IN EVIDENZA

Prince of Persia: le Sabbie del Tempo, la risposta di Ubisoft!

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,443FansMi piace
1,560FollowerSegui
193FollowerSegui

Con la pubblicazione del primo trailer, Ubisoft risponde alle prime critiche dei fan!

Nelle ultime ore l’annuncio del remake di Prince of Persia: le Sabbie del Tempo, ha avuto i riflettori puntati addosso.
Alla pubblicazione del primo trailer sono seguite un’elevato numero di reazioni sia dai fan, che dalle testate giornalistiche di tutto il mondo.

Trova le differenze!

Dettagli poco rilevanti… o forse no?

La lamentela sulla quale si sono purtroppo trovati tutti d’accordo, si focalizza sul tema della grafica. A tal proposito, notiamo un lavoro svolto da Ubisoft per nulla adeguato agli standard odierni. A questo punto Pierre Sylvain-Gires, il quale sta dirigendo il remake presso Ubisoft India, ha preso la parola affermando che la grafica in questione, non è altro che una scelta stilistica.

Se si guarda al gioco che è stato realizzato 17 anni fa, c’è palesemente ogni possibilità di migliorare la grafica. Il nostro obiettivo era quello di dare a Prince of Persia: le Sabbie  del Tempo un’aspetto unico in un mondo fantasy . Abbiamo quindi optato per una scelta stilistica unica al fine di rendere questo gioco straordinario ed unico rispetto ad altri titoli. Non è un altro Assassin’s Creed, non è come lo stesso Prince of Persia del 2008. Deve essere unico! Questa magia, questa fantasia viene mostrata attraverso la dominanza della saturazione, attraverso la luce, quindi è anche una sfida ridefinire l’identità visiva del gioco con questo remake.


Nonostante queste affermazioni però, sembra che vi siano problematiche legate anche ad alcuni problemi tecnici del gioco. Le meccaniche, dalle brevi immagini viste nel trailer, sembrerebbero presentare delle problematiche sotto il punto di vista tecnico del titolo in questione. Ecco perché a questo punto Pierre Sylvain-Gires insiste sul fatto che non ci sono problemi di budget o di risorse, poiché il remake è a tutti gli effetti una produzione Ubisoft.


Non ci sono stati assolutamente problemi di tempistica o budget. Per noi di Ubisoft la qualità è della massima importanza e questo è qualcosa che abbiamo tenuto a mente fin dall’inizio. Il progetto è in sviluppo da due anni e mezzo. Abbiamo avuto al massimo 170 membri che hanno lavorato a questo progetto e per non parlare di altri investimenti in infrastrutture e set up per realizzare un gioco moderno. No, non ci sono state riduzioni di budget o tempistiche per il gioco.

Immergiti in un’ondata di ricordi!

Rivivi le emozioni che hanno segnato la tua infanzia!

Advertising

Una cosa che però Sylvain-Gires ammette è che vi sono probabilmente delle problematiche legate all’Anvil Engine. Il motore grafico che viene utilizzato anche per Assassin’s Creed, non è particolarmente adatto a un gioco di azione e avventura lineare e veloce come Prince of Persia. Persino i poteri legati alla manipolazione del tempo, secondo Sylvain-Gires, erano difficili da far girare sul motore grafico in questione.
E probabile che a questo punto, il team di Ubisoft India si sia concentrato troppo sul funzionamento del titolo sull’Anvil Engine, al punto da non lavorare abbastanza sulla grafica. Questo passaggio del testimone però, non convince molto anche perché se non ci sono state problematiche legate alla tempistica, è difficile pensare che il problema sia dato dal motore grafico.

E voi, cosa ne pensate di Prince of Persia: le Sabbie del Tempo? Qual è stata la vostra prima impressione e quali migliorie vi aspettate di vedere in futuro, prima della sua pubblicazione prevista per il 21 gennaio 2021? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguirci su Nerdpool.it.

Advertising
FONTE:wccf tech

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,443FansMi piace
1,560FollowerSegui
193FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...