Le Terre dei Giganti invisibili è una graphic novel di Giada Tonello edita da Edizioni BD uscita in occasione di Lucca Comics 2018. Il volume ha vinto il Project Contest 2017, concorso che Lucca Comics & Games dedica agli autori emergenti del fumetto italiano.

Le Terre dei Giganti invisibili è un’opera visionaria e silenziosa. Non ci sono dialoghi, ma sono i bellissimi disegni dell’autrice a trascinare il lettore in un vortice di forme. Tutte in bianco e nero, tutte rigorosamente a mano libera. Un volume che andrebbe sfogliato più e più volte per apprezzarne appieno il tratto grafico ed i particolari.

Le terre dei Giganti invisibili
Trama

La trama ha un che di primordiale ed onirico, inizia con una bambina nella sua cameretta. Poi il lettore viene trasportato nella natura selvaggia ed incontaminata. Qui l’uomo non ha ancora fatto la sua comparsa.  Il vero protagonista del racconto è un gigante di pietra, nato da una montagna. Il gigante intraprenderà un viaggio in cui incontrerà e si scontrerà con forze della natura ed animali particolari. Il viaggio del gigante è lungo e non sempre facile. Un viaggio introspettivo alla ricerca di se stesso, della vita e della morte.

Le terre dei Giganti invisibili
Considerazioni

Le terre dei Giganti invisibili è un volume che lascia emozioni contrastanti. Un senso di angoscia e illusione ma allo stesso tempo di libertà, o almeno queste sono le sensazioni che ha lasciato alla sottoscritta. Visto che è un’opera dai connotati così onirici, penso che ognuno potrebbe interpretarlo in modo diverso.

Sicuramente questo non è un volume adatto a tutti, in particolare a chi predilige trame lineari che non danno troppo spazio all’interpretazione. D’altro canto però, Giada Tonello ha confezionato un gioiellino, Le terre dei giganti invisibili si discosta dalla maggior parte delle graphic novel in circolazione. Quindi, se siete sempre alla ricerca di storie uniche dallo stile grafico non lasciatevelo scappare.

Leggi anche: