IN EVIDENZA

Chadwick Boseman: il nostro saluto a Black Panther

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,448FansMi piace
1,560FollowerSegui
193FollowerSegui

Ci lascia Chadwick Boseman, a 43 anni, per un cancro al colon al quarto stadio. Il mondo piange la sua perdita, in modo... ineluttabile.

Si è spento ieri, nella notte, a causa di un tumore al colon, al quarto stadio Chadwick Boseman, il nostro Black Panther. Diagnosticatogli ben quattro anni fa, l’attore afroamericano ha lottato con ogni forza contro la maledetta malattia, perdendo drammaticamente la sua battaglia più grande. Qualche tempo prima della sua morte, ha sposato Taylor Ledward, la compagna che gli ha fornito una forza straordinaria, specie nell’ultimo periodo. Chad era indiscutibilmente all’apice della sua carriera, aveva una famiglia, delle innegabili qualità attoriali ed una personalità e forza fuori dal comune. Dal 2014, dopo la firma del contratto coi Marvel Studios, è stato un crescendo di performance sempre più convincenti, fino alla vetta: Black Panther, il film “in solo” dedicato all’eroe africano.

Chadwick Boseman Morte - Black Panther

Una figura indimenticabile

È vero: Chadwick Boseman non è “nato” cinematograficamente nei Marvel Studios, ma possiamo senza dubbio dire che raggiunge l’apice della carriera e la piena maturità proprio con la Casa delle Idee. Inseritosi in quel Marvel Cinematic Universe che brulicava di personalità ed attori di spessore, Chad fa il suo roboante ingresso in Captain America: Civil War, assistendo alla morte del vecchio Re del Wakanda, T’Chaka. Diventa così egli stesso Pantera Nera, Black Panther, il supereroe africano in cerca di vendetta che, successivamente, sbanca i botteghini al cinema con il suo film “da solista”. One Man Show per Chadwick Boseman, che spinge la sua interpretazione ad un livello straordinario, conquistandoci tutti e segnando un punto di svolta specialmente per i cinecomics.

Black Panther, infatti, è il film che più di tutti “evolve” il MCU, e la qualità degli stessi cinecomic, trattando temi profondi, dalla geopolitica all’integrazione sociale, passando per scene d’azione memorabili, costumi meravigliosi, il tutto contornato da una colonna sonora epocale, vincendo peraltro diversi Oscar. Il Wakanda è sublime espressione del futuro (potenziale e fantascientificamente realistico) di un continente ricchissimo, qualora fosse davvero libero dalle influenze altrui, qualora avesse la vera indipendenza economica. In Black Panther, T’Challa è a capo del ricco – e futuristico – regno del Wakanda, e si scontra con un altro incredibile attore afroamericano, Michael B. Jordan (Killmonger), per il dominio del Regno. Come già accennato, dalla leggerezza tipica dei film Marvel, si passa ad intrighi politici e sociali, con effetti speciali meravigliosi (come di consueto), ed una scenografia spaventosa per qualità ed impatto.

Chadwick Boseman Morte - Black Panther

Un vero Supereroe…

Advertising

Dopo aver ricevuto svariati riconoscimenti a livello professionale per il film dedicato all’eroe africano (ed aver contribuito a farne ricevere tantissimi alla pellicola stessa), Chad fornisce ottime performance anche in Infinity War ed Endgame. Proprio quest’ultimo, amaramente, sancisce la fine (obbligatoria) della sua collaborazione con gli Studios, generando un vuoto incolmabile nel cuore di tutti quelli che l’hanno conosciuto, inclusi noi.

Boseman aveva una personalità eccellente, tutti i suoi colleghi ne hanno sempre parlato benissimo, e si è sempre impegnato parecchio per fare beneficenza. Emblematico un video che ha ripreso a girare oggi su tutti i social, del 2018, dove Chadwick racconta come fosse in contatto con due fan, malati terminali di cancro. I due ragazzi hanno lottato con tutte le loro forze, gli dicevano che volevano resistere fino all’uscita del film nelle sale; la commozione di Chad è stata troppa, nel raccontare l’aneddoto in un’intervista, anche perché i due ragazzi erano morti poco prima. Si è commosso, si è fermato, è stato rincuorato dalle sue colleghe, e ha chiuso il suo discorso con le lacrime che scendevano. Nessuno ci potrà mai dire se in quel momento Chad avesse anche voluto “togliersi il peso” di confessare la sua malattia a quel mondo che osannava lui ed il suo Black Panther, ma… è probabile che l’idea l’abbia sfiorato ripetutamete.

Nemmeno un eroe, però riesce a salvare tutti. Nemmeno un eroe, a volte, può salvare sé stesso. Abbiamo dovuto salutare Chad alla giovane età di 43 anni, ci lascia un attore straordinario, un uomo forte, coraggioso e generoso, che ha provato in ogni modo a salvare tutti, senza riuscirci. Il Grande Male ha sconfitto anche la Pantera Nera, e chiunque sia un fan della casa delle idee e dei suoi cinecomics, piange due volte. Una volta per l’uomo, ed una per l’eroe.

Il dolore dal Set

Tutti i colleghi, le persone che gli sono state vicine, che l’hanno conosciuto, hanno voluto dedicargli un saluto, un commiato, una lacrima. Vogliamo raccoglierne alcuni, per dare il tributo a Chadwick, per salutarlo tutti insieme, perché “sono più le cose che ci uniscono, che quelle che ci dividono”.

Chadwick Boseman Morte - Black Panther

Marvel Studios: “I nostri cuori sono spezzati ed i nostri pensieri vanno alla famiglia di Chadwick Boseman. La tua eredità vivrà per sempre. Riposa in Pace.

Chris Evans: “Sono assolutamente devastato. Questo va oltre un cuore spezzato. Chadwick era speciale, uno vero, uno originale. Ti sarò eternamente grato per la nostra amicizia. Rest in Power, King.

Mark Ruffalo: “Tutto quello che mi sento di dire, è che tutte le tragedie di quest’anno sono rese ancora peggiori, dalla perdita di Chadwick. Che uomo, che immenso talento. Fratello, sei stato uno dei migliori di sempre e la tua grandezza era solo al principio. Lord love ya, Rest in Power, King.

Chris Hemsworth lo ricorda con uno scatto, ricordando che Boseman era una delle persone più gentili e genuine.

Brie Larson: “Chadwick era una di quelle persone che trasmetteva allo stesso tempo potere e pace. […] Mancherai per sempre e non ti dimenticheremo mai. Rest in Power and Peace, amico mio.

Don Cheadle: “Mi mancherai, birthday-brother. Sarai sempre luce e amore per me. Mio dio… per sempre e sempre.

Chris Pratt: “Le mie preghiere alla famiglia di Chadwick, al mondo mancherà il suo straordinario talento. Che Dio mantenga la sua anima. #wakandaforever

Kevin Feige: “La scomparsa di Chadwick Boseman è assolutamente devastante. Era il nostro T’Challa, il nostro Black Panther, ed il nostro caro amico. Ogni volta che si presentava sul set, irradiava carisma e gioia, ed ogni volta che appariva sullo schermo, creava qualcosa di veramente indelebile. Nel suo lavoro incarnava un sacco di persone straordinarie, e nessuno era più bravo di lui a dar vita a grandi uomini.

Il saluto di NerdPool

Come redazione di NerdPool.it, siamo vicini alla famiglia per la morte di Chadwick Boseman, in questi attimi drammatici e davvero inconcepibili. Da parte nostra, da fan sfegatati del mondo Marvel, del mondo del cinema, e del connubio tra queste due passioni, che sfocia nei cinecomics, siamo affranti e stamane il nostro risveglio è stato davvero amaro. Chad era un attore che incarnava benissimo i valori che tutti ci siam sempre immaginati in un supereroe, facendo il suo ingresso senza sfigurare di fronte agli acclamati Captain America, Iron Man, Hulk, Thor e via discorrendo. Si è inserito in un Cinematic Universe che era davvero zeppo di personalità, ma non ha mollato un centimetro al cospetto di quei “mostri sacri”, di quegli eroi affermati. Chad era la Pantera Nera, nasce dalla vendetta, rinasce per il suo popolo, incarna dei valori morali e spirituali straordinari. Chad È la Pantera Nera.

Oggi non c’è più, ma quel ruolo, quel maestoso, atletico ed imperioso Black Panther… era suo. È suo. Lo sarà per sempre. È vero, la Leggenda della Pantera vuole che ogni Re tramandi al proprio erede il potere segreto del Regno di Wakanda, ma… Chad era diverso. Chad era davvero speciale.

Succede che un giorno, ti svegli, e leggi che una persona lontana, lontanissima, che non hai mai incontrato né conosciuto davvero, viene a mancare. E succede che quel giorno gli occhi si velano, distintamente, che nello stomaco si contorcano i pensieri. Non sai perché, sai che succede. Sai che succede sempre per un motivo. Sono quei legami a distanza che non hanno spiegazione né logica. Sono quei legami empatici che solo i più grandi regalano a persone lontane, mai conosciute. È la luce, è quella scintilla speciale che hanno gli umani, alcuni umani, che nella vita sono persone speciali e che, alla fine, diventano Eroi. SuperEroi. Come Chad, l’indimenticabile Black Panther, per tutti. Per sempre. È la Luce di una persona straordinaria, che ci lascia troppo presto, che ha perso contro un male infame, che sarà nel nostro cuore di appassionati per sempre. È una di quelle luci che nemmeno una malattia maledetta riesce a spegnere. Ci sarà sempre una Luce sfavillante sul manto di quella Pantera Nera, impossibile da scalfire e da dimenticare.

Ciao T’Chadwick, Rest in Power, Rest in Peace, King. Wakanda Per Sempre.

La Redazione di NerdPool.it.

Advertising

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,448FansMi piace
1,560FollowerSegui
193FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...