Constellation: la recensione della nuova serie Apple Tv+

Constellation é il nuovo thriller di Apple Tv+ in uscita domani 21 Febbraio.
La serie richiede subito la nostra attenzione in quanto fin dalla prima puntata ci trasporta in una serie di sequenze elaborate e appassionanti.

Trama

L’astronauta dell’ESA Jo Ericsson (Noomi Rapace) affronta una misteriosa catastrofe a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, la struttura viene danneggiata da un oggetto misterioso e necessita di essere evacuata ma, non tutti a bordo possono evacuare contemporaneamente. Nel bel mezzo di un calo dell’ossigeno, Jo rimane indietro per riparare l’altro shuttle di salvataggio. La sua unica compagnia — oltre ai suoi prodotti Apple, naturalmente — è un cadavere e una serie di strane visioni che suggeriscono che la realtà non sia esattamente come sembra, come quando fluttua abbastanza lontano nella stazione da sembrare che la gravità zero sparisca, ponendola in un corridoio terrestre di fronte a un armadio con qualcuno dentro.

La domanda che ci si pone é: le visioni sono reali, qualcosa sta accadendo all’interno della stazione spaziale o é tutto nella testa dell’astronauta?

Scopo della missione era recuperare un misterioso oggetto che sembra sia la causa delle alterazioni. Ma qual é la veritá?

Trailer

Cast

Constellation vede anche la partecipazione di Jonathan Banks (“Breaking Bad,” “Better Call Saul”). Creato e scritto da Peter Harness (“Wallander,” “The War of the Worlds,” “Doctor Who”), il cast include anche James D’Arcy (“Agent Carter,” “Oppenheimer”), Julian Looman (“Emily in Paris,” “The Mallorca Files”), Will Catlett (“A Thousand and One,” “The Devil You Know”), Barbara Sukowa (“Voyager,” “Hannah Arendt”) e presenta Rosie e Davina Coleman nel ruolo di Alice. La regia è di Michelle MacLaren (“Shining Girls,” “The Morning Show,” “Breaking Bad”), Oliver Hirschbiegel (“Downfall,” “The Experiment”) e Joseph Cedar (“Footnote,” “Our Boys”).

Recensione

Per i primi 4 episodi Constellation mantiene lo stesso livello di Suspence facendoci formulare ogni volta scenare e risposte diverse a quanto stiamo vedendo.
Non da risposte precise, ci trasporta da una realtá all’altra senza farci comprendere quale sia la veritá e sopratutto quale sia la causa di quanto sta accadendo. É reale? É solo immaginazione? Noomi Rapace perfetta nel suo ruolo di protagonista, ci costringe guardarla mentre affronta questa serie di eventi e lavora per cercare delle risposte.

Nel complesso, la specificità dello show contribuisce a creare una texture e una credibilità così solide per l’ambientazione, anche mentre le cose diventano più strane e svelano gli inganni della storia alternativa e dei thriller sulla cospirazione. Col passare del tempo Jo si rende conto delle differenze tra ció che ricorda e ció che é la realtá. Anche l’altro personaggio interpretaro da Jonathan Banks, Henry Caldera responsabile del progetto quantistico che ha reso tutto questo possibile, ha una controparte, Bud piú freddo e scontroso.

Cosa é davvero accaduto all’interno della stazione spazione?

Nei primi episodi Constellation cattura lo spettatore, gioca con lui ma, col passare degli episodi ci rendiamo conto che spesso la trama si sofferma piú volte su dettagli giá visti e su concetti giá chiari rendendo a tratti la visione del tutto superflua.

E voi guarderete Constellation su Apple TV+? Fatecelo sapere nei commenti!

Constellation affascina con enigmi intriganti e una performance eccezionale di Noomi Rapace, ma manca di mantenerlo su lungo termine, ripetendo troppo spesso dettagli già noti e rallentando il ritmo dell'intreccio.

CORRELATI

Constellation affascina con enigmi intriganti e una performance eccezionale di Noomi Rapace, ma manca di mantenerlo su lungo termine, ripetendo troppo spesso dettagli già noti e rallentando il ritmo dell'intreccio.Constellation: la recensione della nuova serie Apple Tv+