IN EVIDENZA

Grey’s Anatomy 16×10: recensione e recap della seconda parte del crossover con Station 19, #maiunagioia per [SPOILER]

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
196FollowerSegui

La messa in onda della première della terza stagione di Station 19 ha mostrato (QUI trovate la nostra recensione con recap della puntata) come sono continuate le vicende del mid-season finale del medical drama ABC e Shondaland; a seguire il crossover è continuato con Grey’s Anatomy 16×10.

-> Tra sinossi e trailer promo anticipazioni su Station 19 3×02 e Grey’s Anatomy 16×10

Una premessa prima di fare un recap e recensione di questo mid-season première. Il termine crossover mi pare sia comunque esagerato; uno poteva quasi non aver visto Station 19 3×01 che avrebbe capito tranquillamente tutto ed anzi, a dire il vero in questa puntata vediamo ancor meno che nella prima parte di questa sedicesima stagione di Grey’s Anatomy i pompieri dello spin off.

ATTENZIONE: SPOILER Station 19 3×01, Grey’s Anatomy 16×11 e precedenti

Questo episodio mid-season première riprende con i pazienti del bar reduci dalla 3×01 di Station 19 (tranquilli, il livello di trash al confronto qui è davvero limitato!) arrivare al Seattle Grey-Sloan Hospital. Miranda prova sin da subito a coordinare tutti. Ed ecco la voce di Meredith che accompagna quanto provato dalla Bailey che, dentro una stanza dell’ospedale, trova Schmitt a piangere. I due devono farsi forza proprio per aiutare le altre persone, la Helm compresa.

Già dall’inizio viene dunque ripresa la questione del lutto che sta affrondo Miranda, unica parte ampliata già nella prima parte del “crossover”.

Per il resto il tutto riprende da quanto visto in Grey’s Anatomy 16×09.
Torniamo dunque a Jo, in casa con Link. Scopriamo che semplicemente non aveva portato direttamente il bambino all’ospedale. Arriva Meredith in cerca di Alex e viene ribadito che è andato dalla madre. Ahimè, ormai è noto, il vero problema è che l’attore che interpreta Karev, Justin Chambers, ha inaspettatamente concluso la sua collaborazione con la serie dopo ben sedici stagioni.

Arriva l’allarme dall’ospedale per l’emergenza sia a Mer che Link ed i tre escono.
Amelia necessita di Maggie: sarà poverina partecipe dunque di un altro grande segreto? Vi anticipo: no, ma le succederà ben di peggio. Il #maiunagioia dei Grey ormai è parte di lei.

Parker ed Helm hanno bisogno di aiuto. I due specializzandi sono quasi i protagonisti di questa puntata. Il primo soffre di PSDT, ripete le stesse frasi, rivive l’incubo della guerra, scappa e lo trovano nella camera iperbarica, da lui vista come un rifugio.

“I love you Meredith Grey”. La Helm, ubriaca, affronta sia la questione del suo amore (più che altro venerazione) per la Dr. Grey sia, dopo aver seriamente rischiato di morire sotto i ferri durante questa 16×10, farà finalmente anche pace con Schmitt.

Quest’ultimo nel frattempo, proprio in sala operatoria, era collassato. I sintomi di un infarto c’erano tutti; si scopre poi che si tratta invece, fortunatamente, della sindrome del cuore infranto. Il giovane ha bisogno di riposo e meno stress. Si tratta infatti di un tipo proprio solitamente “tranquillo”, fa ironicamente notare Meredith.

Queste degli specializzandi, seppure trattate sempre un po’ superficialmente e velocemente, son a mio parere tra le migliori storyline, tra i migliori momenti di Grey’s Anatomy 16×10.

Onnipresente è infatti, ancora, la questione OwenTeddy. Per tutti pare assurdo che Owen non abbia fatto ancora la proposta alla compagna, dato che hanno anche un figlio assieme. Tra l’altro, tra i primi a parlare a riguardo è proprio Jackson.

Bello il dialogo tra Amelia e la cardiochirurgo invece. La Shepard si dimostra sempre più matura e comprensiva e ne esce un bel confronto tra le due donne di Owen. Non fosse che sì, anche qui. abbiamo la Altman ora a lamentarsi che non le è ancora arrivata la proposta di matrimonio.

Fan dei Merluca? Ben poco spazio viene dato ai due. Vediamo infatti solo Andrew mandare un messaggio a Meredith chiedendole se più tardi possono parlare. In questa puntata comunque ad interagire con il nuovo dottore, Mc Widow, il pacco mandato da Cristina dalla Svizzera, non è la Grey. Jo ha un momento di pace quasi quando gli porta il bambino, anche se per lei è chiaramente difficile lasciarlo. Abbiamo forse fatto pronostici sbagliati su Mc Widow? Che sia destinato a prendere il posto di Alex? Personalmente non credo ma ormai con la Vernoff e di fronte a tante discutibili scelte di sceneggiatura mi arrendo.

In Grey’s Anatomy 16×10 viene anche portato alla luce un lato nuovo di Koracick, nuovo almeno per Jackson ed Owen. I due infatti devono operarne lo specializzando pupillo e quando si trovano davanti alla nonna di Blake, questa descrive Tom come fosse un angelo e dalla rara sensibilità. Abbiamo anche un momento di riappacificazine, almeno lavortiva, proprio tra Owen e Tom quando quest’ultimo si congratula per il lavoro svolto.

Ecco finalmente arrivare il benedetto discorso del matrimonio. “Merry me”. Bene. Ora possiamo andare oltre? Auguri e figli maschi… ah, giusto.

Jo lascia andare il bambino. Ed avviene anche un confronto tra lei e Link, con lui che dice di quanto sia già innamorato del bambino che sta aspettando Amelia. Quest’ultima intanto viene interrotta mentre sta per rivelare la delicata questione della paternità del bambino a Link dai due nuovi fidanzati che urlano a tutti che si sposeranno. La Shepard dice al compagno allora solamente di aspettare un maschio.

Nel frattempo, vi ricordate la giovane coppia con bambino con lui che era rimasto in coma? Si sta svegliando. Una gioia in arrivo per Maggie?
Non si sono dimenticati di lei dunque in questa 16×10 di Grey’s Anatomy. De Luca va da lei a dirle la notizia; ne approfitta però anche per chiederle di parlare e si sfoga per Mer.
Non è finita qua. La povera Pearson è stata citata in giudizio per omicidio colposo della cugina Sabrina Webber.

In tutta questa puntata, come in realtà anticipato all’inizio, anche Miranda ha un ruolo importante. Tra l’altro Richard Webber viene chiamato da Ben per dare una mano, non tanto all’ospedale quanto appunto alla moglie. Si tratta di un aiuto fatale specie quando si trovano a dover aprire lo sterno della Helm.
In questa 16×10 vediamo la Bailey esplodere ed ammettere di non star bene. Un dialogo molto bello quello tra lei e Richard, coronato nel finale con l’arrivo anche di Meredith da lei. Quest’ultima le racconta del suo aborto dicendole che non deve stare sola, non è sola.

Per quanto mi riguarda la mia preferenza va nettamente a Grey’s Anatomy 16×10 rispetto a Station 19 3×01. Che poi le ore del crossover sarebbero dovute essere due ma qui tranne Ben di Station 19 non si è visto nessuno. Tolto ciò, alla fine non si sentiva il bisogno di aver in effetti i pompieri in mezzo in questa puntata ricca di risoluzioni, di rinascite e, sicuramente, di tanti futuri problemi.

Ricapitolando. Tom fa quasi pena (alla sottoscritta almeno). Anche se per poco vediamo il nuovo Karev ma stranamente con Jo, mentre di lei ed Alex ancora nessuna nuova; pure la questione Mer e De Luca rimane ancora in sospeso. Richard tornerà al Seattle Grey-Sloan ora? Il bambino di Amelia di chi sarà? Tra l’altro l’attrice sarà probabilmente anche assente almeno un episodio data la recente gravidanza nella vita reale. Staremo a vedere cosa succederà nelle prossime puntate, a partire dalla 16×11.

Voi cosa ne pensate di quanto successo in Grey’s Anatomy 16×10? Avreste voluto vedere più interazioni con i personaggi di Station 19? Cosa pensate riservi il futuro di questa serie per i vari personaggi, in particolare anche per Jo dopo l’uscita di scena di Chambers e del suo Karev? Fatecelo sapere!
Continueremo ad aggiornarvi a riguardo.

Seguiteci su NerdPool.it e sui nostri social!

ARGOMENTI CORRELATI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
196FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI