Batman: cancellato un gioco con Damian Wayne

Non ci sono stati molti nuovi giochi del mondo DC dopo Batman: Arkham Knight del 2015.
La settimana prossima Suicide Squad: Kill the Justice League sarà probabilmente la più grande uscita DC da allora, dato che gli altri titoli sono stati Injustice 2Gotham Knights, i giochi Telltale Batman e alcuni titoli LEGO, ma quasi 9 anni senza un gioco DC di grande successo sono tanti.
Gotham Knights è stato indubbiamente un tentativo in tal senso, ma non è riuscito a fare colpo sul pubblico per una serie di motivi.
Tuttavia, non era il primo gioco DC a cui lo sviluppatore Warner Bros. Montreal stava lavorando.

Nuovo gioco

A quanto pare, prima di Gotham Knights, WB Montreal stava lavorando ad un nuovo gioco di Batman, ma non si trattava di una continuazione della trilogia Arkham di Rocksteady o di un seguito di Arkham Origins di WB Montreal.
Si trattava di un gioco di Batman nuovo di zecca nel proprio angolo dell’universo DC, che avrebbe seguito il figlio di Bruce Wayne, Damian Wayne.
Questo progetto è trapelato molti anni fa attraverso alcuni concept art che mostravano una versione più futuristica di Gotham City, quasi simile a Batman Beyond.
Questo avrebbe incluso nuovi look per la rogues gallery di Batman e idealmente avrebbe fornito una sensazione e un’estetica diversa rispetto all’aspetto classico della trilogia di Arkham.
L’attore Josh Keaton (The Spectacular Spider-Man) si è espresso in merito alla questione, affermando di aver lavorato a questo gioco di Batman senza titolo otto anni fa.
Conferma che non era collegato ai giochi di Arkham e che era stato scelto per interpretare Damian Wayne.
Dopo aver effettuato solo 3-4 sessioni di registrazione prima che il progetto venisse abbandonato e ha sottolineato quanto sia stato spiacevole vedere che poi è stato cancellato.

L’attore attribuito la cancellazione del gioco al fatto che erano trapelate molte informazioni sul gioco di Batman, tesi negata dal giornalista Jason Schreier.
Keaton ha fatto notare che data la tempististica tra fuga di notizie e cancellazione, sia ragionevole pensare a questa ipotesi.

Continuate a seguirci su Nerdpool.it per non perdervi altre notizie e recensioni a tema videoludico!

CORRELATI