George R.R. Martin rivela un divertente aneddoto sull’origine di Game of Thrones

spot_imgspot_img

George R.R. Martin ha detto che potrebbe tornare ad un progetto abbandonato di Game of Thrones. Non si tratta i una promessa riguardante The Winds of Winter o il libro finale A Song of Ice and Fire. George R.R. Martin ha invece comunicato che un giorno potrebbe riprendere la penna in mano per tornare a ciò che lo ha aiutato a iniziare l’intero progetto – Game of Thrones, una storia di tartarughe.

Il regista Kevin Smith ha fatto un evento speciale con George R.R. Martin chiamato “Curious George: An Evening with George R.R. Martin and Kevin Smith”. Durante questo panel, lo scrittore ha ricordato scherzosamente come ha iniziato il primo libro di Game of Thrones. Si occupava delle morti strazianti delle sue tartarughe da compagnia!

La storia che ha ispirato Game of Thrones

In un aneddoto interessante, George R.R. Martin ha rivelati che questa fantasia ha presa vita da bambino, quando era povero e ha trascorso giorni interi a giocare con le sue tartarughe. Questo ha evocato il mondo di Game of Thrones. “Vivevamo nei progetti. Non avevamo molti soldi… E non ti era permesso avere cani o gatti nei progetti. Ma naturalmente ero un bambino, volevo un animale domestico, così ho avuto delle tartarughe” ha spiegato lo scrittore.

“Tartarughe da quattro soldi che compravi a Woolworths o Kersges e sono arrivate in queste piccole ciotole di plastica che erano metà acqua e metà ghiaia con una finta palma al centro. E così è successo che potevo mettere due di quelle ciotole affiancate nel cortile di questo castello giocattolo che avevo” ha proseguito George R.R. Martin. “Così ho messo le ciotole delle tartarughe nel castello giocattolo e poi ho deciso che, poiché vivevano in un castello, erano tutti re e cavalieri e altre cose che avevo visto in TV negli spettacoli di Robin Hood e Re Artù.”

L’aneddoto di George R.R. Martin

“La cosa che il grande negozio di tartarughe mi ha insegnato però… è che sono morte abbastanza facilmente” ha aggiunto lo scrittore. “Costano solo quindici centesimi o qualcosa del genere e ti davano il cibo per tartarughe per nutrirle, non so se fosse il cibo più sano… e tipo un mese dopo erano morte.” Quindi, George R.R. Martin ha trasformato la morte dei suoi animali domestici in una violenta fantasia socio-politica medievale.

“Ma ero molto arrabbiato perché le mie tartarughe continuavano a morire e poi ho detto: ‘beh, perché stanno morendo? Sto dando loro il loro cibo da tartarughe, hanno l’acqua’… E ho deciso che si stavano uccidendo l’una l’altra per competere per il trono tartaruga” ha rivelato George R.R. Martin . “Così il primo Game of Thrones era tutto di tartarughe che si uccidevano l’una l’altra e che si accoltellavano a vicenda. E ho iniziato a scrivere troppe storie su questo. Così ‘Turtle Castle’ è un precursore con cui potrei tornare a uno di questi giorni. Sarà proprio come ‘Game of Thrones’ ma con le tartarughe.”

Chiaramente è una battuta, che ha divertito molto i fan. In realtà, milioni di segaci stanno ancora aspettando il finale della serie di libri, che è da tempo in ritardo.

Che cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti e non dimenticate di iscrivervi alla nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati su Film e Serie TV.

COMMENTA LA NOTIZIA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

POTREBBERO INTERESSARTI:

spot_imgspot_img
spot_img

Correlati

spot_img