Da quando si è saputo che Amazon ha acquistato i diritti per Il Signore degli Anelli, quasi un anno fa, sono iniziati i rumors sulla nuova serie che la sezione Prime Video è pronta a lanciare.

Cosa sappiamo fin’ora su questo nuovo prodotto? Cerchiamo di scoprire insieme tutte le notizie che sono in nostro possesso.

Data di uscita: 2021

Signore degli Anelli

Jennifer Salke, nuovo capo della programmazione degli studios di Amazon, ha dichiarato, dandocene la certezza, che la serie andrà in onda nel 2021. Non ci è dato sapere se nella prima o nella seconda metà dell’anno.
Se la data non dovesse essere rispettata potrebbe essere un bel problema per la piattaforma di e-commerce. Tutti i diritti, infatti, tornerebbero in capo alla Fondazione Tolkien.
Gli studios hanno quindi meno di tre anni per tirare fuori un ottimo prodotto, pena una probabile shitstorm da parte dei fan, come è avvenuto per Lo Hobbit.

Budget e produzione
Signore degli Anelli

Da quanto è trapelato dai vari siti americani, che seguono da vicino lo sviluppo dell’opera, la serie sarà la più costosa mai realizzata.
Solo l’acquisizione dei diritti è costata, alla società di Jeff Bezos, 250 milioni di dollari. 
Per il progetto sono state già progettate due stagioni, che comporteranno un costo almeno pari alla cifra precedente. 
Il totale quindi potrebbe facilmente superare i 500 milioni di dollari. Ad affiancare Amazon in questa opera ci sarà anche la New Line Cinema, divisione WB, che aveva già prodotto i film de Il Signore degli Anelli.

La sceneggiatura
Signore degli Anelli

A cimentarsi nella scrittura della prima stagione saranno due sceneggiatori emergenti: John D. Payne e Patrick McKay.
I due, nonostante la giovane età, sono molto apprezzati nel panorama hollywoodiano avendo collaborato con J.J. Abrams per i film di Star Trek 4. Sarebbe stato lo stesso regista, infatti, a proporli per il ruolo di sceneggiatori. 
L’obiettivo, come affermato dai due, è quello almeno di eguagliare il capolavoro di Peter Jackson, cosa molto difficile, visto che i film sono un connubio quasi perfetto fra gli elementi romanzeschi e libertà del regista/sceneggiatore.
I due comunque sono molto entusiasti per il progetto, dimostrando anche una certa dose di fanatismo verso le opere di Tolkien.

“Il ricco mondo creato da J. R. R. Tolkien è pieno di maestà e cuore, saggezza e complessità. Siamo assolutamente entusiasti di collaborare con Amazon per riportarlo in vita. Ci sentiamo come Frodo partito dalla Contea e con una grande responsabilità sulle nostre spalle: è l’inizio dell’avventura di una vita.”

Trama
Signore degli Anelli

Tante sono state le speculazioni su questo punto. 
Cominciamo col dire che, come le opere precedenti, anche la serie sul Signore degli Anelli sarà ambientata in Nuova Zelanda. 

Jennifer Salke ha rilasciato alcune dichiarazioni che hanno dato una pista da seguire ai tanti Sherlock Holmes delle trame.

 “Sapete che non intendiamo rifare il film, ma di certo non stiamo ripartendo da zero. Quindi ci saranno i personaggi che amate!”

C’è addirittura chi si è spinto a dire che la serie potrebbe trattare del Silmarillion, cosa che sarebbe davvero difficile da un punto di vista di scrittura, di regia e di investimenti. Le parole della Salke hanno tagliato le gambe a questa teoria, a meno che la serie non parli della storia di Gandalf.

É arrivata però la conferma che la serie seguirà le vicende di uno dei personaggi più amati dei film: Aragorn

Lo sceneggiato quindi potrebbe trattare di tutte le vicissitudini del ramingo erede al trono e diretto discendente di Isildur. Un esempio potrebbe essere la gioventù passata con gli elfi e l’approfondimento dell’amicizia con Legolas, come ci suggerirebbe anche il finale de Lo Hobbit. Ancora potremmo pensare alla caccia a Smeagol, insieme a Gandalf.
Dovremo attendere nuove notizie da parte degli sceneggiatori, per avere sicurezze sulla serie.

Attori che potrebbero tornare

Molti degli attori che hanno lavorato nel film, hanno dichiarato di voler tornare nel mondo di Tolkien.
Il primo ad essersi mosso in questo senso è Ian McKellen con una dichiarazione molto particolare ed enigmatica.

“Non ho detto di sì perché nessuno me lo ha chiesto. Mi state dicendo che potrebbe esserci un altro Gandalf? Gandalf ha più di 7000 anni,non sono ancora così vecchio da non poterlo interpretare!”

Signore degli Anelli

A seguirlo a ruota è stato Dominic Monaghan, che nei film interpretava Merry, anche se difficilmente potrà ritornare nel suo vecchio ruolo.
Anche Andy Serkin ha dichiarato che gli piacerebbe tornare nella serie nei panni di Smeagol/Gollum, e onestamente ci sembra davvero difficile pensare al personaggio con un volto diverso.

Signore degli Anelli
Il videogioco
Signore degli Anelli

Mentre continuano le speculazioni sulla possibile trama della serie, la Athlon Games sta sviluppando un gioco free-to-play sul Signore degli Anelli
Pur essendo il gioco basato su soggetti ben lontani da quelli tipici dell’universo tolkeniano ne condivide l’universo. 
Il gioco sarà ambientato diversi anni prima dei fatti raccontati nel libro e nei film.
Che gli sviluppatori abbiano avuto qualche intuizione o soffiata? Questo non lo sappiamo.

Conclusioni

Sicuramente i propositi degli sceneggiatori non sono semplici. Cercare di anche solo eguagliare una saga da 17 premi Oscar non è semplice. 
Se a questa difficoltà di base si aggiunge la fan base che è rimasta in una fase di quiescenza vista la rarità dei prodotti ispirati al mondo del Signore degli Anelli il lavoro non si facilita di certo.

Noi siamo in piena agitazione e bramosi di novità e siamo agitatamente felici per la creazione di questo progetto.

Voi cosa ne pensate? Aspettate come noi l’uscita della serie o non la vedrete per paura possa rovinare qualcosa? Fateci sapere se avete anche nuove notizie.

Scrivi qui il tuo commento...