Blue Beetle: il film ha usato Injustice 2 come riferimento per i combattimenti

Angel Manuel Soto, il regista del prossimo film su Blue Beetle, ha dichiarato che le scene di combattimento del film sono state ispirate da film come The Raid e videogiochi come Injustice 2. Il film, in uscita venerdì, è incentrato su Jaime Reyes (Xolo Maridueña), che viene incaricato di fare il “supereroe” dopo aver ricevuto il potere da un artefatto alieno che assomiglia a uno scarabeo blu. Una delle cose che Soto voleva davvero fare era assicurarsi che le scene di combattimento sembrassero concrete e viscerali, ispirandosi ai giochi di combattimento e ai film d’azione e creando un look unico nel panorama attuale dei film di supereroi.

Ha anche citato film come Il quinto elemento e videogiochi come Final Fantasy VII come ispirazione per alcune delle armi create da Jaime nei suoi costrutti simili a quelli di Lanterna Verde.

“Volevo che l’azione e la violenza fossero un po’ più viscerali”, ha dichiarato Soto a Discussing Film. “Anche se amo il lato fantastico e magico delle cose, questo è l’inizio del viaggio eroico di Jaime Reye e lui non sa ancora tutto quello che può fare. Quindi, una delle cose che volevamo era che questo film presentasse un po’ più di combattimenti corpo a corpo. Abbiamo usato molti riferimenti come i film di The Raid e Gangs of London per i combattimenti corpo a corpo, che Jon Valera, il nostro coordinatore degli stunt, guida molto bene. Siamo riusciti a realizzare qualcosa che rappresentasse quel tipo di intimità da carne a carne che può esistere nella violenza. Ma, allo stesso tempo, giochiamo con diverse alternative fantastiche e con la realizzazione dei desideri di un giovane uomo. Ad esempio, molte delle combo di Injustice 2 sono state utilizzate come riferimento durante i combattimenti e con le manifestazioni delle armi. Il blaster di Blue Beetle è stato addirittura ispirato da Mega Man!”.

“C’è una scena in cui Jaime dice: ‘Khaji, mostrami qualcosa’, e lui tira fuori una pistola che abbiamo scelto per assomigliare alla pistola ZF-1 de Il quinto elemento”, ha aggiunto Soto. “Poi ci giochiamo di nuovo verso la fine, quando Jaime dice: ‘Qualcosa che voglio? Ok!” e tira fuori la spada di Cloud da Final Fantasy VII… Perché? Perché siamo giocatori! Ci siamo chiesti: “Wow, cosa vorrei creare?”. Ho sempre voluto avere una spada buster come quella di Final Fantasy. Poter giocare con questi riferimenti, compresi alcuni di Dragon Ball Z. Giocare con un sacco di altri riferimenti che non ho intenzione di rovinare, è stato super divertente. Mi sono sentito come se avessi di nuovo dodici anni!”.

Dalla Warner Bros. Pictures arriva Blue Beetle, nelle sale il 18 agosto, che segna la prima volta del supereroe DC sul grande schermo. Il film, diretto da Angel Manuel Soto, ha come protagonista Xolo Maridueña e il suo alter ego Jaime Reyes. Jaime Reyes, appena laureato, torna a casa pieno di aspirazioni per il suo futuro, ma scopre che la casa non è proprio come l’ha lasciata. Mentre cerca di trovare il suo scopo nel mondo, il destino interviene quando Jaime si ritrova inaspettatamente in possesso di un’antica reliquia di biotecnologia aliena: lo Scarabeo. Quando lo Scarabeo sceglie improvvisamente Jaime come suo ospite simbiotico, gli viene conferita un’incredibile armatura capace di poteri straordinari e imprevedibili, cambiando per sempre il suo destino e diventando il supereroe BLUE BEETLE.

CORRELATI