IN EVIDENZA

DC Best Seller: Superman di John Byrne 1 – Recensione

Panini Comics ci presenta la nuova collana DC Best Seller dedicata al Superman di Byrne partendo con i primi quattro capitoli della miniserie L'Uomo d'Acciaio. Le storie di Byrne, anche a quasi quarant'anni di distanza, non annoiano e contengono in nuce tutti gli elementi che hanno reso il personaggio famoso e amato da generazioni e generazioni di lettori.
PREVIOUSLY ON DC COMICS…

Nel 1985 Crisi sulle Terre Infinite riscrisse per sempre la storia dell’Universo DC. La miniserie di Wolfman e Pèrez era un vero punto di svolta e si prefiggeva il compito di mettere ordine in una continuity ormai confusa e di far ripartire (quasi) da zero le avventure dei personaggi DC in una nuova Terra.

Anche le numerose serie regolari legate a Superman vennero chiuse e toccò addirittura ad Alan Moore il compito di raccontare l’ultima storia del Superman pre-Crisi in Che cosa è successo all’Uomo del Domani?. A questo punto la DC decise di affidare il nuovo rilancio a John Byrne. L’autore/disegnatore era già molto famoso all’epoca e stava lavorando in Marvel da tanti anni. Tra le sue numerose opere impossibile non citare il ciclo sugli X-Men con Chris Claremont, Fantastic Four, Alpha Flight e così via.

Per permettere ai nuovi lettori di avvicinarsi al personaggio, Byrne inizia il suo percorso su Superman con una miniserie in sei parti intitolata L’Uomo d’Acciaio (The Man of Steel). Panini Comics ci presenta la nuova collana DC Best Seller dedicata al Superman di Byrne partendo proprio con i primi quattro capitoli.

CONSIDERAZIONI GENERALI

Oggi è difficile trovare qualcuno che non conosca minimamente la storia di Superman. Quasi tutti sanno che proviene da un mondo alieno, Krypton, e che, poco prima dell’esplosione del suo pianeta natale, i genitori riuscirono a salvargli la vita spedendolo con una navicella verso la Terra. Questo evento è proprio il punto di partenza della mini L’Uomo d’Acciaio. La serie aveva il compito, nel lontano 1986, di ripresentare i punti cardine della storia del supereroe e tutti quei comprimari senza i quali Clark Kent non avrebbe ragione di esistere.

Nel primo numero si passa da Krypton a Smallville, per arrivare infine a Metropolis. Tra le figure fondamentali della vita di Superman sarebbe stato ingiusto non citare in primis Martha e Jonathan, i genitori adottivi che trovarono la navicella aliena nei campi e decisero di accudire il piccolo al suo interno. Pur avendo a disposizione poche pagine, Byrne li rende alla perfezione, trasmettendoci tutta la bontà e l’amore che hanno sempre guidato i genitori di Clark.

Nei capitoli successivi, con il passaggio alla grande metropoli, sfondo di quasi tutte le vicende legate a Superman, facciamo subito la conoscenza dell’amica/fidanzata/moglie/collega (tranquilli, non sono impazzito, ma il loro è un rapporto talmente mutevole che, in base alle storie prese in esame, la situazione cambia) Lois Lane e della sua nemesi per eccellenza, Lex Luthor. In mezzo c’è anche un ospite d’eccezione che non rivelerò, ma vi do un suggerimento dicendo che è il supereroe più agli antipodi come carattere rispetto a Clark, ma con il quale ha collaborato di più negli anni.

  ANTEPRIMA 356 con Jack e Simo - Panini Marvel, DC Comics e Star Wars
  Suicide Squad: c'è speranza per la versione "Ayer Cut"?

Non è un caso che John Byrne sia diventato ormai una leggenda per tutti i lettori di comics americani. Il suo tratto iconico e il modo in cui ha rivoluzionato tantissimi personaggi rendono le sue storie imprescindibili per chi vuole approcciarsi all’Universo Marvel o DC. Nel caso specifico di Superman, l’autore ha rinarrato le sue origini mettendo in luce aspetti o eventi che avrebbero influenzato le storie scritte nei decenni a venire. Ovviamente altre cose sono invece cambiate, ma è perfettamente naturale se consideriamo che l’Universo DC ha vissuto nel corso della sua storia talmente tante Crisi e stravolgimenti della linea temporale che è quasi impossibile tenerne il conto.

CONCLUSIONE

Spesso sento dire da alcuni lettori della mia età che le storie degli anni 70/80 sono invecchiate male, che sono lontane dal gusto del lettore moderno. A volte può anche essere vero, ma non è sicuramente il caso del Superman di Byrne. A mio parere, anche a quasi quarant’anni di distanza, non annoiano e contengono in nuce tutti gli elementi che hanno reso il personaggio famoso e amato da generazioni e generazioni di lettori.

Consiglio di iniziare da qui anche a chi vuole avvicinarsi per la prima volta al mondo di Superman. Panini Comics ha scelto di inserire queste storie nella collana DC Best Seller, che ripropone in formato bonellide le storie più importanti della casa editrice. Al prezzo di 4,90€ potete leggervi ogni mese quattro storie disegnate e scritte da John Byrne…non mi sembra affatto male!

Autori:John Byrne, John Byrne, Dick Giordano
Data di uscita:21 gen 2021
Tipo prodotto:Fumetti
Pagine:104
Formato:16X21
Contiene:The Man of Steel (1986) #1/4
Rilegatura:Brossurato
Prezzo:4,90€ (regular) / 6,90€ (variant)

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo DC Comics.

ARGOMENTI CORRELATI

Panini Comics ci presenta la nuova collana DC Best Seller dedicata al Superman di Byrne partendo con i primi quattro capitoli della miniserie L'Uomo d'Acciaio. Le storie di Byrne, anche a quasi quarant'anni di distanza, non annoiano e contengono in nuce tutti gli elementi che hanno reso il personaggio famoso e amato da generazioni e generazioni di lettori.

REVIEW OVERVIEW

Voto
8.5

Scrivi qui il tuo commento...