Watchmen 1×01: tutti i riferimenti al fumetto nella première della serie HBO

Watchmen 1×01: tutti i riferimenti al fumetto nella première della serie HBO

La prima puntata di Watchmen, intitolata It’s Summer and We’re Running Out of Ice, ha mostrato molti riferimenti al fumetto, dimostrando da subito quanto l’opera di Alan Moore e Dave Gibbons sia parte integrante della serie HBO. Scopriamole insieme:

AVVISO: L’ARTICOLO CONTIENE ALCUNI SPOILER SUL PRIMO EPISODIO

LA SETTIMA CAVALLERIA” E L’INFLUENZA DI RORSCHACH

Fin dalle prime scene che descrivono gli eventi storici del massacro del 1921 a Tulsa, in Oklahoma, Watchmen rende il razzismo un tema ricorrente. Nella prima sequenza nel presente, un ufficiale di colore della polizia di Tulsa viene assassinato da un membro della Settima Cavalleria, un gruppo suprematista bianco che usa la maschera di Rorschach, ma, a quanto pare, anche il suo assolutismo morale.

UNA PIOGGIA DI CALAMARI

La persone di questa America alternativa deve sopportare periodici eventi meteorologici, o extradimensionali, come quando dei calamari piovono dal cielo. Ad un certo punto dell’episodio, suona una sirena di avvertimento e vediamo le macchine che si spostano sul lato della strada, appena prima che i piccoli calamari piovano, lasciando ovunque un liquame viscido e puzzolente. Intravediamo anche un titolo di giornale che indica che una doccia a Boise, nell’Idaho, ha provocato due morti in un rifugio per senzatetto.

Il fenomeno atmosferico è, ovviamente, un cenno al climax del fumetto, in cui Adrian Veidt (alias Ozymandias) mette in atto il suo piano generale per riportare il mondo sull’orlo di un olocausto nucleare: una falsa invasione aliena di New York City. Una gigantesca creatura simile a un calamaro, segretamente creata in un laboratorio da Veidt, viene scatenata a Manhattan, provocando 3 milioni di morti.

I DIRIGIBILI

Nel fumetto originale, i dirigibili si librano sopra i grattacieli di New York City, mentre nella serie HBO ne vediamo uno a Tulsa. Il dirigibile pubblicizza la serie televisiva sensazionalista, American Hero Story: Minutemen, che pretende di raccontare la storia del più importante gruppo di eroi del mondo dagli anni ’40.

HOODED JUSTICE

Un altro mezzo che pubblicizza American Hero Story: Minutemen è un autobus. Dove vediamo il primo eroe classico del mondo di Watchmen: Hooded Justice. Un misterioso avventuriero mascherato che, dalla fine degli anni ’30 e per gran parte degli anni ’40, era un membro dei Minutemen, insieme a Capitan Metropolis, Silk Spectre, Nite Owl, Silhouette, Dollar Bill, Mothman e The Comedian.

IL CARTELLO

Mentre Angela Abar si dirige verso il suo negozio per per vestire i panni di Sister Night, passa vicino ad un giovane con un cartello che dice “Il futuro è luminoso“. Il riferimento è ovviamente a quello visto nei primi capitoli del fumetto di Moore che recita: “La fine è vicina“. Nella serie cartacea, il cartello era portato da Walter Joseph Kovacs, colui che vestiva la maschera di Rorschac.

VEIDT E’ MORTO?

Proprio come nel fumetto originale, la serie televisiva Watchmen trasmette curiosità ed informazioni attraverso i titoli dei giornali. Tra le varie prime pagine, troviamo il primo riferimento ad Adrian Veidt, meglio noto come Ozymandias. Ma mentre Veidt viene dichiarato ufficialmente morto, sappiamo che è ancora vivo, come vedremo più avanti in questo episodio, ed è interpretato da Jeremy Irons, che vive in una tenuta di campagna … da qualche parte.

“E SUSSURREREMO, ‘NO'”TICK TOCK

Non contento di aver semplicemente rubato l’aspetto di Rorschach, La Settima Cavalleria passa anche la sua linea più famosa e la altera in base al loro scopo. In un video pubblicato per annunciare il ritorno del gruppo, un portavoce avverte: “Presto tutte le puttane e i traditori della razza grideranno ‘Salvaci!’ e noi sussurreremo ‘No’“.

Il video si chiude con i suprematisti bianchi mascherati che cantano “Tick-tock! Tick-Tock!“, il conto alla rovescia per una punizione promessa. Questo abbraccia il motivo principale dell’orologio nel fumetto, che allude al Doomsday Clock che avvicina alla guerra nucleare. A legarsi al ticchettio degli orologi, ci pensa anche Veidt, a cui i suoi servitori regalano un orologio da tasca. Mentre si scopre che la Settima Cavalleria sta accumulando batterie per uno scopo sconosciuto.

CHI OSSERVA I GUARDIANI?

Judd Crawford, il personaggio unterpretato da Don Johnson, fa vedere il viedeo della Settima Cavalleria agli agenti di polizia riuniti in una stanza. Alla fine del video e della riunione, il commissario congeda i suoi con quello che possiamo presumere sia il motto del dipartimento: “Quis Custodiet Ipsos Custodes” tradotto: “Chi osserva i guardiani?” (Gli ufficiali rispondono “Facimus” o “Facciamo”.)

“Chi osserva i guardiani?” è stato utilizzato nel marketing di DC Comics per la serie a fumetti del 1986-1987, e lo slogan appare come un graffito in tutta la storia, anche se non abbiamo mai la frase completa. Infatti è sempre parzialmente oscurata.

RICHARD M. NIXON

Nella storia alternativa del fumetto e, ora, della serie HBO, il presidente Richard M. Nixon chiede al potente dottor Manhattan di intervenire nella guerra del Vietnam, garantendo la vittoria degli Stati Uniti. Nel 1985, quando si verificarono i principali eventi del fumetto, il Vietnam era entrato nel sindacato come il 51° stato, che si riflette nella prima. È implicito che il Comico abbia preso provvedimenti estremi per coprire lo scandalo Watergate, il che significa che Nixon non ha lasciato l’ufficio in disgrazia. Con l’abrogazione del 22° emendamento, è stato libero di continuare come presidente per almeno cinque mandati.

Quando Looking Glass (Tim Blake Nelson) interroga un membro della Settima Cavalleria in “The Pod”, i due sono circondati da immagini lampeggianti intese a provocare una risposta. In una di queste c’è il Monte Rushmore, che come vediamo nel mondo di Watchmen è stato rinnovato con la faccia di Nixon aggiunta alla massiccia scultura. Nella puntata si vede anche una grande figura di Nixon che segna l’ingresso di “Nixonville”, una collezione di case mobili in cui si intuisce che vivano persone sgradevoli.

IL CALAMARO

Nel caso in cui perdessimo il legame tra la “doccia di calamari” e la creatura “aliena” del fumetto, questo episodio fa un altro riferimento meno sottile. Mentre Looking Glass continua il suo interrogatorio. Forse non è una coincidenza che questa immagine lampeggi sui muri mentre chiede: “Credi che gli attacchi transdimensionali messi in scena dal governo degli Stati Uniti siano falsi?

UNA NAVICELLA MOLTO SIMILE A QUELLA DI NITE OWL

Quando Angela e altri agenti di polizia organizzano un’incursione in un rifugio della Settima Cavalleria, ricevono un supporto di sorveglianza dal capo Crawford e dal pirata Jenny (Jessica Camacho) in quello che si rivela essere un dirigibile che ha una sorprendente somiglianza con il la navicella di Nite Owl vista nel fumetto.

Sono praticamente identici nella forma ed entrambi possiedono le enormi finestre a forma di occhio nella cabina di pilotaggio. Come il Gufo, il veicolo della polizia ha anche un lanciafiamme, che in questo caso usa per far cadere il piccolo aereo in cui alcuni membri della setta tentano di fuggire.

“IL FIGLIO DELL’OROLOGIAIO”

La HBO ha smesso di provare a fingere che Jeremy Irons stesse interpretando qualcuno diverso da Adrian Veidt qualche tempo fa. Isolato dall’azione principale, potremmo presumere che sia messo da parte. Tuttavia, questo non è in linea con il suo personaggio. L’uomo annuncia al suo maggiordomo e alla cameriera che sta scrivendo una commedia intitolata “Il figlio dell’orologiaio“. Questo è un riferimento a Jon Osterman, alias Doctor Manhattan, che era davvero il figlio di un orologiaio, ma è stato spinto da suo padre a perseguire la fisica nucleare.

IL DISTINTIVO DEL COMICO

Nella scena finale, Crawford viene mostrato morto e impiccato ad un albero, e l’episodio si chiude con una goccia di sangue che cade sul suo distintivo di polizia sul terreno sottostante. Naturalmente, questa immagine ha lo scopo di evocare l’iconica spilla del Comico nel fumetto.

Il comico indossava la faccina sorridente come parte del suo costume, un simbolo incongruo, considerando le sue tattiche brutali. Il suo sangue, dalla notte del 1985 in cui è stato ucciso, ne adorna il distintivo. Nella scena del fumetto, dopo che il Comico è stato gettato fuori dalla finestra, la spilla si sganciò della sua veste e venne poi trovata da Rorschach.

E voi, ne avete trovate altri? Fatecelo sapere nei commenti.

Qui sotto trovate la nostra recensione del primo episodio di Watchmen:

Sinossi Watchmen 1×01: “It’s Summer and I’m Running Out of Ice

In un’America alternativa dove la polizia nasconde la propria identità dietro le maschere per proteggersi da un’organizzazione terroristica, la detective Angela Abar (Regina King) indaga sul tentato omicidio di un collega ufficiale sotto la guida dell’amica e capo Judd Crawford (Don Johnson) Nel frattempo, Lord of a Country Estate (Jeremy Irons) riceve un regalo di anniversario dai suoi fedeli servitori. Scritto da Damon Lindelof; diretto da Nicole Kassell.

La programmazione italiana è partita dal 21 ottobre in v.o., alle 3.00 e alle 21.15 su Sky Atlantic e in streaming su NOW TV. Dal 28 ottobre, alle 21:15 ci sarà l’episodio della settimana precedente doppiata in italiano. Mentre continuerà la contemporaneità con gli Stati Uniti nella notte tra la domenica e il lunedì. Ecco com’è stata presentata Watchmen da Sky:

Dopo Lost e The Leftovers, in contemporanea con gli Stati Uniti e in esclusiva per l’Italia arriva su Sky e NOW TV la nuova e attesissima serie HBO creata da Damon Lindelof, trasposizione dell’acclamata graphic novel di Alan Moore e Dave Gibbons. Ambientata in un mondo alternativo in cui i supereroi sono considerati dei fuorilegge, la serie trae ispirazione dalle vicende narrate nel fumetto. Nel cast Jeremy Irons, Regina King e Tim Blake Nelson; insieme a Lily Rose Smith, Yahya Abdul-Mateen II, Andrew Howard, Dylan Schombing, Adelaide Clemens, Frances Fisher, Louis Gossett Jr. e Don Johnson.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo DC Comics.

Vi ricordiamo che grazie a NerdPool potrete creare la vostra casella di fumetti presso L’idea che ti manca, non lasciatevi sfuggire questa occasione.

Iscriviti al nostro gruppo Telegram per rimanere sempre aggiornato su Cinema, Serie TV, Giochi, Fumetti, Manga e Anime

Scrivi qui il tuo commento...