Blue Beetle: Cosa sono gli OMAC?





Blue Beetle è sbarcato nelle sale cinematografiche, conquistando le classifiche del box office e introducendo il pubblico all’eroe DC titolare. Oltre a stabilire la storia di Jaime Reyes/Blue Beetle (Xolo Maridueña), Blue Beetle introduce alcuni aspetti interessanti della storia della DC, molti dei quali si prevede verranno trasferiti nel nuovo Universo DC di James Gunn e Peter Safran. In particolare, Blue Beetle mette in atto la più grande introduzione di OMAC nel live-action: ecco cosa c’è da sapere.

Attenzione, seguono piccoli SPOILER su Blue Beetle, continuate a vostro rischio e pericolo!!!

In Blue Beetle, viene rivelato che Victoria Kord (Susan Sarandon) è alla ricerca instancabile della tecnologia Scarabeo per il bene dell’ultima impresa delle Kord Industries. Nonostante la scomparsa di Ted Kord e di sua figlia Jenny Kord (Bruna Marquezine) entrambi convinti che le industrie Kord non debbano produrre armi, Victoria non condivide questa convinzione. Sotto la guida di Victoria, le Industrie Kord sperano di creare un nuovo esoscheletro che possa aiutare a migliorare le forze dell’ordine: il One Man Army Corps, o OMAC. Mentre le tute OMAC sono già abbastanza funzionali, con Ignacio Carapax (Raoul Trujillo) che ne sfoggia una per tutto il film, Victoria vuole che lo Scarabeo contribuisca a potenziarne le capacità. Per un breve periodo riesce nel suo intento, prima che Carapax le si rivolti contro.


Chi è OMAC della DC?


Creato inizialmente da Jack Kirby, OMAC era un soprannome usato da Buddy Blank, un supersoldato simile a Capitan America in un futuro lontano. Buddy lavorava instancabilmente per la Global Peace Agency, un’agenzia senza volto, e le sue storie sono state narrate in vari albi e storie di supporto fino agli anni ’90.

Nel 2005, Greg Rucka e Jesús Saíz hanno reintrodotto il concetto di OMAC nella storia della DC con la miniserie The OMAC Project. Ribattezzati “Observational Metahuman Activity Construct”, questi nuovi OMAC erano esseri umani trasformati contro la loro volontà in robot senza volto, il cui unico obiettivo è distruggere i metaumani. Con l’aiuto del satellite Brother Eye di Batman, Maxwell Lord ha usato gli OMAC per attuare il suo piano malvagio. Questo, insieme all’uccisione da parte di Max di Ted Kord/Blue Beetle, è diventato il fulcro dell’evento Crisi Infinita. Negli anni successivi a Crisi Infinita, il concetto di OMAC ha avuto legami con Batman e gli Outsider, Generazione perduta e persino una versione reboot di Buddy Blank. Il canone dei New 52 ha introdotto anche un’iterazione completamente nuova dell’OMAC (questa volta, acronimo di One-Machine Attack Construct), chiamata Kevin Kho.

Che significato hanno gli OMAC di Blue Beetle per il DCU?


Blue Beetle inserisce gli OMAC nella sua storia a più livelli: per cominciare, il fatto che le Industrie Kord abbiano contribuito alla loro creazione nel film è una sorta di tragedia poetica, visto che Ted è morto nei fumetti. La morte di Ted nel periodo precedente a Crisi Infinita ha anche portato Jaime a ottenere inizialmente lo Scarabeo nei fumetti. Inoltre, questo rappresenta un modo inaspettato per snellire la storia di Carapax, rispetto al suo debutto nei fumetti.


Ma oltre a questo, l’introduzione degli OMAC da parte di Blue Beetle, e la loro successiva distruzione durante il combattimento finale del film, arricchisce ulteriormente il DCU per le storie future. A seconda di quanto il progetto OMAC di Victoria fosse noto al pubblico (cosa che, dato che nel film vediamo una pubblicità televisiva, potrebbe essere probabile), c’è sempre la possibilità che un altro nemico tenti di riavviare gli sforzi in un’avventura successiva.

CORRELATI