spot_imgspot_img

Batman/Fortnite: Punto Zero Collection – Minirecensione

PUBBLICITÀspot_imgspot_img

I giocatori di Fortnite sono ormai abituati all’arrivo di “ospiti speciali” nel gioco in occasione di particolari eventi. Tuttavia, negli scorsi mesi il legame tra il celebre videogioco e la DC Comics si è rafforzato ancora di più con la pubblicazione di una serie a fumetti. Batman/Fortnite: Punto Zero è il titolo della miniserie che ha fatto così incontrare i due universi narrativi!

Pubblicata in contemporanea con gli Stati Uniti anche in Italia, Panini Comics l’ha presentata prima in 6 albi spillati, a cadenza mensile, esauriti in un attimo! All’interno di ogni numero era infatti presente anche un codice per riscattare nel gioco un oggetto Estetico a tema. Dopo essere stati ristampati con copertine variant, la serie è finalmente arrivata in volume unico. Anche stavolta i lettori possono trovare all’interno un codice speciale per sbloccare sette oggetti in Fortnite.

Ma da dove nasce l’incontro tra questi due mondi? È presto detto…a Gotham una strana anomalia appare in cielo. Il Cavaliere Oscuro va subito a investigare, ma finisce così intrappolato in un mondo a lui conosciuto. In questo nuovo scenario Batman si trova di fronte tanti strani personaggi. Nessuno sembra in grado di parlare, ma tutti combattono fino allo stremo per sconfiggere gli avversari e sfuggire a una misteriosa nebbia violacea che minaccia di ucciderli. Inoltre, ogni volta che si viene colpiti dalla nube, la realtà sembra azzerarsi e la storia riparte dal principio. Come farà Bruce a fuggire da questo incubo? Forse l’unico modo è cercare di unire le forze con altri alleati arrivati insieme a lui da Gotham…

Chi ha giocato a Fortnite almeno una volta avrà riconosciuto tantissimi elementi della trama. Le regole del gioco, che Batman sembra ignorare, sono quelle che regolano ogni partita. Così, il nostro protagonista deve cercare di vincere la Battle Royale e, al tempo stesso, indagare sulla natura di questo mondo.

Batman/Fortnite: Punto Zero è una storia divertente e ben scritta che forse piacerà più ai giocatori di Fortnite e meno ai fan della DC. Il racconto è comunque inserito pienamente nella continuity DC attuale, ed è evidente dal rapporto che intercorre tra Batman e Catwoman. Allo stesso tempo, il focus sembra essere più sul mondo di Fortnite che su un approfondimento psicologico dei personaggi di Gotham.

Personalmente, avendo giocato raramente a Fortnite, l’ho trovato un esperimento interessante e un modo divertente per conoscere meglio il gioco e alcuni personaggi famosi di questo universo narrativo. Al fianco di Batman troviamo infatti Pescesecco, Cartucciera e tanti altri.

Voi che ne pensate? Avete letto il volume o gli spillati? Ah…la storia non si conclude qui ma è in uscita a breve una storia speciale che si aggancia al finale, sempre edita da Panini Comics.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo DC Comics.

IL NOSTRO VOTO

Un esperimento divertente che fa incontrare due universi narrativi trasportando il Cavaliere Oscuro e altri personaggi DC nel mondo del gioco più in voga del momento. Una storia semplice che forse piacerà più ai giocatori di Fortnite che ai lettori dei fumetti DC, dove l'attenzione è posta più sugli elementi strutturali che hanno reso famoso il videogioco e meno sulla caratterizzazione dei personaggi.
Voto
7

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

ARGOMENTI CORRELATI

LASCIA IL TUO COMMENTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img

CORRELATI

spot_img
Simone Giorgi
Sono Simone, 27 anni, e al momento mi divido tra Milano e Macerata. Laureato in Lingue e Letterature Straniere, ho frequentato il Master in Editoria della Fondazione Mondadori e lavoro come Junior Publisher per Pearson Italia. Ho sempre avuto una grande passione per la lettura, in particolar modo per i fumetti. Da Topolino ai manga, passando per i comics americani, il fumetto italiano e quello franco-belga, non rinuncio a esplorare ogni sottogenere di questo mondo così vasto e spesso troppo sottovalutato. Tuttavia, mi piace definirmi come un nerd a 360°, essendo appassionato anche di cinema e serie tv.

POTREBBERO INTERESSARTI: