IN EVIDENZA

Grey’s Anatomy 16×16: Ellen Pompeo in difesa del finale della storia di Alex Karev

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
190FollowerSegui

Giovedì scorso ABC ha mandato in onda Grey’s Anatomy 16×16, l’episodio che, come svelato in precedenza, ha funto come addio ad Alex Karev. Oltre alla dichiarazione della showrunner Krista Vernoff, a venire in realtà in aiuto alla situazione generale di sconcerto e delusione è niente meno che Ellen Pompeo, la nostra Meredith Grey.

-> Come è finita la storia di Alex Karev

-> La dichiarazione della showrunner Krista Vernoff e le reazioni dei fan

ATTENZIONE: SPOILER su Grey’s Anatomy 16×16 ed episodi precedenti

Su Instagram l’attrice ha messo un post correlato da un lungo commento riguardante proprio il finale dato alla storia di Alex Karev.

Il personaggio ha lasciato amici e moglie con una lettera trasferendosi in Kansas da… Izzie e i suoi due figli, due gemelli che hanno il dna di Alex! Vi ricordate la questione in sospeso da tipo dieci stagioni degli ovuli congelati? Ecco.

Se in molti hanno apprezzato il ritorno (off screen) dell’allora amata coppia formata da Izzie Stevens ed Alex Karev, ancora più fan avrebbero addirittura preferito vedere il personaggio morto piuttosto che forse desnaturato come è stato. La critica che è stata maggiormente mossa è appunto il come ha lasciato Jo dopo tutto quello successo tra loro nelle scorse stagioni di Grey’s Anatomy, la loro evoluzione come persone e come coppia.

Ecco invece di seguito il post della Pompeo, con tanto di video con le scene di Alex e Meredith nel corso delle varie stagioni della serie.

“Ciao, eccoci di nuovo qui… Grazie a VOI! Siete veramente i migliori più appassionati più leali fan che uno possa chiedere. Grazie a voi siamo riusciti a fare della gran tv… grazie a voi abbiamo fatto la storia della televisione! Dico spesso che la vita è dura e ringrazio Dio che lo sia perchè, come dico ai miei figli… questo ci mostra di cosa noi siamo fatti… di quanto forti siamo davvero e ammettiamolo… senza i bassi non balleremmo [il ‘dance it out’, il ballare sino a che non ti passa proprio di Meredith] o celebreremmo questa incredibile esperienza che chiamiamo vita.

La Pompeo, dopo questa introduzione con ringraziamento generale, continua così:

“Grazie al nostro tesoro nazionale Debbie Allen e agli scrittori per aver dato ad Alex Karev la miglior fuoriuscita. Grazie a Shonda Rhimes per aver creato il personaggio più straordinario. Per me personalmente per Karev di tornare indietro all’inizio… è stata la miglior storyline possibile. Ha reso omaggio a quegli incredibili primi anni e all’incredibile cast… che ha creato delle fondamenta così forti che lo show sta ancora in piedi. Quindi cerchiamo di non essere tristi. Come il nostro leader senza paura DA [Debbie Allen, alla regia di Grey’s Anatomy 16×16] dice sempre TIRIAMOCI SU e celebriamo gli attori, gli scrittori e la fanstica crew che ogni settimana fanno in modo di portare in vita questo show. Non importa quale sia la sfida o quanto stanchi siamo tutti alla fine… voi ci mandate avanti… Quello vale la pena farci ballare sopra! Così tanto amore e gratitudine per tutti voi. Baci e abbracci. E.”

Non è comunque finita qui! Ellen Pompeo, in questa celebrazione sia delle prime stagioni che del lavoro svolto anche in Grey’s Anatomy 16×16 da tutti, ha messo un altro interessante post su instagram.

Eccola in un recente selfie con T.R. Knight, il nostro George O’Malley.

Forse comunque, per riprendere il discorso fatto proprio dalla Pompeo nei panni di Meredith Grey alla fine di Grey’s Anatomy 16×16,

“Non c’è un buon modo per dire addio.”

Voi cosa ne pensate? Concordo con Ellen Pompeo e con quest’ultima frase detta da Meredith? Vi è piaciuto come è stata conclusa la storia di Alex Karev? Siete contenti sia andato da Izzie anche lasciando così Jo e tutti gli altri? Fatecelo sapere!
Continueremo ad aggiornarvi a riguardo.

Seguiteci su NerdPool.it e sui nostri social!

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
190FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...