La conquista del cielo – Recensione

Dopo il successo di La scelta di Pandora, Yudori torna con una nuova opera targata J-POP Manga. La conquista del cielo è un fumetto sulla forza femminile in un’epoca dove erano gli uomini a comandare e non lasciarle vivere libere. Scoprite questa storia nella nostra recensione.

La donna che voleva volare

Amelie è una donna olandese come tante. La sua nobile famiglia è decaduta e si è sposata con Hans, un ricco mercante che colleziona oggetti esotici dai suoi viaggi di lavoro. A lei però non è concesso avere qualcosa al di fuori dei suoi doveri coniugali, di badare alla casa e al marito. Eppure ha una passione per il cielo e il volo, a suo modo studia come gli uccelli si librano in aria, liberi. La sua vita tranquilla viene scombussolata da una schiava dai tratti orientali, comprata dal marito durante il suo ultimo viaggio all’estero. Dopo i mesi sereni passati in solitudine a fare quello che voleva il marito torna con una sorpresa per nulla gradita. La nuova schiava le crea problemi e preoccupazioni almeno fino a quando non si renderà conto che loro due sono più simili di quanto crede…

- PUBBLICITÀ -
la conquista del cielo
Le Ciel pour conquête by Yudori © Editions Delcourt – 2022

La conquista del cielo è un nuovo fumetto di Yudori che al pari di La scelta di Pandora racconta la condizione delle donne in un’epoca dove era difficile per loro esprimersi e vivere in libertà. Amelie si sente stretta della sua condizione, per quanto privilegiata essendo sposata con un mercante e avendo una bella casa, servitù, gioielli. Libera a differenza della schiava che arriva a casa sua e catalizza le attenzioni e l’affetto del marito.

Per questo Amelie è gelosa di lei e vorrebbe anche eliminarla. Inaspettatamente capisce che invece sono uguali e possono essere alleate nei progetti di Amelie sul volo. Un modo anche metaforico di volare via dalla loro situazione che le vede entrambe assoggettate ad Hans. Amelie vuole conoscere la schiava e questo la porta a vedere lati inaspettati del marito, la sua ingordigia, voglia di potere e soldi a scapito della sua intelligenza.

J-POP Manga
Le Ciel pour conquête by Yudori © Editions Delcourt – 2022

Al pari de La scelta di Pandora, anche La conquista del cielo è un’opera con molta attenzione alla Storia, all’ambiente in cui si muovono i personaggi sopratutto quelli femminili. La mentalità dell’epoca è ben esplorata anche dalle credenze religiose e scientifiche. La potenza però della storia di questo fumetto è anche la sua atemporalità e contemporaneità. La situazione di molte donne non è poi tanto lontana da quella di Amelie o delle altre protagoniste vittime dei desideri degli uomini. Lei deve sopportare il marito, non può avere il giusto riconoscimento per le sue idee, le sperimentazioni e studi fatti. E a indirizzarla verso questo un percorso di presa di coscienza è proprio una schiava, venuta da lontano, strappata alla sua terra e ai suoi affetti, alla sua felicità eppure libera e spontanea molto più di lei.

- PUBBLICITÀ -

La conquista del cielo e della libertà

La conquista del cielo è un fumetto potente e molto ancorato alla realtà storica e non, con anche una fenomenale caratterizzazione dei personaggi variegati e diversi nell’aspetto e nel carattere. Forse il finale può non convincere perché poetico e misterioso anche se pieno di significato. In tutto ciò il disegno di Yudori è sempre meraviglioso, anche in questa versione in bianco e nero, con uno stile realistico e attento agli abiti e ai dettagli. Non ha paura di mostrare la realtà, scheletri o la nudità, necessaria alla narrazione e che da forza ai personaggi in particolare quelli femminili.

Le Ciel pour conquête by Yudori © Editions Delcourt – 2022

Proprio la forza femminile, il coraggio di volare via e di esprimere se stessi e le proprie passioni e capacità sono temi fondamentali dell’opera e, come detto in precedenza, ancora attuali e trattati con forza da un’autrice che non riesce a smettere di sorprenderci e colpirci con le sue storie diverse ma legate. Siamo già pronti a volare con lei ed esplorare altri cieli.

Yudori
Le Ciel pour conquête by Yudori © Editions Delcourt – 2022

Ringraziamo la casa editrice J-POP Manga per averci fornito una copia digitale del fumetto per poterlo recensire. Avete già letto La conquista del cielo di Yudori o La scelta di Pandora? E voi cosa ne pensate di queste opere? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguire Nerd Pool per essere sempre aggiornati sui vostri fumetti e manga preferiti!

I più letti

Anteprima Panini 394 è online: ecco tutti i dettagli e il PDF!

Finalmente ci siamo! Anteprima 394 è online! Possiamo finalmente...

Bad Boys 4: Ride or Die – ci sono scene post-credits?

Sono passati quasi trent’anni dall’esordio su schermo dei due...

Bridgerton 3: la recensione della seconda parte

É disponibile da oggi, su Netflix, la seconda parte della...

The Boys Stagione 4: Chi è il nuovo Black Noir?

Anche se sono passati due anni dalla conclusione della...

Jujutsu Kaisen Stagione 3: uscita, novità e tutto quello che sappiamo

Dopo una stagione 2 ricca di azione, ecco cosa...
spot_img
Correlati
spot_img
Per J-POP Manga è uscito un nuovo fumetto di Yudori, La conquista del cielo. Amelie è una donna come tante nell'Olanda del XVII secolo. Sposata con il mercante Hans è privilegiata ma allo stesso tempo non è libera, non potendo esprimersi e mostra i suoi studi sul volo degli uccelli e la sua intelligenza. La sua vita cambia quando Hans porta una schiava da uno dei suoi viaggi, una ragazza che inizialmente attira l'odio di Amelie finché non si rende conto che sono simili. Entrambe intrappolate in una vita non felice, diventano complici, agognando la libertà e la felicità. Un fumetto potente, con una grande attenzione storica ma con situazioni che la rendono assolutamente attuale nel mostrare le donne costrette da maglie sociali a non fare quello che vogliono ed esprimere il loro potenziale. Bellissimi i disegni di Yudori e la cura ai dettagli, rendono benissimo anche in bianco e nero e ci fanno venir voglia di tuffarci in altre sue opereLa conquista del cielo - Recensione