato che in molti capitoli si viene “bombardati” da molte informazioni che quasi non servirebbero per un manga del genere, e che sicuramente si poteva rendere più scorrevole. Poiché la lettura, di per sé già ridondante di informazioni riguardo l’editoria dei manga in Giappone, risulta già pesante per un lettore avvezzo a tali info, per chi non ne sa nulla è probabile che si riveli difficile da seguire.

Ci sono anche informazioni difficili da credere soprattutto in situazioni quasi irreali, le emozioni dei personaggi sono difficili da decifrare in questo contesto, vengono mostrate fin troppo poco, e data la loro giovane età, almeno uno dei due dovrebbe aver modo di dimostrare di più il proprio mondo interiore. Se non attraverso i dialoghi, si potrebbero evidenziare tali emozioni e stati d’animo attraverso i pensieri e ragionamenti dei protagonisti, o anche soltanto attraverso un buon uso dei disegni che certamente non mancano di tecnica e precisione, risultando puliti, ma quasi privi di vere emozioni che dovrebbero saltare fuori dalle tavole. Come se ci fosse qualcosa che blocca la fuoriuscita delle loro personalità.

Mashiro chiede ad Azuki di sposarlo una volta che avranno realizzato i loro sogni. – Bakuman! 1 – Ohba e Obata; Panini Planet Manga.
Bakuman è un manga che ci mostra il sogno di due giovani mangaka, risultando certamente carino da seguire, ma si dimostra spesso pesante da leggere con informazioni ridondanti riguardo il settore, che per un lettore non avvezzo all'ambiente, potrebbe essere ancora più pesante da leggere.

CORRELATI

Bakuman è un manga che ci mostra il sogno di due giovani mangaka, risultando certamente carino da seguire, ma si dimostra spesso pesante da leggere con informazioni ridondanti riguardo il settore, che per un lettore non avvezzo all'ambiente, potrebbe essere ancora più pesante da leggere. Bakuman! 1 - La scommessa di un sogno