IN EVIDENZA

Nanako SOS: il manga di Nanà Supergirl

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
206FollowerSegui

Amici ed Amiche Otaku data la mia “giovane” età e da buon amante del vintage sono sempre alla ricerca di manga da cui sono stati tratti gli anime che hanno caratterizzato la mia gioventù e comincio questo mio viaggio parlandovi del manga appena entrato nella mia collezione e che ho da poco finito di leggere (a dir la verità l’ho divorato) : NANAKO SOS fumetto giapponese dell’autore Hideo Azuma (creatore anche di C’ERA UNA VOLTA POLLON di cui prossimamente vi parlerò) pubblicato in Giappone dall’aprile 1980 al giugno 1985 e pubblicato nel nostro Paese dalla Magic Press Edizioni tra il novembre 2008 e l’ottobre 2009

 

Da NANAKO SOS è stata tratto il famoso cartone animato anni 80, NANA SUPERGIRL trasmesso sulle reti Mediaset e ultimamente riproposto

 

 

 

NANAKO SOS è un cosiddetto gag manga un fumetto in cui non esiste una vera e propria e trama in quanto si tratta di storie slegate tra loro il cui unico punto d’incontro sono i personaggi: NANAKO (Nanà), la protagonista, è una ragazzina ingenua timida un po stupidotta ma anche solare e altruista, dotata di superpoteri esp (vola, solleva pesi , rompe muri) che vittima del suo carattere docile viene sfruttata dal suo amico e aspirante genio Tomoshige Yotsuya (Leonetto) la cui massima aspirazione è quella di fare soldi facendo leva sui poteri di Nanako. A dare aiuto a Nanà e Leonetto c’è  Iidabashi (Bobolo) l’anima buona del manga, aspirante mangaka e compagno di classe di Yotsuya che nel primo capitolo incontra Nanà e segretamente se ne innamora. Gli antagonisti del fumetto sono il il Dottor Ishikawa, che in molti ricorderanno anche nell’anime con la sua faccia ispirata a Frankestein e l’impermeabile, e il Dottor O-Tomo: la cosa curiosa di questi due personaggi è che sono ispirati da due mangaka in quel periodo molto vicini ad Azuma, Jun Ishikawa suo rivale e  Katsuhiro Otomo il famoso autore di Akira.

Il manga è molto simpatico e divertente, non è difficile farsi qualche risata durante la lettura in quanto queste storielle nonsense sono davvero folli e demenziali, una caratteristica propria che troviamo nelle opere di Azuma che in questo manga è risultato davvero senza freni e dotato di un’irrefrenabile ironia.

Anche i disegni sono una caratteristica di Azuma, tutti i tratti sono molto soft deformed talvolta anche bruttini a vedersi ma all’interno di un gag manga del genere non stonano affatto anzi a mio parere aumentano il lato divertente  e ironico dell’opera.

L’edizione italiana pubblicata da Magic Press è davvero notevole : 5 volumi composti da storielle autoconclusive da 16 pagine l’una, sovraccoperta, pagine a colori, tanti extra a fine volume e 3 inediti disegnati da Azuma tra il 2001 e il 2003.

                                                         

In conclusione se siete alla ricerca di qualcosa di leggero e divertente capace di far sorridere NANAKO SOS è un manga che mi permetto di consigliare e l’edizione Magic Press è talmente ben fatta che in una collezione non dovrebbe mancare.

Amiche ed amici Otaku a presto con un nuovo vintage !

 

 

ARGOMENTI CORRELATI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
206FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI