Madame Web: una difficile recensione

Grazie agli amici di Eagle Pictures abbiamo avuto modo di vedere in anteprima Madame Web, un film prodotto da Columbia Pictures per Sony in collaborazione con Marvel. Il film fa parte dell’universo condiviso creato da Sony sfruttando i protagonisti del ragnoverso. Fanno parte di questo universo i due film di Venom, il film dedicato a Morbius e il prossimo film su Kraven. Ecco dunque le nostre impressioni sul film senza spoilers !

Una breve sinossi

Dakota Johnson interpreta la protagonista, Cassandra Webb, un paramedico di Manhattan con poteri di chiaroveggenza. Costretta a confrontarsi con alcune rivelazioni del suo passato, stringe un legame con tre giovani donne destinate a un futuro straordinario ma che dovranno sopravvivere a un presente pieno di minacce.

Le nostre impressioni

The Waste Land era il titolo del celebre romanzo di T. S. Eliot e mai titolo fu più eloquente per descrivere la totale desolazione rappresentata da questo film. Un film difficile da raccontare proprio perché totalmente inconsistente e profondamente sbagliato.

Partiamo con il dire che ciò che viene rappresentato nei trailer non corrisponde a quanto si vede nel film.
Poi in primis c’è da dire che questo Madame Web non parte. Infatti la sensazione è quella di vedere un enorme episodio pilota volto ad introdurre i personaggi che però dura due ore fino ad uno scontro finale senza senso. Non c’è costruzione e manca tutta la parte centrale del film.

La sensazione più comune durante la visione è la noia più totale. I dialoghi sono totalmente artificiosi con delle battute ripetute identiche più volte. La storia non riesce in alcun modo a prenderti con intere sezioni inutili, punti morti e svolte di trama senza senso. Non ci si riesce mai ad emozionare o a divertirsi. Si rimane sempre in attesa che succeda qualcosa ma poi tutto tace.

Le “protagoniste”

Impossibile empatizzare con i protagonisti. Partiamo con il dire che tutti i personaggi sono scritti malissimo ma alcuni sono persino inutili. A tal proposito Ben Parker zio di non si sa quale Peter, è utile come una coperta di lana sotto il sole del Sahara. Un personaggio davvero sprecato.

Le tre donne ragno future restano potenza e mai atto. Questo perché per tutto il film ci viene detto cosa diventeranno ma non lo diventano mai di fatto, restando tre ragazzine civili insopportabili. Quindi per loro resta un grosso punto interrogativo. Materiale per un futuro film ? Speriamo di no.

Madame Web, terribile. Ad inizio film è una donna insensibile e fredda in una maniera totalmente non credibile. Poi ha una svolta e diventa super empatica e altruista in una maniera non credibile. Ci mette più di due ore di film per capire i suoi poteri e per “accettare il suo destino”. Inoltre capiamo che il personaggio è scritto malissimo, ma Dakota Johson ce la mette tutta per avere la stessa espressione per tutto il film.

Il villain non è pervenuto. Non si capiscono le sue motivazioni, cosa ha costruito in trent’anni in cui ha avuto i poteri e perché indossi un costume da finto Spider-Man. Ezekiel nei fumetti era un personaggio figo. Sony aveva a disposizione tutto il ciclo Straczynski e ne ha fatto stracci. Era davvero difficile scrivere un collision meno tridimensionale di così.

Menzione per Sydney Sweeney che compare in due scene all’inizio e verso la fine. Non fa molto se non cambiare colore di capelli, passando da castana chiara a mora. In post produzione forse si sono resi conto che Dakota Johson è mora e che essendo la figlia di quest’ultima non aveva senso ? Chissà, forse però il colore andava cambiato in entrambe le sequenze.

Comparto tecnico

La sceneggiatura di Madame Web è totalmente sbagliata e non capiamo come possa essere stata scritta una roba simile. Ci sono enormi buchi di trama, forzature e svolte insensate. Le musiche sono banali da nostalgia per i primi anni duemila. La fotografia anonima. La regia è svogliata e confusa, con delle scene di combattimento difficili da seguire e con le scene di transizione piattissime. Non si ricerca mai una profondità di campo, un guizzo, nulla. Il montaggio anche non funziona con un film che dura troppo senza dire nulla.

Conclusioni

A chi consigliare un film simile se non a dei masochisti convinti. Forse per evitare che Sony produca altri di questi film la miglior scelta sarebbe boicottarli. Ma sappiamo già che c’è Kraven che è a caccia di un nuovo record negativo, dunque forse il peggio deve ancora arrivare, anche se sembra davvero difficile scendere ancora più in basso di questo Madame Web.
Un buon consiglio può essere invece quello di continuare a seguirci su Nerdpool per altre recensioni!

Un film terrificante, mal scritto e girato. Il film annoia e lascia a tratti esterrefatti per la sua totale inconsistenza.

CORRELATI

Un film terrificante, mal scritto e girato. Il film annoia e lascia a tratti esterrefatti per la sua totale inconsistenza. Madame Web: una difficile recensione