Microsoft: CMA britannica ritenuta “severa ma equa”

Questo è il parere del presidente della società riguardo all'accordo con Activision Blizzard

Sebbene Microsoft abbia ufficialmente acquisito Activision Blizzard, l’azienda ha dovuto ristrutturare l’accordo per ottenere l’approvazione dell’autorità britannica per la concorrenza e il mercato, che in origine aveva giudicato l’accordo problematico per una serie di motivi.
Il presidente di Microsoft, Brad Smith, non era contento del verdetto originale e lo aveva accolto con parole dure, ma sembra che le cose siano cambiate da allora, ora che l’accordo è finalmente andato in porto.

Parlando durante il programma Radio 4 Today della BBC, come riportato da The Verge, Brad Smith ha parlato del regolatore del Regno Unito, affermando che, pur non rinunciando a tutte le preoccupazioni espresse in passato, le avrebbe formulate in modo diverso.
Per questo motivo, ritiene che la CMA si sia attenuta a uno standard severo e che il suo verdetto sia stato duro ed equo.
Alla fine, Microsoft ha dovuto rinunciare ai diritti di gioco cloud nel Regno Unito per far approvare dalla CMA l’acquisizione di Activision Blizzard.

L’approvazione della CMA era l’ultimo ostacolo da superare per l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft.
L’accordo, chiuso ufficialmente lo scorso ottobre, è stato celebrato con un messaggio di Phil Spencer che ha dato il benvenuto ai nuovi studios.

“Per i milioni di fan che amano i giochi di Activision, Blizzard e King, vogliamo che sappiate che oggi è un buon giorno per giocare. Siete il cuore e l’anima di questi franchise e siamo onorati di avervi come parte della nostra comunità.
Che giochiate su Xbox, PlayStation, Nintendo, PC o cellulare, qui siete i benvenuti e lo resterete anche se non è Xbox la piattaforma che userete per giocare al vostro franchise preferito.”

Continuate a seguirci su Nerdpool.it per non perdervi altre notizie e recensioni a tema videoludico!

CORRELATI