Incognito di Ed Brubaker e Sean Phillips – Recensione

Nel corso della sua carriera, Ed Brubaker è riuscito con grande maestria a spaziare dal più classico fumetto di supereroi a storie noir e pulp, facendo spesso incontrare i diversi generi. In molti casi lo abbiamo ritrovato in coppia con Sean Phillips, come nella serie che inaugura la “Brubaker Library” di SaldaPress, Incognito. Una storia che ha molti tratti tipici del noir e del pulp ma con la presenza dell’elemento supereroistico.

TRAMA

Zack Overkill era un criminale dotato di super-poteri, al servizio di una potente organizzazione criminale. Dopo un incidente che ha portato anche alla morte del suo partner, è stato catturato e costretto a entrare nel programma di protezione testimoni. Oggi vive come un normale impiegato, imbottito di medicine che gli inibiscono i poteri. 

- PUBBLICITÀ -

Tuttavia, stanco di questa vita, decide di provare sollievo con una droga e dopo averla assunta scopre che i suoi poteri sono tornati a funzionare. Una notte, mentre sta saltando da un palazzo all’altro, vede una donna che sta subendo un furto e corre a salvarla. A questo punto starà a Zack capire se essere un eroe e usare i poteri per fare del bene o tornare a essere un super-criminale come in passato. Da questa scelta dipenderà il futuro del protagonista, mentre gli spettri del passato tornano a galla per tormentarlo.

DA CRIMINALE A EROE

Zack Overkill è un uomo annoiato dalla vita, che in passato ha sperimentato cosa significhi essere dalla parte dei più forti e che ha sempre vissuto da super-criminale. Sesso e violenza erano all’ordine del giorno e i suoi poteri andavano a colpire chiunque fosse l’obiettivo. Ora che è tornato a essere un uomo comune, prova dentro di sé un forte disgusto per una società che sembra incapace di pensare con la propria testa e che si fa abbindolare da ogni giornale, media o informazione che parla di “verità”.

Il colpo di scena arriva quando Zack riacquisisce i poteri ma invece di usarli per fare del male inizia a comportarsi da vigilante mascherato, proteggendo quelle persone che ha sempre odiato. È da questo momento che parte un processo di cambiamento per il protagonista, ma il passato bussa subito alla sua porta e lo porta nuovamente al centro dell’eterno scontro tra il bene e il male.

- PUBBLICITÀ -

Le fazioni in campo sono subito messe in chiaro da Brubaker: l’S.O.S. rappresenta il bene, mentre Black Death il male. Ma come accade in tutte le storie le posizioni sono sfumate e nulla è mai così preciso, visto che entrambe le organizzazioni sembrano disposte a tutto per arrivare al loro obiettivo. Zack si trova nel mezzo, con l’S.O.S che vorrebbe utilizzarlo come esca per stanare i membri della Black Death, mandati dall’organizzazione a ucciderlo.

Nel corso della prima miniserie di 6 numeri, Incognito, Brubaker e Phillips raccontano in un certo modo il percorso di redenzione di Zack, da criminale a eroe. Si tratta però di un percorso irto di ostacoli e che fa sorgere più volte il dubbio nel protagonista, costretto a lavorare per i buoni, che non esitano a sfruttarlo in ogni modo. Il passato di Zack si rivela capitolo dopo capitolo, facendoci intravedere un mondo di eroi e criminali più vasto di quel che pensavamo. E il pericolo più grande per il protagonista arriverà proprio dalla famiglia e dall’uomo che lo ha cresciuto.

OMAGGIO ALLE STORIE PULP

La prima miniserie è molto interessante perché introduce alcuni personaggi importanti e ci fa conoscere le origini di Zack Overkill. La seconda, Incognito: Cattive Influenze, riprende la storia dal finale della precedente e introduce nuovi nemici e un nuovo vigilante che nell’aspetto ricorda Lazarus l’Uomo Ritornato. Eroe scientifico dei tempi andati è tornato più volte dalla morte e ha agito per molto tempo dalla parte del bene. Ora qualcuno ne sta vestendo i panni e sembra dare la caccia anche a Zack.

Lazarus è un chiaro omaggio alle storie pulp degli anni ’20/’30 e richiama quell’ideale del vigilante mascherato di inizio ‘900 che porterà poi alla creazione di personaggi come Batman. Inoltre, anche il costume richiama molto l’Uomo Ombra (The Shadow), tra gli eroi più famosi di quegli anni.

Più in generale sono proprio le atmosfere e le tematiche trattate in Incognito a richiamare le storie pulp e noir dei decenni passati. Anche in questa seconda avventura Zack dovrà fare i conti con il passato, lavorando sotto copertura per rintracciare un agente dell’S.O.S. passato dalla parte del nemico. Per portare a termine la missione, il protagonista dovrà rientrare in un mondo criminale che era stato la sua vita, fatto di omicidi alternati a festini a base di droga, prostitute e gioco d’azzardo. Un mondo che non gli appartiene più ma che lo porterà a mettere in dubbio il suo nuovo ruolo.

UN MONDO SENZA SPERANZE?

Ed Brubaker e Sean Phillips ci raccontano una storia cupa, con un protagonista sempre in bilico tra bene e male, in una società dove le persone comuni sopravvivono inconsapevoli mentre nell’ombra uomini e superuomini si fanno la guerra tra loro. Lo stesso Zack Overkill, nelle vesti di criminale prima e di eroe poi, non ha mai avuto una vita davvero felice e sembra quasi che non potrà mai averla. La violenza è il vero motore della storia di Incognito e la cupezza della storia è resa perfettamente dalle tavole di Sean Phillips e dai colori di Val Staples.

Come ho avuto occasione di scrivere altre volte, il disegnatore sembra nato per illustrare storie noir e pulp, grazie a un tratto sporco, talvolta impreciso, e anche un po’ retro, ottimo per racconti di questo genere. E se avete letto Newburn, vi sarete già accorti che il figlio Sean Phillips ne è il degno erede.

Nota di merito finale per il volume proposto da SaldaPress (che ringraziamo per averci inviato una copia). Un cartonato che, oltre alle due miniserie, contiene diverse pagine extra con varie illustrazioni, bozze, copertine e il trailer di presentazione della serie.

Gli amanti del genere non possono perdersi Incognito! Noi non vediamo l’ora di leggere il prossimo volume della Brubaker Library.

I più letti

The Boys 4 – chi è Larry Kripke?

Il finale della quarta stagione di Boys si è...

The Boys 4: I nuovi poteri di Billy Butcher spiegati!

Il finale della quarta stagione di Boys ha introdotto...

The Boys: Cosa è successo ad Ashley nel finale della quarta stagione?

Il finale della quarta stagione di The Boys su...

Jujutsu Kaisen Stagione 3: uscita, novità e tutto quello che sappiamo

Dopo una stagione 2 ricca di azione, ecco cosa...

Twisters: ci sono scene post-credits alla fine del film?

Da oggi al cinema si può trovare il sequel...
Correlati
spot_img
Ed Brubaker e Sean Phillips ci raccontano una storia cupa, con un protagonista sempre in bilico tra bene e male, e che unisce perfettamente il genere noir/pulp con le storie di supereroi. SaldaPress ci presenta le due miniserie nell'edizione definitiva, immancabile per i fan di questo magistrale duo creativo.Incognito di Ed Brubaker e Sean Phillips - Recensione
Available for Amazon Prime