L’arte delle bacchette: I professori di Hogwarts

spot_img

Ed eccoci arrivati al secondo appuntamento della rubrica dedicata alle bacchette magiche del mondo di Harry Potter. Come tutti sappiamo Hogwarts è stata fondata intorno al X secolo d.C., ed è considerata una delle migliori istituzioni nel mondo dei maghi. I bambini dotati di abilità magiche vengono iscritti alla scuola di magia e stregoneria dalla nascita e la loro accettazione viene confermata dalla ricezione della lettera via gufo all’età di undici anni. Ovviamente Hogwarts è cosi rinomata soprattutto grazie agli ottimi insegnanti che vi lavorano, e in questo secondo articolo vogliamo parlarvi proprio delle bacchette degli insegnanti di Hogwarts di quando Harry frequentava la scuola.

Tralasciando il nostro amato preside, Albus Silente, di cui bacchetta abbiamo già parlato nell’articolo precedente (qui il link) partiamo con gli insegnanti:

Severus Piton

La bacchetta di Severus Piton, insegnante di pozioni prima e di difesa contro le arti oscure poi, è fatta in legno di betulla e contiene nucleo di crine di unicorno, è lunga 12 pollici e mezzo ed è rigida. Caratterizzata dalle particolari incisioni che ne percorrono i due lati, è di un nero intenso simile al suo proprietario. Il legno di betulla simboleggia sacrificio, purificazione, conoscenza e saggezza. Il carattere di un mago che usa una bacchetta in legno di betulla, apparentemente fragile e sempre sul punto di cedere, è in grado in realtà di resistere alle avversità della sorte e, se appoggiato dai propri cari, è capace di grandi gesti nei loro confronti. Le bacchette in crine di unicorno non sono molto potenti, ma sono le meno propense a causare incidenti e a cambiare lealtà. Sono le meno adatte alle Arti Oscure e richiedono una certa cura nell’utilizzo.

Minerva McGranitt

La bacchetta di Minerva McGranitt, insegnante di trasfigurazione, è lunga 9 pollici e 1/2, fatta con legno di abete e nucleo di corda di cuore di drago. La bacchetta è molto adatta alla trasfigurazione, e lo dimostra il fatto che la professoressa era molto brava nella materia tanto da insegnarla. Senza dubbio il legno di abete, provenendo dall’albero più resistente in assoluto, crea bacchette che richiedono ai loro legittimi proprietari un potere stabile e propositi fermi, mentre sono uno strumento scarso nelle mani di una persona indecisa e incostante. Le bacchette di abete sono particolarmente adatte alla Trasfigurazione e preferiscono un padrone dal comportamento deciso, determinato e, di quando in quando, intimidatorio. Le bacchette con nucleo di corda di cuore di drago sono le più potenti, e sono quelle che imparano gli incantesimi più velocemente e più facilmente. Tuttavia sono anche quelle più inclini agli incidenti e più propense a cambiare lealtà, anche se legano sempre fortemente con l’attuale proprietario. Sono anche le più facili da usare per le Arti Oscure, anche se non tendono naturalmente verso di esse.

Gilderoy Allock

La Bacchetta di Gilderoy Allock, insegnante di difesa contro le arti oscure al secondo anno di Harry a Hogwarts, è fatta di legno di ciliegio con nucleo di corda di cuore di drago, lunga 9 pollici leggermente flessibile. Dal legno di ciliegio, molto raro, si ricavano bacchette dal potere singolare, apprezzatissime dagli studenti della scuola di Magia di Mahoutokoro, in Giappone, dove possederne una è fonte di grande prestigio. Il compratore Occidentale non deve pensare che da quest’albero, visti i suoi bei fiori rosa, si ricavino bacchette puramente ornamentali e frivole. Il ciliegio, infatti, genera spesso una bacchetta dal potere davvero letale, qualunque sia il nucleo, ma se abbinata alle corde del cuore di drago, non dovrebbe mai appartenere a un mago che non abbia un eccezionale auto-controllo e forza d’animo. Le bacchette con nucleo di corda di cuore di drago, come già detto prima per la professoressa McGranitt, sono le più potenti, e sono quelle che imparano gli incantesimi più velocemente e più facilmente, tuttavia sono anche quelle più inclini agli incidenti.

Sibilla Cooman

La bacchetta della Professoressa Sibilla Patricia Cooman, insegnante di divinazione, è fatta di legno di nocciola con un nucleo di crine di unicorno, lunga 9 pollici e 1/2. Le bacchette fabbricate con legno di nocciolo sono sensibili e spesso rispecchiano lo stato emotivo del loro padrone, risultando più adatte a chi capisce e riesce a controllare le proprie emozioni. Chiunque maneggi una bacchetta di nocciolo sa che quando il suo proprietario abbia recentemente perso le staffe o subito una cocente delusione dovrebbe stare attento perché la bacchetta assorbe l’energia ed è capace di scaricarla in modo imprevedibile. Tuttavia questi piccoli disagi sono più che compensati dagli aspetti positivi della bacchetta di nocciolo, che in mani capaci è in grado di compiere incantesimi eccezionali, ed è così devota al suo padrone che spesso ‘appassisce’ quando costui passa a miglior vita, in altre parole, espelle tutta la sua magia e si rifiuta di funzionare, rendendo necessaria la rimozione del nucleo e il suo inserimento in un altro involucro, sempre che si abbia ancora bisogno della bacchetta. Tuttavia se il nucleo è di crine di unicorno non c’è speranza, la bacchetta sarà sicuramente ‘morta’. Le bacchette di nocciolo possiedono inoltre la singolare capacità di rilevare l’acqua nel sottosuolo ed emettono lacrime di vapore argenteo quando si passa sopra a fonti e pozzi nascosti. Le bacchette con nucleo di crine di unicorno non sono molto potenti, ma sono le meno propense a causare incidenti e a cambiare lealtà. Sono le meno adatte alle Arti Oscure e richiedono una certa cura nell’utilizzo.

Horace Lumacorno

La bacchetta di Horace Lumacorno, professore di pozioni, è fatta di legno di cedro e nucleo di corda di cuore di drago lunga 10 pollici e un 1/4. Chi possiede una bacchetta di legno di cedro solitamente ha una forza di carattere e una lealtà fuori dal comune. Un detto del mondo dei maghi dice “non potrai mai ingannare chi possiede una bacchetta di cedro”, infatti la bacchetta di cedro trova il suo habitat naturale dove albergano intuito e perspicacia. La strega o il mago correttamente abbinati a una bacchetta di cedro sono potenzialmente temibili avversari, e spesso chi li sfida con leggerezza ne rimane sconvolto. Le bacchette con nucleo di corda di cuore di drago sono le più potenti, e sono quelle che imparano gli incantesimi più velocemente e più facilmente. Tuttavia sono anche quelle più inclini agli incidenti e più propense a cambiare lealtà, anche se legano sempre fortemente con l’attuale proprietario. Sono anche le più facili da usare per le Arti Oscure, anche se non tendono naturalmente verso di esse.

Alastor “Malocchio” Moody

La bacchetta di Malocchio Moody, professore di difesa contro le arti oscure al quarto anno di Harry ad Hogwarts, sono di legno, nucleo e lunghezza sconosciuti. La particolarità di Malocchio è che se mai fosse stato privato della bacchetta poteva usare ul suo bastone per sostituirla. E’ stato in grado di eseguire potenti magie con questa bacchetta oltre a sconfiggere molti maghi oscuri durante la sua carriera come auror.

Remus Lupin

La bacchetta di Remus Lupin, professore di difesa contro le arti oscure al terzo anno di Harry ad Hogwarts, è in legno di cipresso con nucleo di crine di unicorno, lunga 10 pollici e 1/4. Le bacchette in legno di cipresso sono associate alla nobiltà d’animo. Il grande fabbricante di bacchette, Olivander, scrisse che per lui era sempre un onore abbinare correttamente una bacchetta di cipresso al suo proprietario, perché sapeva di trovarsi in presenza di una strega o di un mago che sarebbero morti in circostanze eroiche. Fortunatamente ora, in tempi meno sanguinari, coloro che possiedono una bacchetta di cipresso sono chiamati raramente a sacrificare la propria vita, ma senza dubbio molti di loro lo farebbero, se necessario. Le bacchette di cipresso trovano la loro anima gemella tra i coraggiosi, gli audaci e chi è pronto a sacrificarsi, cioè coloro che non temono di confrontarsi con le proprie ombre e con quelle degli altri. Come gia detto le bacchette con nucleo di crine di unicorno non sono molto potenti, ma sono le meno propense a causare incidenti e a cambiare lealtà. Sono le meno adatte alle Arti Oscure e richiedono una certa cura nell’utilizzo.

Rubeus Hagrid

La bacchetta di Rubeus Hagrid, custode delle chiavi e dei luoghi a hogwarts e insegnante di cura delle creature magiche, è in legno di quercia con nucleo di crine di unicorno, lunga 16 pollici. La sua bacchetta fu spezzata quando Hagrid fu espulso della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts nel 1943, dopo essere stato accusato di aver aperto la Camera dei Segreti. Hagrid conservò i pezzi e li mise in un ombrello rosa continuando cosi a praticare la magia, di nascosto dal Ministero della Magia. Solo Albus Silente, suo grande amico fedele, ne era a conoscenza. Una bacchetta in legno di quercia è da avere accanto nel bene e nel male. È un’amica leale, proprio come il mago a cui è destinata. Le bacchette di quercia vogliono un compagno forte, coraggioso e fedele. Ciò che molti non sanno, invece, è che il possessore di una bacchetta di quercia di solito ha un potente intuito e, spesso, una certa affinità con la magia della Natura e con le creature e le piante necessarie a un mago sia per esercitare le sue arti che per svagarsi. L’albero di quercia è considerato ‘Re della foresta’ dal solstizio d’inverno a quello d’estate, quindi il suo legno andrebbe raccolto solamente in questo periodo. Si narra che la bacchetta di Merlino fosse di quercia, anche se non si può provare, dato che la sua tomba non è mai stata ritrovata. Le bacchette con nucleo di crine di unicorno non sono molto potenti, ma sono le meno propense a causare incidenti e a cambiare lealtà. Sono le meno adatte alle Arti Oscure e richiedono una certa cura nell’utilizzo.

Quirinus Raptor

La bacchetta del professor Raptor, insegnante di difesa contro le arti oscure al primo anno di Harry a Hogwarts, è in legno di ontano con un nucleo di crine di unicorno, lunga 9 pollici. Il legno di ontano è inflessibile, ciononostante il proprietario ideale di una bacchetta fabbricata con questo materiale spesso non è testardo e ostinato, ma disponibile, rispettoso e molto simpatico. Mentre la maggior parte dei legni per bacchetta ricerca un’affinità con il carattere di colui che servirà al meglio, l’ontano fa eccezione poiché sembra essere attratto da una natura se non proprio opposta alla sua, certamente di tipo molto diverso. Quando una bacchetta di ontano viene collocata con successo diventa una meravigliosa e leale compagna. Tra tutte le bacchette questa è la più adatta agli incantesimi non-verbali: da qui la fama di essere idonea solo alle streghe e ai maghi di livello superiore. Le bacchette con nucleo di crine di unicorno non sono molto potenti, ma sono le meno propense a causare incidenti e a cambiare lealtà. Sono le meno adatte alle Arti Oscure e richiedono una certa cura nell’utilizzo.

Dolores Umbridge

La bacchetta di Dolores Umbridge, insegnante di difesa contro le arti oscure al quinto anno di Harry a Hogwarts, e di legno di Betulla con nucleo di corda di cuore di drago, lunga 8 pollici. Secondo Ollivander, di solito, le bacchette più corte della norma scelgono chi ha una qualche carenza di personalità piuttosto che chi è di altezza inferiore alla media. Il legno di betulla simboleggia sacrificio, purificazione, conoscenza e saggezza. Il carattere di un mago che usa una bacchetta in legno di betulla, apparentemente fragile e sempre sul punto di cedere, è in grado in realtà di resistere alle avversità della sorte e, se appoggiato dai propri cari, è capace di grandi gesti nei loro confronti. Le bacchette con nucleo di corda di cuore di drago sono le più potenti, e sono quelle che imparano gli incantesimi più velocemente e più facilmente. Tuttavia sono anche quelle più inclini agli incidenti e più propense a cambiare lealtà, anche se legano sempre fortemente con l’attuale proprietario. Sono anche le più facili da usare per le Arti Oscure, anche se non tendono naturalmente verso di esse.

Cuthbert Rüf

Cuthbert Ruf, insegnante di storia della magia, è l’unico insegnante fantasma di Hogwarts e in quanto tale non possiede una bacchetta. Non è famoso per le sue lezioni energizzanti e coinvolgenti, il suo lento e monotono elencare date di eventi storici ormai dimenticati, rende le sue ore di una noia mortale.

Le bacchette dei professori Filius “Sid” Vitious (insegnante di incantesimi), Pomona Sprite (insegnante di erbologia) e Rolanda Bump ( insegnante di volo su scopa), come quella di Malocchio, sono di legno nucleo e lunghezza sconosciuti.

Sperando che abbiate trovato interessante questo articolo vi diamo appuntamento tra una settimana con le bacchette dei campioni del Torneo Tremaghi.

Se vuoi la tua replica di una bacchetta dei personaggi della saga, la tua bacchetta artigianale personalizzata o sei in cerca di un espositore per bacchette clicca QUI.










spot_img

COMMENTA LA NOTIZIA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

CORRELATI