Qual è il posto più lontano da qui? 2 – Recensione

Dopo un primo volume davvero interessante e imprevedibile, Qual è il posto più lontano da qui?, la serie di Matthew Rosenberg e Tyler Boss, prosegue con un secondo volume altrettanto folle e ricco di sorprese, uscito in questi giorni per Bao Publishing.

TRA PASSATO E PRESENTE

La fuga di Sid aveva dato inizio alla storia, cambiando per sempre la vita dei membri dell’Academy. Perso il loro rifugio, avevano cominciato a vagare tra i diversi territori, incontrando alleati e minacce di ogni tipo, dividendosi e perdendo alcuni compagni. Mentre succedeva tutto questo, che cosa faceva Sid? Nei quattro capitoli presenti nel secondo volume la narrazione procede in maniera alternata tra passato e presente, rispondendo in parte a questa domanda. Rosenberg e Boss riavvolgono il nastro e ci mostrano le varie tappe del cammino della ragazza, passando attraverso luoghi ancora inesplorati o altri che avevamo già visto in precedenza.

Qual è il posto più lontano da qui? è una storia corale, ma Sid ha un ruolo importante in essa, anche per la sua “situazione particolare” che pone alcuni quesiti da risolvere. Dopo il finale burrascoso del primo volume, l’Academy si è sfaldata e ogni ragazzo e ragazza si ritrova a vivere in situazioni inedite e per nulla facili. Iniziamo così a vedere anche cos’è successo loro nel presente e a ognuno è dedicato un intero capitolo. Questo permette agli autori di caratterizzare al meglio tutti i personaggi e ai lettori di affezionarsi a ciascuno. La storia procede così su più linee che avanzano in autonomia ma che prima o poi sono destinate nuovamente a incrociarsi in maniera imprevedibile.

UN WORLDBUILDING IN CONTINUO DIVENIRE

La mappa mostrata da Sid all’inizio del volume ci fa rendere conto di come il team creativo abbia svolto un grande lavoro nel dare vita a uno scenario ricchissimo di dettagli e che è ancora tutto da scoprire. L’ambientazione generale è quella di una classica storia post-apocalittica o simile, dove la società è regredita a causa di alcuni eventi traumatici, ma è il modo di raccontarla e in cui prende vita tramite i disegni di Boss a renderla qualcosa di inedito e intrigante.

A sua volta, il tema adolescenziale assume un’accezione diversa dal solito, anche grazie a un cast di personaggi davvero eterogeneo, nel quale è facile trovare qualcuno con cui immedesimarsi. Le problematiche che solitamente si affrontano in quest’età, come i primi amori, sono quasi del tutto assenti. Com’era già evidente dal primo volume, i personaggi di Qual è il posto più lontano da qui? sono adolescenti, ma costretti a vivere come adulti e affrontare difficoltà e pericoli più associabili all’età adulta.

Anche grazie ai colori di Roman Titov, tutto risulta sempre molto pop e psichedelico, rendendo Qual è il posto più lontano da qui? una serie moderna ma con un’ambientazione atemporale, fuori da uno spazio e un tempo preciso. Quattro capitoli che confermano quindi le ottime sensazioni del primo volume e aprono nuovi sviluppi in una storia che ha ancora tantissimo da raccontare e che non vediamo l’ora di proseguire!

PS: Il primo volume conteneva i capitoli fino al 6, mentre il secondo, a differenza di quanto indicato nel colophon, non riparte dal 7, ma contiene dal 10 al 13. Prima di preoccuparvi, non si tratta di un errore ma anche l’edizione in volume americana è identica. I capitoli 7,8 e 9 sono storie autoconclusive che sicuramente troveremo in uno dei prossimi volumi.

Il secondo volume conferma la freschezza e l'imprevedibilità di una tra le serie migliori degli ultimi anni. Rosenberg e Boss hanno ancora tanto da dire e sarà divertente vedere dove porteranno i protagonisti della storia, ognuno alle prese con pericoli e insidie diverse per cercare di sopravvivere e trovare forse il posto più lontano da qui.

CORRELATI

Il secondo volume conferma la freschezza e l'imprevedibilità di una tra le serie migliori degli ultimi anni. Rosenberg e Boss hanno ancora tanto da dire e sarà divertente vedere dove porteranno i protagonisti della storia, ognuno alle prese con pericoli e insidie diverse per cercare di sopravvivere e trovare forse il posto più lontano da qui.Qual è il posto più lontano da qui? 2 - Recensione